F1 | GP Spagna 2024, la cronaca della gara

F1 | GP Spagna 2024, la cronaca della gara

F1GP SpagnaGran Premi
Tempo di lettura: 6 minuti
di Simone Casadei
23 Giugno 2024 - 17:35
Home  »  F1GP SpagnaGran Premi

Max Verstappen vince davanti a Lando Norris e Lewis Hamilton

Segue la cronaca del GP Spagna 2024, decima prova del mondiale di F1 vinta da Max Verstappen davanti a Lando Norris e Lewis Hamilton.

Giro 1 | Max Verstappen opta per la morbida già usata ieri in qualifica per la partenza, così come le due Mercedes, che non avevano però set nuovi a disposizione. Allo spegnimento dei semafori, Russell sfrutta un corridoio all’esterno di curva 1 per sorpassare i due della prima fila. Verstappen, nonostante lo svantaggio di mescola, scavalca Norris e si mette all’inseguimento dell’inglese.

Giro 2 | Hamilton non intende lasciar scappare la McLaren, mentre arrancano le due Ferrari, con Leclerc ad oltre un secondo dal suo futuro compagno di squadra.

Giro 3 | Verstappen non esita un istante e si mette davanti a tutti, sorpassandolo all’esterno alla 1. Leggero contatto, nello stesso punto, per Sainz e Leclerc, ma lo spagnolo è riuscito a scavalcarlo.

Giro 5 | Inizia ad allungare l’olandese, con Russell che appare più in affanno rispetto all’incredibile spunto iniziale.

Giro 7 | Sorprendente fin qui la gara di Gasly, settimo: il francese riesce a mantenere a distanza Oscar Piastri e prova a non mollare il DRS di Leclerc.

Giro 9 | Sainz riesce per la prima volta a scendere sotto il secondo nei confronti di Hamilton.

Giro 10 | Zhou e Tsunoda sono i primi a rientrare ai box. I tempi sul giro sono più alti delle simulazioni svolte venerdì, le temperature più alte stanno influendo.

Giro 11 | Il cinese e il giapponese sono imitati da Magnussen. Tutti e tre sono passati su gomma media.

Giro 12 | Pérez entra in top 10 superando Hulkenberg.

Giro 13 | Dopo l’attacco subito dal suo vecchio compagno di squadra, il tedesco rientra in pit lane.

Giro 14 | Ocon e Pérez cambiano pneumatici: medie per il francese, di nuovo morbide per il messicano.

Giro 15 | Si ferma anche l’altra Alpine di Gasly. Lenta la sua sosta, dopo un problema alla posteriore destra. Nel frattempo, vengono inflitti cinque secondi a Magnussen per falsa partenza.

Giro 16 | Rientrano all’unisono Russell e Sainz, entrambi per passare su gomma gialla. Lo spagnolo, grazie al lavoro migliore dei propri meccanici, guadagna tre secondi sul pilota Mercedes.

Giro 17 | Sosta anche per Hamilton, che copia la strategia dei diretti rivali. Il sette volte iridato rientra alle spalle di entrambi.

Giro 18 | Richiamato dentro anche Verstappen, per non perdere troppo tempo nei confronti di chi si è già fermato. Sosta superlativa per il Campione del Mondo, in 1.9 secondi.

Giro 19 | Aggressivissimo Hamilton nel sorpassare Sainz, con i due che sono arrivati al contatto in curva 1. Entrambi sono comunque rimasti in pista.

Giro 21 | Verstappen non perde tempo e infila Piastri alla prima occasione, in curva 7. L’australiano rientra ai box alla fine del giro.

Giro 23 | Richiamato anche il leader Norris, mentre rimane fuori Leclerc, per provare qualcosa di diverso. Anche per il britannico viene montata la gomma media.

Giro 24 | Anche il monegasco effettua la sua sosta, ma si decide di andare sulla gialla anche con lui. Il numero 16 rientra a sandwich tra le due Alpine di Gasly e Ocon.

Giro 27 | Norris supera agilmente Sainz, mentre Leclerc fa lo stesso con Gasly. Entrambi hanno scavalcato gli avversari in curva 1.

Giro 30 | Norris ha raggiunto Hamilton, ma il ritmo delle Frecce d’Argento è decisamente migliore rispetto a quello mostrato su gomma morbida.

Giro 32 | Dopo un primo attacco andato a vuoto, Norris toglie dal suo cammino anche la Mercedes del connazionale. Più indietro, Pérez è il primo ad inaugurare il valzer delle seconde soste.

Giro 35 | Duello bellissimo tra Norris e Russell, durato da curva 1 a curva 7. Il pilota McLaren era riuscito ad infilarsi all’esterno in curva 3, ma George ha replicato subito alla curva successiva. Lando si è poi definitivamente preso la posizione prima di affrontare la chicane in salita.

Giro 36 | Richiamato ai box Russell, onde evitare bagarre con un Hamilton apparentemente più veloce. Rientra anche Sainz, copiando la strategia avversaria: entrambi passano su gomma dura.

Giro 37 | Ora Leclerc ha strada libera per provare a ricucire quanto possibile il gap nei confronti dell’epta iridato britannico.

Giro 38 | Lo stesso cerca di fare Norris, ma Verstappen può comunque vantare su di lui 8 secondi di vantaggio.

Giro 39 | Russell firma il giro più veloce, in 1:18.367.

Giro 40 | Norris scende sotto i 7 secondi da Verstappen, ma per l’olandese potrebbe esserci pronto un set di soft nuove per l’ultima parte di gara.

Giro 42 | Cominciano anche i primi doppiaggi.

Giro 43 | Continua a scendere il distacco tra i primi due, vicino ai quattro secondi e mezzo. Hamilton intanto rientra per passare su gomma morbida usata.

Giro 44 | Richiamato anche il leader della gara: come previsto, soft nuovissima per il numero 1.

Giro 45 | Ormai incollati Sainz e Hamilton. Lo spagnolo sta faticando moltissimo con questa bianca.

Giro 46 | Incontra poche difficoltà il britannico nello scavalcare il pilota del quale occuperà il sedile l’anno prossimo.

Giro 47 | 1:17.886 per un indiavolato Verstappen. Fa meglio di lui Hamilton, in 1:17.809.

Giro 48 | Sosta per Norris e Leclerc in contemporanea: tutti e due copiano la strategia di Verstappen e Hamilton. Bravissimi in McLaren a calcolare al decimo il distacco con Russell, facendo uscire il loro pilota davanti a quello della Mercedes.

Giro 50 | 1:17.377 per Norris, che non sembra affatto risentire del leggero svantaggio di gomma nei confronti di Verstappen.

Giro 52 | Altri due decimi tolti da Norris sul proprio miglior parziale. Ottimo sorpasso di Hamilton nei confronti di Russell, all’esterno di curva 1, sfruttando al meglio le due mescole di vantaggio.

Giro 54 | Verstappen reagisce alla progressione di Norris, mantenendo il margine sui cinque secondi e mezzo.

Giro 57 | A Leclerc viene suggerito di aumentare il proprio ritmo per provare a prendere la quarta posizione nei confronti di Russell: il divario tra i due è di poco superiore ai cinque secondi.

Giro 63 | Leclerc è sui due secondi di distacco da Russell. Più avanti, nonostante gli sforzi, non sembra potersi concretizzare la rimonta di Norris nei confronti di Verstappen.

Giro 65 | 2.7 tra i primi due, poco più di un secondo tra i due piloti in lotta per la quarta posizione.

Giro 66 | Niente e nessuno ha potuto fermare un perfetto Max Verstappen, che trionfa per la 61esima volta in carriera, la terza consecutiva in terra spagnola. Secondo un Lando Norris veloce, ma non abbastanza preciso nella fase di partenza per poter pensare di insidiare il Campione del Mondo. A podio, per la prima volta da Messico dell’anno scorso, Lewis Hamilton. Russell riesce a beffare Leclerc di pochi decimi sul finale. La zona punti è chiusa da Sainz, Piastri, Pérez, Gasly e Ocon.

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#13 | GP UNGHERIA
DATI E PREVIEWINFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 luglio | Budapest
Hungaroring | 70 Giri

#hungariangp

LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: )
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: )

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live