F1 | GP Stiria 2020, la cronaca delle qualifiche

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Segue la cronaca delle qualifiche del Gran Premio di Stiria, dominate da Lewis Hamilton su Max Verstappen e Carlos Sainz. L’inglese, campione in carica, ha ottenuto la pole numero 89 della carriera.


Q1 | Si parte alle 15:46, tre quarti d’ora dopo l’inizio previsto, con la prima sessione di qualifica del Gran Premio di Stiria.

I piloti si mettono tutti in coda sulla corsia di uscita della pitlane per sfruttare al massimo i primi minuti con la pioggia che per un attimo da dato tregua.

Il primo della fila è Sebastian Vettel: il tedesco è il primo a lanciarsi seguito da Antonio Giovinazzi con l’Alfa Romeo. Grosjean, uscito un giro dopo gli altri, va fuori pista in curva 4 proprio davanti a Sebastian Vettel, per fortuna senza ostacolarlo; Sulla Haas del francese sembrano esserci ancora problemi ai freni, il che inizia a diventare preoccupante. Il tempo del tedesco, il primo della sessione, è 1:24.235. Arrivano poi dietro tutti gli altri per i primi giri cronometrati. La classifica si aggiorna costantemente man mano che i piloti passano sul traguardo, con i tempi che scendono progressivamente con il girare delle monoposto fino all’1:19 e poi sotto questo limite. A tre minuti dalla fine Hamilton è davanti con 1:18.188 seguito da Norris, Sainz, Bottas, Verstappen, Ricciardo ed Ocon. Vettel è ottavo davanti a Stroll e Leclerc. Giovinazzi, mentre sta migliorando il suo giro, va in testacoda tra curva nove e dieci e va a picchiare col posteriore, danneggiando la sua Alfa.

L’italiano riparte lentamente, si sposta per far passare gli altri piloti ma poi si ferma alla frenata di curva 4. Questo obbliga il direttore di gara ad esporre bandiera rossa quando mancano 13 secondi al termine della sessione, che non viene ovviamente ripresa. Hamilton resta in testa davanti a Verstappen, Norris, Sainz, Bottas, Ricciardo ed Ocon. Restano esclusi Raikkonen, Perez, Latifi, Giovinazzi e Grosjean, senza tempo. Bene Stroll, 8° con l’altra Racing Point e Russell, 12° con la Williams tra le due Ferrari di Vettel e Leclerc.

Immagine

Q2 | Si ripropone la scena di inizio Q1, con Vettel davanti a tutti al semaforo in pitlane. Il primo tempo del tedesco è 1:21.078 ma Bottas, dietro, scende subito a 1:19.006. Hamilton è terzo, Leclerc sale in seconda posizione. Arrivano via via gli altri: Verstappen si porta in testa con 1:18.155 davanti a Hamilton, Bottas, Ricciardo, Norris, Sainz, Albon e Vettel. Leclerc, dopo metà sessione, è addirittura momentaneamente fuori con Vettel a rischio a sua volta.

Hamilton va in testa con 1:17.825 davanti a Verstappen, Norris, Bottas, Ocon, Sainz, Gasly. Le Ferrari sono ancora sul filo: Vettel è 10° davanti a Leclerc. Entrambi i piloti della rossa rientrano per cambiare gomme. L’intensità della pioggia, nel frattempo, è notevolmente aumentata e si fatica a migliorare i tempi sul giro. Questo va a peggiorare ancora la situazione della Ferrari, che non riesce a migliorare né con Vettel né con Leclerc, il quale viene incredibilmente escluso dall’ingresso in Q3. Accedono all’ultima sessione Hamilton, Verstappen, Norris, Bottas, Gasly, Ocon, Sainz, Albon, Ricciardo e Vettel.

Restano esclusi Leclerc, Russell con la Williams (a 8 millesimi dal monegasco), Stroll (Racing Point), Kvyat (AlphaTauri), Magnussen (Haas).

Immagine

Q3 | Max Verstappen è il primo ad uscire in Q3, ma le condizioni della pista sono davvero pessime. Il primo tempo dell’olandese è 1:21.800. Bottas si porta a 4 decimi, Hamilton sale in seconda posizione a 2 decimi e mezzo ma l’inglese, con un altro giro, si porta in testa in 1:21.272 davanti all’olandese e a Gasly, fantastico terzo momentaneo. Ma i giri continuano senza sosta.

A cinque minuti dal termine Bottas si mette in testa con 1:21.036, davanti a Hamilton, Verstappen ed Ocon. Il campione in carica però non ci sta e si riprende la pole provvisoria in 1:20.649 con Bottas, Albon (bel giro il suo) e Verstappen in seconda, terza e quarta posizione. L’olandese migliora ancora in 1:20.489 ma Hamilton non demorde e scende a 1:19.702.

Verstappen prova l’ultimo colpo, è in linea con i tempi per prendersi la pole ma il tentativo va a vuoto quando si gira tra curva nove e dieci. In ogni caso sarebbe stato difficile conquistare la partenza al palo, perché Hamilton a sua volta piazza la zampata vincente, quasi umiliante per tutti. 1:19.273 è il tempo della pole, un secondo e due davanti a Verstappen. Ottimo terzo è Carlos Sainz con la McLaren, davanti all’altra Mercedes di Valtteri Bottas. Il finlandese rimedia un secondo e quattro dal compagno di squadra, un abisso.

Immagine

Immagine di copertina: Twitter/Mercedes

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

F1 | GP Stiria 2020, la cronaca delle qualifiche 2
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE