F1 | GP Turchia 2020, anteprima Renault: parlano Ricciardo, Ocon e Ciaron Pilbeam

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Segue l’anteprima del team Renault per il GP Turchia 2020

Daniel Ricciardo

“Non vedo l’ora del GP Turchia. Ho fatto solo una sessione di libere 1 qui nel 2011 e pioveva. Quindi se sarà asciutto sarà praticamente una nuova pista per me. È un gran tracciato ed è molto divertente da guidare. Sarà figo con una Formula 1 moderna con curve veloci e lunghi tratti con il piede sull’acceleratore. Credo ci sarà buona competizione e i sorpassi dovrebbero essere più facili rispetto ad Imola. Credo sia un circuito completo, non vedo l’ora di guidarci. La curva 8 è una gran curva, ma anche la 1, in discesa e in parte cieca verso sinistra, è davvero bella”.

Esteban Ocon

“Istanbul Park è un tracciato nuovo per me, non ci ho mai corso prima. Ho visto tutte le gare quando ero giovane, e sembra davvero un bel circuito. Ricordo del momenti di gara fantastici come quello di Michael e Fernando attaccati fino all’ultimo giro nel 2006. Ha alcune curve davvero belle, il giro è veloce ed anche impegnativo, dev’essere figo con le auto moderne.

La curva 1 è in discesa ed è parzialmente cieca quando ti avvicini. Ci sono di media ed alta velocità che danno un bel ritmo. Poi c’è curva 8, la tripla piega a sinistra. Sembrava impressionante con le auto più vecchie, credo che con queste sarà ancora meglio. Non vedo l’ora di guidare. Solitamente sulle piste veloci abbiamo una buona velocità, quindi credo sarà un bel tracciato in cui guidare e correre, con i sorpassi che saranno sicuramente possibili sul dritto”.

Ciaron Pilbeam, Chief Race Engineer

“Quello della Turchia è un altro tracciato dove siamo stati in passato ma non recentemente. Ha per lo più curve di media e alta velocità nei primi due settori, con un lungo rettilineo che porta ad un settore finale molto lento. C’è anche la lunghissima e famosa curva 8, che mette in crisi auto, gomme e pilota e che sarà più veloce di sempre con le monoposto attuali. Come a Portimao, il tracciato è stato riasfaltato recentemente e saranno usate le tre mescole più dure della Pirelli, C1, C2 e C3. Questo può portare a grip ridotto e un bilanciamento complicato da trovare, come successo in Portogallo appunto, con le temperature basse che saranno previste per il weekend.

Immagine di copertina: Renault

P300 MAGAZINE

F1 | GP Turchia 2020, anteprima Renault: parlano Ricciardo, Ocon e Ciaron Pilbeam

Continua a seguirci

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

F1 | GP Turchia 2020, anteprima Renault: parlano Ricciardo, Ocon e Ciaron Pilbeam

Continua a seguirci