F1 | GP Stati Uniti 2019, libere: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

F1
GP Stati Uniti 2019, libere: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

I dossi presenti generano reazioni contrastanti tra i piloti di 02 Novembre 2019, 16:00

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Racing Point, Williams, Renault e Toro Rosso dopo le prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti.

RACING POINT

11 | SERGIO PEREZ

“Le condizioni della pista oggi erano cattive e c'erano piloti che avevano problemi con i dossi. Ho lottato con l'equilibrio della macchina, quindi devo cercare di migliorarlo per le qualifiche. Lance era molto più forte - non solo per un giro, ma sul lungo termine. È molto importante migliorare il mio ritmo di gara perché è lì che vengono assegnati i punti".

18 | LANCE STROLL

“È stata una giornata molto solida e sono entrato nel ritmo molto presto. Il bilanciamento della macchina è stato buono sia nel short run e nel long run, quindi vedremo cosa porteranno le qualifiche. In genere è una pista piuttosto accidentata e ci sono due o tre grandi dossi che stanno davvero sconvolgendo la macchina, ma è qualcosa che tutti noi dobbiamo affrontare. Non va bene nemmeno per il motore. Non credo che ci sia una soluzione rapida quest'anno, ma spero che miglioreranno le cose per il prossimo anno. È stato bello provare le nuove gomme specifiche, ma è troppo presto per trarre delle conclusioni e dobbiamo ottenere ulteriori dati su di esse".

WILLIAMS

63 | GEORGE RUSSELL

"Le condizioni erano piuttosto estreme; i dossi sono più simili a dislivelli. Ci siamo concentrati molto sui pneumatici Pirelli del prossimo anno valutando la guidabilità e l'impatto aerodinamico. Era la mia prima volta sul COTA e guidare qui dà belle sensazioni. È una delle migliori piste di nuova generazione nel calendario".

88 | ROBERT KUBICA

"Mi è piaciuto molto guidare su questo circuito, e mi sono sentito molto veloce, anche se il nostro ritmo era come previsto. Le condizioni della pista erano sconnesse ma non compromettevano troppo il giro. Non è l'ideale, ma ha aggiunto più carattere al circuito e non vedo l'ora di tornare in pista nel fine settimana".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

“I nostri long run sono stati tutto sommato buoni, tuttavia, a basso consumo di carburante, è stato difficile avere un ritmo. Speriamo di trovare un equilibrio, ma, nel complesso, la base non è poi così male. Si tratterà di estrarre tutto e di essere il più avanti possibile. La pista è piuttosto sconnessa, ma sembra succedere di anno in anno qui. Dà un poi di carattere e lo rende interessante in alcuni punti. Fa parte della sfida di Austin e dobbiamo affrontarla".

3 | DANIEL RICCIARDO

“La sessione mattutina è stata abbastanza regolare ma, nel pomeriggio, sembrava che altri piloti avessero trovato un po' di ritmo. Non siamo lontani e sono sicuro che potremo trovare qualcosa in più. Esamineremo tutto per scoprire in quali aree possiamo migliorare, ma penso che saranno piccole cose. È bello tornare a guidare qui; è un'ottima pista, anche se fa molto freddo! Chiaramente oggi la gente parlava dei dossi ma è quello che è. La preferisco così, piuttosto che completamente liscia; tutto ciò aumenta il fattore divertimento e la sfida".

TORO ROSSO

10 | PIERRE GASLY

“È stata un’ottima giornata e ho chiuso in P4 e P7 nelle due sessioni di prova. Ho un ottimo feeling con la vettura e sono contento della direzione presa con l’assetto tra la prima e la seconda sessione. Siamo riusciti a far fare alla macchina ciò che volevamo, quindi sono soddisfatto. Domani ci attendono condizioni leggermente diverse, quindi dobbiamo giocare d’anticipo con le modifiche per mantenere prestazioni simili nei prossimi due giorni. Adoro guidare su questo tracciato, è molto particolare e quei curvoni veloci sono proprio quello che adoro delle piste”.

26 | DANIIL KYVAT

“È stato un normale venerdì nel quale abbiamo completato il nostro programma, completando il numero di giri che volevamo. Ci sono un paio di curve in cui posso migliorare, quindi le cose dovrebbero andare bene”.



Condividi