F1 | GP Stiria 2020, le dichiarazioni dopo la gara

Seguono le dichiarazioni dei piloti dopo il Gran Premio di Stiria 2020, seconda gara della stagione di Formula 1, vinto da Lewis Hamilton, seguito da Valtteri Bottas e Max Verstappen.

MERCEDES

Lewis Hamilton |  “Questa è sempre stata un po’ una delle mie piste più deboli, quindi sono felicissimo di aver avuto un risultato del genere oggi – davvero, davvero felice. Tutto questo mancava da tempo, sin dall’ultima gara dello scorso anno ed è un gran passo in avanti dopo un primo weekend difficile. Il team ha fatto un lavoro fantastico con la strategia, si è trattato di mantenere la posizione, stare lontano dai cordoli e portare il risultato a casa. Ho cercato di fare il giro più veloce verso la fine, ma avevo le gomme medie da 40 giri, è stato difficile contro altri piloti con le gomme più fresche. Un grande grazie alla squadra e a tutti i ragazzi agli stabilimenti, hanno fatto un lavoro fantastico. È ancora lunga ed è una sfida per tutti, ma questo certamente è stato un passo in avanti”.

Valtteri Bottas | “Partendo quarto, oggi si è semplicemente trattato di limitare i danni e abbiamo massimizzato tutto quello che potevamo. Ieri non è stato proprio l’ideale, ecco perché oggi non ho ottenuto 25 punti, ma abbiamo comunque portato a casa un po’ di punti, la monoposto va molto bene e sono ancora in testa al mondiale, quindi non va male. Ho lottato con Max, ero più veloce di lui verso la fine, ma lottare in maniera ravvicinata è sempre divertente. Sono state comunque due gare incoraggianti e non vedo l’ora che sia già il prossimo weekend”.


FERRARI

Sebastian Vettel | Oggi avevo voglia di gareggiare e sentivo buone sensazioni. Non ho azzeccato una buona partenza perdendo tempo e finendo fuori dalla linea ideale. Poi siamo arrivati in curva 3 e mi sono ritrovato in lotta con due vetture. Ero all’interno e non mi aspettavo un attacco in quel punto. Quando è arrivata la macchina di Charles, che non potevo vedere, purtroppo non mi sono potuto fare da parte perché non c’era abbastanza spazio. Siamo entrambi sufficientemente maturi per superare questo incidente. La giornata è stata ovviamente deludente ma resto ottimista: per fortuna non dobbiamo aspettare troppo prima di tornare in macchina. Speriamo che l’Ungheria si riveli una pista migliore per noi”.

Charles Leclerc | Ciò che è successo oggi è tutta colpa mia, non c’è altro da dire. Mi prendo la responsabilità per intero. Ho commesso un errore per il quale le scuse non sono sufficienti. In questo momento, nel quale non abbiamo forse il potenziale per portare a casa punti pesanti, c’è bisogno di cogliere ogni opportunità e la gara di oggi ce ne poteva offrire, anche considerando come era andata una settimana fa. Per colpa mia invece ce ne andiamo senza punti. Ero così ansioso di fare bene per la squadra che ho pensato di poter guadagnare tre o quattro posizioni in un colpo solo ma ho sbagliato la mia valutazione. Un episodio come questo non è facile da accettare per tutto il team che ha lavorato duro per portare qui diversi aggiornamenti. Viviamo già un momento abbastanza difficile, non c’era bisogno anche di questo. Mi sono scusato con tutta la squadra e con Seb, che non ha fatto nulla di sbagliato. Oggi ho rovinato tutto e sono molto dispiaciuto. Imparerò da quanto è accaduto e tornerò più forte la prossima volta”.


RED BULL

Max Verstappen | Questa non è stata la gara più emozionante della mia carriera, almeno fino a quando non ho combattuto per un giro con Valtteri. I miei pneumatici in quel frangente erano praticamente morti e sapevo che mi avrebbe passato, ma non volevo rendergli la vita facile e mi sono divertito a ripassarlo all’esterno. Non avevo nulla da perdere, anche perché avevo un gran margine su quelli dietro. La 3° posizione è un buon risultato, ma non è quello che vogliamo. Il nostro obiettivo è lottare per la vittoria ogni weekend e speriamo che in Ungheria le cose andranno meglio. Con meno rettilinei dovremmo avere più chance, e forse farà ancora più caldo. Ora ci prenderemo un po’ di riposo, poi penseremo al prossimo weekend”.

Alexander Albon | La gara è andata bene e la quarta posizione significa un buon bottino di punti per il team, soprattutto dopo il ritiro della scorsa settimana. Ne avevamo bisogno. Da parte mia, ho combattuto in una posizione più defilata di quanto avrei voluto e il passo sinceramente non è stato eccezionale. Comunque abbiamo capito meglio la macchina e penso che sappiamo dove intervenire. Con i lunghi rettilinei e la tipologia di curve presenti qui abbiamo faticato un po’, ma sia io che Max siamo d’accordo su come migliorare il pacchetto. Verso fine gara, Perez era davvero veloce; all’ultimo giro ha lottato con me, ma credo di avergli lasciato abbastanza spazio; credo sia andato un po’ troppo largo e ci siamo toccati, ma abbiamo evitato un incidente. Abbiamo una settimana prima dell’Ungheria; penso che la Mercedes si confermerà davvero forte, ma noi continueremo a spingere”.


MCLAREN

Carlos Sainz | Una giornata davvero deludente per me. Abbiamo gettato al vento l’occasione di ottenere un bel po’ di punti con un problema al pit-stop. Nella prima parte di gara eravamo quinti ed avevo un bel passo, controllando il gap con chi mi seguiva. Sfortunatamente poi ho avuto un pit-stop problematico, che mi ha fatto tornare in pista in mezzo al traffico. Ho dovuto poi spingere troppo e troppo presto per provare a recuperare. Ciò ha scaricato la mia batteria e ha compromesso i miei pneumatici nella seconda parte di gara. In sostanza uno di quei giorni nel quale nulla va per il verso giusto. Dobbiamo voltare pagina e tornare più forti, ma abbiamo perso l’opportunità di arrivare 5°. Vinciamo e perdiamo tutti assieme, come team, così torneremo a combattere in Ungheria”.

Lando Norris | Una gara molto positiva per noi oggi. Prima di tutto, il team ha fatto un ottimo lavoro con la strategia, mentre io l’ho fatto con la gestione delle Soft nel primo stint. Siamo stati in pista fino al 39° giro prima di fermarci e questo è stato uno degli aspetti chiave della nostra gara, permettendoci di essere forti nel secondo stint con le Medie e, per alcuni giri, i più veloci in pista. Siamo riusciti a passare dalla decima alla quinta posizione, con tre sorpassi negli ultimi due giri. È stata una gara in cui dovevo attaccare e non mantenere la mia posizione, com’è stato invece la scorsa settimana; una gara divertente. Sono molto contento per me, e soprattutto per il team, che ha ottenuto anche un punto in più grazie al giro veloce di Sainz. Abbiamo avuto due weekend molto positivi e un inizio di stagione davvero ottimo. Dobbiamo provare a continuare così”.


RACING POINT

Lance Stroll | Siamo partiti subito bene, recuperando delle posizioni. Il secondo stint è stato più impegnativo ed è stato molto più difficile sorpassare Daniel Ricciardo. Ma sono stato paziente e ho colto un’opportunità di sorpassarlo nel giro finale. È stato un finale di gara entusiasmante e spero che i fan a casa si siano divertiti tanto quanto noi. La monoposto era competitiva e siamo stati forti contro i nostri rivali”.

Sergio Perez | “Il team ha fatto un lavoro fantastico oggi: la strategia era buona e la monoposto era veloce. Siamo riusciti a ottenere il nostro risultato di recuperare delle posizioni e siamo riusciti ad arrivare in quinta posizione, quasi quarta. Sono stato addosso ad Alex Albon durante il secondo stint e lì ho avuto l’unica opportunità di sorpassarlo. Ci siamo toccati e sono scivolato in sesta posizione, l’importante è aver fatto un passo in avanti rispetto allo scorso weekend. Considerato che è una monoposto nuova, stiamo ancora cercando di capire come funzioni. Non vedo l’ora di andare a correre in Ungheria”.


RENAULT

Daniel Ricciardo |Certamente speravamo di ottenere di più oggi. Sono partito bene e ho recuperato qualcosa; ho avuto buone sensazioni con le Medie nel primo stint ma, una volta passato alle Soft, non sono stato veloce come pensavamo. Il finale di gara è stato frustrante e ho faticato tanto a resistere nella mia posizione nell’ultimo paio di giri. Sull’incidente, ho visto Stroll arrivare ma sentivo che se avessi girato l’avrei colpito; così ho preso quella decisione. Forse avrei dovuto bloccarlo ed è un peccato aver perso due posizioni in quella circostanza.Il sentimento prevalente è la frustrazione, ma ci sentiamo pronti a gareggiare in questa stagione”.

Esteban Ocon | Abbiamo avuto un problema di surriscaldamento ed è stato una vera sfortuna. Sono cose che succedono nel motorsport, ma sappiamo che oggi avevamo una buona opportunità ed è stato un peccato ritirarci. Ho fiducia che questo problema non si ripeterà più. Con Daniel mi sono divertito; eravamo su differenti strategie e credo che lui ne aveva un po’ di più in termini di pneumatici. Potevamo ottenere un bel risultato per il team, peccato. Ma la prossima settimana avremo un’altra chance di ottenere un buon numero di punti”.


ALPHATAURI

Daniil Kvyat | “Nonostante le difficoltà di venerdì e sabato, oggi la gara è stata fantastica per me. Sono riuscito a portare al traguardo la vettura e segnare un punto, in una gara con un numero di ritiri nettamente inferiore rispetto alla scorsa settimana, quindi sono contento. Abbiamo fatto tutto bene e sono riuscito a difendermi nei momenti in cui ero sotto attacco, mentre nelle fasi finali di gara ho potuto ampliare il divario con quelli alle mie spalle. Adesso pensiamo all’Ungheria, che è praticamente dietro l’angolo”.

Pierre Gasly | È stata una domenica molto deludente dopo la grande qualifica di ieri. Partivamo da una buona posizione sulla griglia, quindi ci aspettavamo una buona gara che però non è iniziata bene, dato che ho avuto un contatto con Daniel (Ricciardo) alla prima curva e ho rischiato di girarmi. Da lì in avanti è stata dura e sentivo il retrotreno un po’ strano. Abbiamo provato una strategia a due soste, ma non avevamo il ritmo giusto”.


ALFA ROMEO

Kimi Raikkonen | Abbiamo avuto una macchina tutto sommato accettabile oggi e abbiamo fatto un passo in avanti, è stato però frustrante non essere arrivati in zona punti. Ho perso tantissimo tempo all’inizio, dovendo evitare l’incidente tra le due Ferrari. La monoposto è andata in anti-stallo e non riuscivo a toglierlo. Negli ultimi 20 giri ho dovuto risparmiare benzina e non sono riuscito a spingere per prendere Kvyat. Penso che saremmo potuti arrivare in zona punti, ma ci è mancato qualcosa”.

Antonio Giovinazzi | È stato un weekend duro. Ho avuto un buon primo giro e ho recuperato qualche posizione, ma non siamo arrivati in Top 10. Possiamo comunque essere felici di lasciare l’Austria con due punti. Non vedo l’ora di correre su una pista diversa il prossimo weekend. L’Ungheria è molto diversa, il tracciato ha bisogno di molta downforce e ci sono meno rettilinei, abbiamo bisogno di concentrarci su nuove componenti da provare, per estrarre il massimo dalla nostra monoposto”.


HAAS

Romain Grosjean | Oggi la monoposto è andata molto meglio. Non siamo stati veloci abbastanza, ma è andata molto meglio, continueremo a lavorare per arrivarci. È importante sentirsi sicuri e a proprio agio con la monoposto. È andata meglio di venerdì e sabato, questo è il lato positivo”.

Kevin Magnussen | Sapevamo che non avremmo avuto abbastanza velocità oggi, sarebbe dovuto succedere qualcosa di strano per essere più avanti. Sfortunatamente, la gara non è andata come la prima. Mi sono divertito però, ho fatto una bella partenza, guadagnato delle posizioni – la mia unica arma a disposizione. La monoposto è stata consistente siamo riusciti a estendere il nostro primo stint, prima di passare alle gomme medie. È stato più di quello che potessimo sperare. Abbiamo bisogno di lavorare sul ritmo da qualifica per cominciare più avanti”.


WILLIAMS

George Russell | Devo prima di tutto chiedere scusa al team, ho completamente incasinato tutto nella prima parte di gara. Sono partito bene e ho mantenuto la posizione e ho cercato di tenerla, ma ho perso il controllo alla Curva 6. Non avevo grip e devo scusarmi con il team. Chissà come sarebbe potuto andare oggi”.

Nicholas Latifi | È stata dura, ma ho fatto un lavoro migliore rispetto allo scorso weekend, da un punto di vista della guida, e mi sono sentito molto più a mio agio. Principalmente ho lottato contro George, ma è stato comunque bello. Ci è mancato molto passo gara, peccato non aver potuto fare di più. Abbiamo ancora molto da fare, ma abbiamo imparato molto”.


Si ringrazia Gianluca Zippo per la collaborazione.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

925FollowersFollow
1,705FollowersFollow
F1 | GP Stiria 2020, le dichiarazioni dopo la gara 2
Alessandra Leoni
Classe 1989. Appassionata di F1, MotoGP e Superbike sin dalla più tenera età. Le piace tradurre, blaterare, leggere.

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE