Matomo

F1 | GP Turchia 2020, la cronaca della gara

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Hamilton vince il GP Turchia ed è 7 volte Campione del mondo

Segue la cronaca del GP Turchia 2020, quattordicesima prova del mondiale di Formula 1 che ha laureato Lewis Hamilton Campione del mondo per la settima volta. L’inglese della Mercedes ha vinto davanti a Sergio Perez (Racing Point) e Sebastian Vettel (Ferrari).


L’asfalto dell’Istanbul Park è bagnato e a farne le spese subito sono Antonio Giovinazzi e George Russell, che vanno a picchiare rispettivamente in curva 2 e all’ingresso della pitlane rovinando l’ala anteriore. Il GP Turchia inizierà con gomme da bagnato per tutti.

Entrambi riescono a ripartire e tornare ai box e in piazzola per la partenza, ma l’asfalto è davvero in pessime condizioni, a tratti addirittura a chiazze.

GP Turchia – la gara

Sulla griglia di partenza del GP Turchia tutti i piloti sono con gomme full wet tranne le Williams, che tentano l’azzardo delle intermedie partendo addirittura dalla pitlane.

Giro 1 | Partenza perfetta delle due Racing Point con Stroll che va via insieme a Perez, mentre Verstappen resta piantato e viene passato Lewis Hamilton e da un incredibile Vettel che dall’11° posto si trova quarto.

Le due Renault entrano in contatto con Ricciardo che tocca Ocon. Il francese si gira e altrettanto fa Bottas, sorpreso dal testacoda della RS20. Il tedesco della Ferrari sfrutta un errore di Hamilton e passa in terza posizione al termine del giro, con Ocon che rientra ai box.

Giro 2 | Stroll scappa via seguito da Perez, Vettel e Verstappen che perde tempo all’ultima curva. Poi Albon, Hamilton, Ricciardo, Raikkonen, Sainz e Magnussen.

Giro 3 | Il poleman Stroll aumenta ancora il vantaggio a 6 secondi su Perez. Vettel è a 14 secondi seguito da Verstappen.

Giro 4 | L’olandese sta impazzendo alle spalle del tedesco. Bottas, dopo i due contatti iniziali, è 16° con Leclerc 14°.

Giro 6 | GPV di Perez che resta a 5.9 da Stroll. Vettel è a 15.5 dal canadese. Intanto viene mostrata un’uscita di pista di Raikkonen che lascia l’ottava posizione a Sainz e anche Norris va leggermente fuori pista.
Giro 7 | Perez recupera un secondo su Stroll, con Vettel che gira come il messicano. Leclerc rientra ai box e prova l’intermedia. Il monegasco è subito più veloce degli altri. Bottas rientra ai box a sua volta. Hamilton fa segnare il GPV.

Giro 8 | Dentro anche Sebastian Vettel per le Intermedie insieme a Hamilton e Raikkonen.

Giro 10 | Dentro Stroll per le intermedie con Perez che resta davanti. Vettel ora soffre con le intermedie rispetto agli altri. Verstappen e poi Leclerc fanno segnare il GPV.


Giro 11 | Perez rientra insieme a Ricciardo e Sainz. Verstappen e Albon sono primo e secondo ancora con le full wet.
Giro 12 | Dentro anche Verstappen. L’olandese esce alle spalle di Perez mentre arrivano Vettel e Hamilton. Albon rientrerà ai box a fine giro.

Giro 13 | Stroll ora è leader con 10 secondi su Perez. Antonio Giovinazzi si ferma dopo curva 8, entra la VSC.


Giro 14 | Il replay dell’uscita dai box di Verstappen mostra la Red Bull pizzicare la linea bianca con la ruota anteriore destra.
Giro 15 | La situazione dopo 15 giri del GP Turchia ora vede Stroll davanti a Perez, Verstappen, Vettel, Hamilton, Albon, Ricciardo, Sainz, Leclerc, Magnussen. SI riparte. Hamilton prova a passare su Vettel ma va leggermente lungo nell’ultima chicane e perde la posizione da Albon.

Giro 16 | Il thailandese passa subito il tedesco e scappa via. Davanti Verstappen è attaccato a Perez. Albon fa segnare il GPV.

Giro 18 | Leclerc intanto sta letteralmente volando ma davanti c’è l’errore di Max Verstappen che, nel tentativo di passare Perez, rischia troppo e va largo in curva 11 girandosi due volte. L’olandese deve rientrare ai box a cambiare gomme.

Giro 19 | Stroll mantiene 10 secondi su Perez, con Albon che ora è terzo davanti a Vettel e Hamilton.

Giro 20 | GPV di Albon che sale a 3.7 da Perez.
Giro 21 | Ancora GPV per Albon che recupera tre secondi su Stroll, migliorato da Verstappen e poi Leclerc. Verstappen viene investigato per aver toccato la linea di uscita. Bottas si gira in curva 2.

Giro 22 | Stroll perde ancora tempo. Gli restano 4.4 su Perez, 6.5 su Albon. Vettel è a 18 secondi davanti a Hamilton.
Giro 23 | Altro errore di Verstappen che perde tre secondi su Leclerc. Davanti Albon è ormai in coda a Perez.
Giro 24 | Vettel dopo qualche giro difficile adesso è il più veloce dei primi cinque.

Giro 25 | Il vantaggio di Stroll scende a 3.5 su Perez. Albon è dietro un secondo. Vettel recupera un paio di secondi su tutti.
Giro 26 | Un altro secondo e tre recuperato da Vettel sui tre davanti.
Giro 27 | 3.2 per Stroll adesso, con Albon a 1.2 da Perez e Vettel che scende sotto i 10 secondi dal leader. Norris passa Magnussen per la decima posizione.

Giro 29 | A meta gara del GP Turchia Stroll mantiene invariato il distacco da Perez, Albon perde tempo dal messicano mentre Vettel si avvicina alla Red Bull con un ottimo ritmo. Tutte le squadre stanno cercando di portare i piloti alle gomme slick.

Giro 30 | Viene attivato il DRS, di cui non si sentiva la mancanza.
Giro 31 | Leclerc va ai box e rimonta le intermedie. La pista è troppo umida.
Giro 32 | Sainz passa Ricciardo per la sesta posizione, con l’australiano che rientra ai box.
Giro 33 | Perez recupera su Stroll, ora è sotto i tre secondi.
Giro 34 | Dentro Vettel per il pit. La sosta è lunga e il tedesco perde un paio di secondi mentre Albon si gira lasciando la terza posizione a Lewis Hamilton.

Giro 35 | Perez ha preso ormai Stroll, ma Hamilton è più veloce dei due. Magnussen è fermo dopo il pit con una gomma non montata bene.
Giro 37 | Stroll rientra ai box.

Il canadese torna in pista dietro Verstappen mentre Hamilton ha il DRS su Perez e lo sfrutta per passare in prima posizione.

Giro 38 | Hamilton scappa via da Perez. Verstappen è a 15 secondi davanti a Stroll, Vettel, Albon e Leclerc.
Giro 39 | Testacoda di Latifi. Vettel passa Stroll che nel tentare il risorpasso va lungo e permette al tedesco di passare insieme a Leclerc.

Giro 41 | Leclerc passa Vettel per la quarta posizione. Albon passa Stroll mentre Bottas si gira e Grosjean si tocca con Russell. Il canadese soffre anche il sorpasso di Sainz.

Giro 42 | A 3/4 del GP Turchia Hamilton comanda con 13 secondi su Perez. I primi due non si sono ancora fermati. Poi Verstappen, Leclerc, Vettel e Albon.
Giro 43 | Nicholas Latifi abbandona il GP Turchia con la sua Williams.

Giro 44 | Charles Leclerc passa Verstappen per la terza posizione, con la Red Bull che va ai box.

Giro 45 | Gran gara di Sainz che passa Albon salendo in quinta posizione.
Giro 46 | Hamilton doppia il compagno di squadra. Gara allucinante del finlandese nel GP Turchia.
Giro 47 | L’inglese prosegue senza fermarsi con 18 secondi su Perez che a sua volta non si è fermato. Seguono Leclerc, Vettel e Sainz.

Giro 49 | Norris passa Ricciardo col brivido. L’austrlaiano si gira nelle ultime curve per difendersi e l’inglese riesce ad evitare la Renault guadagnando la nona posizione.
Giro 51 | Testacoda in sequenza di Kimi Raikkonen e Max Verstappen in curva tre. GPV di Norris in 1:38.471.

Giro 52 | Verstappen riprende subito e passa Albon per la sesta posizione.

Giro 53 | Altro GPV di Norris in 1:38.057. Leclerc sta commettendo qualche errorino nel tentare ti andare a prendere Perez.
Giro 54 | Altro GPV di Norris in 1:37.603. Vettel si sta riavvicinando a Leclerc.
Giro 56 | Norris passa Stroll con Hamilton che ha paura per le sue gomme nel finale visto che è attesa la pioggia, ma siamo ormai agli ultimi tre giri.

Giro 58 | Lewis Hamilton vince il GP Turchia ed è campione del mondo per la settima volta!

L’inglese vince il GP Turchia 2020 mentre alle sue spalle, proprio nelle ultime curve, c’è una lotta tra Perez, Leclerc e Vettel. Il monegasco affonda la staccata prima del tratto finale ma va lungo. Il messicano ripassa per la seconda posizione: tra i due si infila anche Sebastian Vettel, che agguanta così il podio tra l’incredulità del compagno, che si danna appena passato il traguardo. Si conclude così un’altra giornata storica per la Formula 1.

Il GP Turchia finisce così. Segue la classifica di gara.


Immagine di copertina: Twitter – F1

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE