F1 | GP Stati Uniti 2021, la cronaca della gara

Verstappen vince il GP Stati Uniti 2021 davanti a Hamilton e Pérez e sale a +12 in classifica

Segue la cronaca del GP Stati Uniti 2021, vinto da Max Verstappen (Red Bull) davanti a Lewis Hamilton (Mercedes) e Sergio Pérez (Red Bull).

Sulla griglia di partenza sono tutti su gomme medie a parte Sainz e Tsunoda che partono con le soft.

https://twitter.com/F1/status/1452349496046891018

Giro 1 | Partenza perfetta di Lewis Hamilton che brucia Max Verstappen verso la prima curva e si porta in testa, con Perez a seguire e una bella lotta tra le Ferrari e le McLaren sul rettilineo opposto.

Giro 2 | Hamilton guida su Verstappen, Pérez, Leclerc, Ricciardo, Sainz, Norris, Tsunoda, Bottas, Gasly. Verstappen dopo aver lasciato andare Hamilton nel primo giro si riavvicina già alla Mercedes.

Giro 3 | GPV di Max in 1:41.750 e tre decimi recuperati su Lewis. DRS abilitato. Dal replay della partenza si vede la toccata tra Latifi e Stroll in curva 1.

https://twitter.com/F1/status/1452352043411255301

Giro 4 | GPV di Hamilton in 1:41.250. Ocon è già ai box e monta gomma dura dopo aver cambiato l’ala anteriore. Verstappen segue Hamilton come un’ombra mentre Pérez è già a 3 secondi.
Giro 5 | Altro GPV di Hamilton in 1:41.071 ma Verstappen è vicinissimo.
Giro 6 | Cambio ala per Latifi e passaggio alle hard. In uscita il canadese rischia di prendersi con Ocon che arriva più veloce.

Giro 8 | Max è sempre vicino a Lewis, mentre alle loro spalle Pérez resta a 3.4 e Leclerc è già a 12 secondi. Alonso rientra ai box. Sainz prende la sesta posizione su Norris dopo avergliela restituita per un sorpasso con vantaggio nel primo giro.
Giro 10 | Sette decimi sono il vantaggio di Hamilton su Verstappen all’inizio del decimo giro. Pit per Tsunoda che monta la dura. Bottas è ancora decimo con la seconda Mercedes, male il suo inizio di gara.

Giro 11 | Dentro Verstappen, che monta la dura dopo aver parlato col suo muretto. Rientrano anche Ricciardo, Norris e Gasly. Verstappen passa subito l’australiano sul rettilineo opposto.
Giro 12 | Pit per Sainz. Hamilton ora resta in pista con 5,7 su Pérez e 15 secondi su Leclerc.
Giro 13 | Box per Pérez (media) e Leclerc (dura).

Giro 14 | Pit di Hamilton, che torna in pista con 6 secondi di distacco da Verstappen. L’olandese ha guadagnato tantissimo nei primi giri out.

Giro 15 | Problema alla sospensione posteriore per Gasly che deve rallentare e tornerà ai box per il ritiro.

Giro 16 | Pit per Bottas, protagonista di una gara sempre più incolore. Lotta dura tra Alonso e Raikkonen in curva 1 con pezzi di carrozzeria che volano.

Giro 17 | Verstappen mantiene 6 secondi di vantaggio su Hamilton, con Pérez che gira a 5 secondi dall’inglese. Tsunoda, intanto, ha passato Bottas. Pit per Vettel.
Giro 18 | Bella lotta tra Tsunoda, Stroll e Bottas con il pilota canadese che perde due posizioni.
Giro 19 | Bottas passa anche l’AlphaTauri del giapponese e risale in ottava posizione.

Giro 20 | Verstappen mantiene un margine attorno ai 6 secondi su Hamilton. Pérez è a 12 secondi, Leclerc a 23.
Giro 21 | La lotta tra Alonso e Giovinazzi finisce con l’asturiano che, nervoso dopo non essere stato ascoltato nelle lamentele per il contatto con Raikkonen, si prende la posizione andando largo in curva 12 sull’italiano.
Giro 22 | Alonso investigato per il sorpasso su Giovinazzi.
Giro 23 | Hamilton riduce a 5.1 il divario da Verstappen.
Giro 24 | Alonso viene informato che o lascia la posizione a Giovinazzi o riceverà 5 secondi di penalità. Lo spagnolo lascia la posizione. Hamilton riduce ancora a 4.7 secondi sulla Red Bull.

Giro 25 | La battaglia personale tra Alonso e le Alfa continua, stavolta è Giovinazzi che per difendersi va largo in curva 12.

Giro 26 | L’italiano viene invitato a lasciare la posizione allo spagnolo. Bel sorpasso di Vettel su Russell.

Giro 27 | Hamilton riduce ancora a 2.9 il ritardo dopo i doppiaggi di Latifi e Ocon da parte di Verstappen.
Giro 28 | Viene attivata per circa mezzo minuto la VSC per ripulire la pista da un detrito.
Giro 29 | Il distacco tra i primi due resta di 3 secondi. Pérez è a 18 da Verstappen, seguito da Leclerc, Ricciardo e Sainz.
Giro 30 | Verstappen rientra ai box per una seconda sosta per montare ancora gomma dura. L’olandese rientra dietro Pérez, che lo tira con la scia prima di farsi passare sul rettilineo di ritorno. Pit anche per Sainz, lento per un problema con la posteriore destra.

https://twitter.com/F1/status/1452362936396169217

Giro 31 | GPV di Hamilton in 1:40.081. Perez rientra ai box insieme a Ricciardo e Norris.
Giro 32 | Hamilton ora comanda con 16 secondi su Verstappen, 28 su Leclerc e 38 su Pérez.
Giro 33 | 1:39.566 di Pérez mentre Verstappen mantiene le gomme senza forzare, rimanendo a 16 secondi da Hamilton. Leclerc si ferma per il suo pit.

Giro 34 | Verstappen guadagna sette decimi su Hamilton.
Giro 35 | Il vantaggio di Hamilton scende a 14.3 sulla Red Bull. Pérez è a 22 secondi dal compagno: seguono Leclerc, Ricciardo, Sainz, Norris. Bottas si ferma.
Giro 36 | Hamilton ora perde tempo anche da Pérez oltre che da Verstappen.

Giro 37 | L’olandese è a 12.5 dalla Mercedes ma senza spingere. Anche Perez guadagna 1 secondo sull’inglese.
Giro 38 | Hamilton a questo punto si ferma per il suo secondo pit, monta ancora gomme dure e torna in pista con 8.5 secondi di ritardo da Verstappen. L’olandese ha davanti alcuni doppiati.

Giro 39 | Davanti a Verstappen ci sono Tsunoda, Raikkonen e Alonso.
Giro 40 | Hamilton ha qualche difficoltà a superare Vettel doppiato.
Giro 42 | L’inglese si prende il GPV in 1:38.485 e scende a 6.2 di distacco da Verstappen, che ha perso tempo nei doppiaggi. Ocon deve ritirare la macchina per un problema all’ala posteriore.
Giro 43 | Intanto bella lotta tra Sainz e Ricciardo per la quinta posizione, con tanto di contatto nella parte lenta del terzo settore. Hamilton riduce a 4.5 da Verstappen.

Giro 44 | Hamilton scende a 4 secondi su Verstappen nonostante il doppiaggio di Tsunoda, non proprio agevole.

Giro 47 | Verstappen vede Hamilton avvicinarsi a 2.5. Pérez è a 25 secondi dall’inglese, seguito da Leclerc a 8 secondi, poi Ricciardo e Sainz.
Giro 49 | Hamilton riduce a 2.1, ormai ha l’olandese davanti a sé.
Giro 50 | A sette dal termine Verstappen ha 1.9 secondi su Hamilton, che si avvicina piano piano.

Giro 51 | Arriva il ritiro anche per Fernando Alonso per rottura dell’ala posteriore. Lo stesso problema di Ocon.

Giro 52 | Vettel passa Giovinazzi per l’11a posizione mentre Bottas si è riavvicinato a Sainz per la sesta.
Giro 53 | Lungo di Kimi Raikkonen con Vettel che guadagna la decima posizione e l’ultimo punto a disposizione.

Giro 54 | Il vantaggio di Verstappen scende a 1.2 per una piccola sbavatura dell’olandese nel primo settore.
Giro 55 | Davanti ai due contendenti c’è Mick Schumacher da doppiare. Hamilton si avvicina. Bottas passa Sainz per la sesta posizione.

Giro 56 | L’ultimo giro è intensissimo, con Hamilton che arriva anche sotto il secondo ma buca la possibilità di avvicinarsi sul lungo rettilineo opposto. A questo punto per Verstappen l’unico problema è portare al traguardo la macchina, seguito comunque come un’ombra dalla Mercedes che non può trovare lo spunto per passare.

Verstappen vince il GP Stati Uniti 2021 davanti a Hamilton e Pérez. Leclerc è quarto davanti a Ricciardo, Bottas, Sainz e Norris. Tsunoda e Vettel completano la top ten.

Immagine di copertina: Twitter – F1

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS