F1 | GP Stati Uniti 2021, la cronaca delle qualifiche

Pole position per Max Verstappen, alla numero 12 in carriera

Segue la cronaca delle qualifiche del GP Stati Uniti 2021, con Max Verstappen in pole position davanti a Lewis Hamilton e Sergio Pérez.

Q1

Dentro subito le Haas e Stroll per la prima parte delle qualifiche, seguiti da Leclerc e dalle Red Bull. Il primo tempo buono è del monegasco in 1:35.281 ma arrivano subito le due RB16B a farsi vedere con Verstappen che gira in 1:34.521 seguito da Pérez, vicinissimo questo weekend, a 54 millesimi. Le due Mercedes si piazzano dietro, con Bottas terzo davanti a Hamilton.

Il finlandese, poi, sconterà le 5 posizioni di penalità per il cambio della PU. Colpo di Daniel Ricciardo che si mette in testa con 1:34.407 ma è la McLaren in generale a volare, con Norris che si porta in terza posizione e Sainz che va in quarta, facendo scalare le Mercedes. Con un ulteriore giro Verstappen si riporta in testa con 1:34.352, leggermente meglio di quello che gli era stato cancellato in FP3.

Migliora e bene anche Pérez, che si porta in seconda posizione a 17 millesimi dal compagno. Gasly, Leclerc e Tsunoda completano per ora la top ten, mentre in fondo ci sono Alonso, Latifi, Schumacher, Raikkonen e Mazepin con questi ultimi due che non hanno ancora fatto segnare un tempo rapido. Gli ultimi giri vedono Charles Leclerc portarsi in testa in 1:34.153 con due decimi su Verstappen. Hamilton e Bottas migliorano i loro tempi ma restano ottavo e nono. Restano esclusi Stroll, Latifi, Raikkonen, Schumacher e Mazepin.

Q2

Le Mercedes escono subito in pista e con gomma media. Stessa scelta per Verstappen, Leclerc e Gasly mentre Pérez è su soft così come Sainz. Anche le McLaren sono su medie. Bottas fa segnare il primo tempo in 1:33.959. Hamilton lo migliora in 1:33.797, ma Verstappen fa ancora meglio e scende a 1:33.464 con Pérez che resta quarto a 6 decimi dal compagno ma vede il suo tempo cancellato.

Leclerc sale in terza ma viene scavalcato da Norris, mentre Sainz è sesto con le soft. Anche il tempo di Ricciardo viene cancellato e quindi, sia lui che Pérez, dovranno ritentare con un secondo giro. Loro, Russell, Vettel e Giovinazzi sono ancora senza tempo.

Pérez sale in settima posizione con il nuovo giro e ci resta perché nessuno degli altri fa meglio di lui. Restano esclusi Ocon (nonostante una grande scia di Alonso), Vettel, Giovinazzi, Alonso e Russell. Sainz rinuncia a migliorare il suo giro e scatterà dalla griglia su gomme soft.

Q3

Per l’ultima parte delle qualifiche sono qualificate le Red Bull, le Mercedes, le Ferrari, le McLaren e le AlphaTauri. Scendono tutti in pista tranne le Red Bull, che aspettano qualche secondo in più. Hamilton è il primo a lanciarsi: l’inglese fa segnare 1:33.564 ma Bottas gli si mette davanti per 89 millesimi.

Sainz si mette in terza davanti alle McLaren, Leclerc si mette tra il compagno e le monoposto di Woking ma è incredibile quello che succede davanti: Max Verstappen va in testa con 1:33.199 ma Sergio Pérez stupisce tutti mettendosi in pole provvisoria per 19 millesimi! La classifica ora vede due Red Bull, due Mercedes, due Ferrari, due McLaren e due AlphaTauri. Si torna in pista per gli ultimi passaggi.

Bottas è il primo a lanciarsi seguito da Hamilton, che fa un miracolo e si porta in testa con 1:33.119. Verstappen però alza ancora il livello e si prende la pole in 1:32.910! Pérez resta terzo seguito da Bottas (che scalerà nono), Leclerc, Sainz, Ricciardo, Norris, Gasly e Tsunoda. Negli ultimi giri, incredibilmente, fa capolino una spruzzata di pioggia nel T3, ma questo non permette a Verstappen e Hamilton di migliorare di molto i loro tempi.

Immagine di copertina: Twitter – Red Bull

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS