F1 | GP Stati Uniti 2022, la cronaca della gara

di Danilo Lunetta @LunettaDanilo
23 Ottobre 2022 - 23:45

Verstappen vince davanti a Hamilton e Leclerc

A seguire la cronaca della gara del GP Stati Uniti 2022, diciannovesima prova del mondiale di F1, vinto da Max Verstappen su Lewis Hamilton e Charles Leclerc.

F1 | GP Stati Uniti 2022, gara: Verstappen vince un bel duello con Hamilton dopo un pit lento. Leclerc 3°, Sainz KO, Red Bull Campione Costruttori

Sotto il resoconto con la griglia di partenza, situazione penalità e pneumatici disponibili, ricordando che Esteban Ocon partirà dalla pit lane e anche Tsunoda va in penalità di 5 posizioni – come Perez, Alonso e Zhou – per la sostituzione di componenti del cambio.

F1 | GP Stati Uniti 2022: griglia di partenza, penalità e set a disposizione

Sole, temperature alte e vento: le solite condizioni della trasferta del circus in Texas. Si preannuncia una battaglia tra Sainz e Verstappen, con il campione del mondo assoluto favorito per la sua consueta ottima gestione degli pneumatici unita al solito ritmo martellante. Anche le Mercedes potrebbero essere della partita con Perez e Leclerc in rimonta.

Problemi ai freni sulla vettura di Hamilton, meccanici al lavoro.

Risolti i problemi sulla W13 di Lewis, inizia il warm up lap. Tutti i piloti in griglia sono su medium tranne Magnussen, Alonso, Schumacher ed Ocon che optano per gli pneumatici hard.

Giro 1 | Scatta benissimo Verstappen che brucia Sainz, lo spagnolo in uscita di curva 1 viene tamponato sulla fiancata sinistra da Russell e si gira subendo anche una foratura. Max scappa via mentre Hamilton si accoda. Perez risale in P7 e Leclerc in P10 dopo alcuni duelli.

Giro 2 | Ritiro per Sainz. Perez e Leclerc si prendono rispettivamente la P6 e la P9 in curva 12.
Giro 3 | All’inizio del terzo giro la classifica è la seguente: Verstappen, Hamilton, Stroll, Russell – 5 secondi di penalità per lui – Vettel, Perez, Norris, Gasly, Leclerc, Albon, Bottas, Alonso, Ricciardo, Tsunoda, Latifi, Zhou, Schumacher, Magnussen, Ocon.

Giro 4 | Prova ad allungare Verstappen ma Hamilton resta in zona, poco sopra i due secondi. Perez si prende la P5 su Vettel e Gasly la P7 su Norris.
Giro 5 | Salgono i tempi, compreso il ritmo di Max. Russell sorpassa Stroll per la P3, mentre Leclerc riesce a sopravanzare sia Norris che Gasly, con l’inglese che si riprende la posizione sul francese dell’Alpha Tauri poco prima.

Giro 6 | Perez si prende la P4 in curva 12 su Stroll.

Giro 7 | Hamilton guadagna 3 decimi su Verstappen portandosi a 2.4 secondi.
Giro 8 | Torna a guadagnare qualcosa Verstappen mentre Leclerc è attualmente il più veloce in pista.
Giro 9 | Verstappen inizia a martellare su un ritmo insostenibile per Lewis mentre Leclerc si avvicina a Vettel.

Giro 11 | Primi pit stop: dentro Bottas, Tsunoda, Ricciardo. Albon, Zhou e Latifi erano rientrati nel giro precedente.
Giro 12 | Ai box anche Gasly. Leclerc si prende la P6 su Vettel in curva 12.
Giro 13 | Il gap da Verstappen era salito a 5 secondi e allora il box Mercedes ferma Hamilton che monta pneumatici hard e rientra in pista in P7 a 4 secondi da Vettel.
Giro 14 | Rientrano ai box anche Verstappen e Russell – che sconta la penalità – e tornano in pista rispettivamente in P2 e P9. Leclerc si prende la P3 su Stroll in curva 12.

Giro 15 | Anche Perez e Norris fanno il loro pit stop e rientrano in pista rispettivamente in P6 e P14. Ancora buono il ritmo di Leclerc che gira non lontano dal ritmo di Verstappen.
Giro 16 | Torna ai box anche Stroll che rientra in pista in P8, mentre Hamilton si prende la P3 su Vettel in curva 1. Anche Russell si prende la P6 su Alonso in curva 1.
Giro 18 | Testacoda nell’ultimo settore per Bottas e Safety Car in pista.

Giro 19 | Rientrano ai box Leclerc, Vettel, Ocon, Albon e Magnussen. Leclerc rientra in P4, pochi metri alle spalle di Perez, mentre Vettel si ritrova in P6 tra Russell e il suo compagno Stroll.

Giro 21 | Safety Car in this lap!

Giro 22 | Alonso si prende la P8 su Gasly e Tsunoda la P10 su Norris in curva 1. Brutto incidente sul rettilineo tra curva 11 e 12 tra Stroll ed Alonso e nuovamente Safety Car in pista, ritiro per il canadese mentre riesce a tornare miracolosamente ai box e ritornare in pista Fernando.
Giro 25 | Safety Car ending.

Giro 26 | Tutto fila liscio questa volta.
Giro 27 | Martella subito Verstappen che allunga già sopra il secondo e mezzo. Leclerc molto vicino a Perez ma non ancora in grado di attaccarlo.
Giro 28 | Leclerc in zona DRS su Perez ma ancora un po’ troppo distante per l’affondo.
Giro 29 | Leclerc ci prova su Perez alla 12 ma arriva leggermente lungo e rientra alle spalle del messicano.

Giro 30 | Super sorpasso di Leclerc in curva 12 su Perez con una staccata ritardatissima.

Giro 31 | Il vantaggio di Verstappen su Hamilton sale a 2 secondi mentre Leclerc si trova a quasi 4 secondi da Hamilton.
Giro 32 | 5 secondi di penalità per Gasly per Safety Car infringment.
Giro 33 | Hamilton si riavvicina a Verstappen. Pit stop per Tsunoda e Schumacher.
Giro 35 | Pit stop per Hamilton che monta nuovamente pneumatici hard e rientra in pista in P6 alle spalle di Vettel. Anche Norris ai box.

Giro 36 | Pit stop per Verstappen e Leclerc. Lentissimo quello di Max che perde la posizione anche su Leclerc. I due rientrano rispettivamente in P5 e P6 alle spalle di Hamilton. Lotta tra Perez e Russell con il messicano che tiene la posizione.

Giro 37 | Pit stop per Russell che rientra in pista in P7 alle spalle di Magnussen. Russell si prende la P6 su Magnussen in curva 12.
Giro 38 | GPV per Verstappen che cerca in tutti i modi di riprendersi la posizione su Leclerc.

Giro 39 | Pit stop per Perez che rientra in pista in P6 ma riconquista immediatamente la posizione su Russell. Max ci prova in curva 1 su Leclerc ma Charles risponde incrociando. Verstappen, questa volta, riesce a sorpassare Leclerc in curva 12 più agevolmente.

Giro 40 | Verstappen e Leclerc a caccia di Hamilton.
Giro 41 | Hamilton si prende la P1 in curva 1 su Vettel. Rientra ai box Vettel e non c’è più nessuno tra Hamilton e Verstappen.
Giro 42 | Lungo il pit stop di Seb. 3 secondi tra Hamilton e Verstappen con Leclerc in zona DRS su Max.

https://twitter.com/F1/status/1584279921106759682

Giro 44 | Verstappen abbassa il gap su Hamilton a 2.2 secondi mentre Leclerc si trova a poco più di un secondo dall’olandese. Norris in rimonta si prende la P9 su Albon.
Giro 45 | Norris si prende la P8 in curva 12 su Ocon. Giro lento per Leclerc che scende a più di 2 secondi e mezzo da Verstappen.
Giro 46 | Pit stop per Ocon. Verstappen continua a guadagnare su Lewis.

Giro 47 | Torna discreto il ritmo di Leclerc ma Perez è a soli 3 secondi dal monegasco.
Giro 48 | Il gap tra Lewis e Max scende a 1.5 secondi.
Giro 49 | Alonso si prende la P6 su Magnussen in curva 12. Per la prima volta sotto il secondo il gap tra Hamilton e Verstappen.

Giro 50 | Apre il DRS sul rettilineo iniziale Max.

Verstappen attacca Lewis in curva 12, Hamilton prova l’incrocio ma Max non molla e chiude tutte le traiettorie non consentendo ad Hamilton di riprovarci. Norris si prende la P7 su Magnussen.

Giro 51 | Prova a restare attaccato Hamilton che tiene ancora in zona DRS.
Giro 53 | Si riprende definitivamente il ritmo di Leclerc mentre Hamilton commette un errorino nel settore finale e il gap da Max sale sopra il secondo.
Giro 54 | Prova a non mollare Hamilton ma Verstappen sembra possa allungare definitivamente.
Giro 55 | Sopra i due secondi il gap tra Max e Lewis. Pit stop per Russell per cercare il GPV. Norris si prende la P6 su Alonso.
Giro 56 | Inizia l’ultimo giro per Verstappen.

Max Verstappen vince il GP Stati Uniti 2022 e raggiunge la tredicesima vittoria stagionale, record a pari merito con Vettel e Schumacher ma battibile con tre gare alla fine. Altra gara magistrale nella giornata della conquista del titolo costruttori per Red Bull con sorpassi eccezionali prima su Leclerc e poi su Hamilton dopo la sfortuna al pit. Secondo è Lewis Hamilton, autore di una gran gara e fino a poche curve dal termine in lotta per la vittoria. Terza posizione agrodolce per Charles Leclerc: ottima rimonta per lui dalla P12 della partenza, gran sorpasso su Perez – anche in classifica piloti – ma delusione per l’incapacità di resistere agli attacchi di una super Red Bull. Quarto è Sergio Perez che riesce a rimontare dalla P9 ma non è abbastanza svelto nella difesa su Leclerc che gli soffia il podio. Quinta posizione e GPV – 1.38,788 – conquistato all’ultimo giro per George Russell ma anche la macchia della penalità per aver messo fuori dai giochi Sainz. P6 per un super Lando Norris, bravissimo a rimontare da lontano nell’ultimo stint di gara con pneumatici freschi. Settimo un grande Fernando Alonso, incolpevole nell’incidente con Stroll, incredibilmente con vettura illesa, capace di gestire un gran ritmo per tenere la zona punti. Ottava posizione per un generosissimo Sebastian Vettel, gara in rimonta – quando nella prima parte di gara si era sempre trovato in top 6 – dopo un pit stop lento che lo relega nel traffico fuori dalla zona punti. Chiudono la top ten un grande Kevin Magnussen in P9, unico con un solo pit stop, e Yuki Tsunoda in P10.

Immagine di copertina: Red Bull Content Pool