F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Racing Point, Williams, Renault e Toro Rosso al termine del Gran Premio degli Stati Uniti.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

RACING POINT

11 | SERGIO PEREZ

F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 1

“Oggi abbiamo avuto una gara straordinaria e siamo riusciti a recuperare bene come squadra. Abbiamo utilizzato una strategia a una sosta molto aggressiva e abbiamo avuto un buon ritmo per tutto il pomeriggio. Nell’ultimo giro, Kvyat si è schiantato contro di me e mi ha danneggiato l’ala anteriore, ma è stato penalizzato e abbiamo recuperato il decimo posto. Un punto significa che saliamo al sesto posto nel Campionato costruttori, che è importante con due gare da disputare. Oggi è solo un punto, ma ogni punto conta alla fine della stagione”.

18 | LANCE STROLL

F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 2

“È stato un lungo pomeriggio e sicuramente ho avuto giorni migliori. È un peccato perché la macchina andava bene e sappiamo che possiamo lottare per ottenere punti, ma purtroppo le cose non sono andate per il verso giusto. Data la nostra posizione in pista, dopo la partenza, il team ha cercato di tentare la sorte e ha cercato di passarmi a una strategia a due soste: stavamo mostrando un buon ritmo nel secondo stint, ma abbiamo finito le gomme verso la fine della gara. È un peccato, ma a volte hai giorni come questi e non ci resta che tornare a combattere in Brasile”.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

WILLIAMS

63 | GEORGE RUSSELL

F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 3

“Questa gara è stata più complicata del normale. Ho lottato con il surriscaldamento delle gomme prima ancora che calassero, rendendo la macchina difficile da guidare. Abbiamo deciso di fare una seconda sosta e abbiamo lottato con le bandiere blu per il resto della gara. Congratulazioni a Lewis Hamilton per il suo sesto titolo mondiale piloti”.

88 | ROBERT KUBICA

F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 4

“Il ritmo non c’era oggi, quindi abbiamo provato una strategia alternativa, puntando all’inizio della gara. Ho lottato con il grip e i dossi erano piuttosto difficili da affrontare con più carburante in macchina. Avevamo una perdita idraulica, quindi abbiamo dovuto ritirare la macchina. Non vedo l’ora che arrivi il Brasile, è una bella pista e speriamo di ottenere un risultato migliore”.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 5

“Sono davvero felice di ottenere due punti oggi, soprattutto dopo aver perso un po’ di terreno al primo giro. La prima parte di gara non è stata grandiosa, abbiamo perso posizioni in Curva 1 e in Curva 2. Ciò ha reso le cose difficili, ma poi la seconda parte della gara è stata molto divertente. Siamo passati a una strategia a due soste, forse un giro o due in ritardo, per mia decisione, però poi abbiamo cominciato a recuperare sugli altri. Abbiamo avuto un buon ritmo, alcuni combattimenti divertenti, quindi possiamo essere contenti di aver ottenuto due punti oggi”.

3 | DANIEL RICCIARDO

F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 6

“Abbiamo avuto molte gare divertenti quest’anno e questa è sicuramente una di queste. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo di battere entrambe le McLaren, quindi è davvero piacevole. È stata una gara consistente e abbiamo mostrato un buon ritmo. Mi è piaciuta la battaglia con Lando [Norris] mentre lo superavo e lui mi ha ripassato un paio di volte all’inizio e poi ha esercitato una certa pressione verso la fine. Siamo rimasti al sesto posto, quindi sono punti importanti anche per la squadra, con Nico nella Top 10”.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

TORO ROSSO

10 | PIERRE GASLY

F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 7

“Era stata davvero una bella gara, passata in larga parte tra i primi dieci e tenendo il passo delle McLaren. Sul finale mi sono ritrovato a lottare con Sergio, ma mi ha toccato alla Curva 13 rompendo la sospensione anteriore destra, così siamo stati costretti a ritirare la macchina. Eravamo in lotta, si è buttato all’interno della curva e il contatto ha piegato le sospensioni. Non credo fosse qualcosa di grosso, ma è stato sufficiente per farmi uscire dalla zona punti e chiudere la nostra gara. È davvero deludente terminare in questo modo un weekend in cui eravamo stati così competitivi”.

26 | DANIIL KYVAT

F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 8

“È stata una gara difficile, oggi eravamo un po’ fuori ritmo rispetto ai nostri diretti avversari. Abbiamo anche usato le gomme un po’ più del solito, quindi è qualcosa che dovremo analizzare. Nonostante questi problemi, sono riuscito a conquistare in pista la decima posizione, con un sorpasso all’ultimo giro. Penso sia stata una manovra dura ma corretta, una di quelle intense battaglie che tutti vogliono vedere e come ne abbiamo già viste in questa stagione, senza che altri piloti venissero penalizzati. Sono arrabbiato e deluso per questa penalità, perché non credo faccia bene al nostro sport”.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

923FollowersFollow
1,679FollowersFollow
F1 | GP Stati Uniti 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 10
Alessandra Leoni
Classe 1989. Appassionata di F1, MotoGP e Superbike sin dalla più tenera età. Le piace tradurre, blaterare, leggere.

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE