F1 | GP Spagna 2022, Il caso Aston Martin – Red Bull. La somiglianza c’è, per la FIA nessuna violazione dopo un primo controllo

La AMR22 e le pance “ispirate” alla RB18 fanno già parlare. Ma per la Federazione è tutto ok

Da Barcellona – Si aspettavano con grande attesa gli aggiornamenti dei tre top team ma, dopo il giovedì di Barcellona, si parla al momento solo di uno dei tre e neanche per suoi interventi diretti. Il caso della prima giornata al Circuit de Catalunya interessa infatti sì la Red Bull, ma in quanto fonte di ispirazione del grande update portato in pista dalla Aston Martin sulla AMR22, trasformatasi esteticamente, per quanto riguarda pance ed imboccature, in una gemella della RB18.

Già dalle prime foto si sono potute notare due novità di grande ispirazione: la prima è l’andamento con doppia bombatura delle fiancate stesse e la seconda è la diversa forma delle imboccature, non più di sezione quadrata ma rettangolare, diverse nella RB18 in quanto “tagliate” se viste lateralmente.

Indycar | GP Indianapolis 2022: La cronaca e le classifiche

La somiglianza tra le due monoposto, viste di lato, è rimarchevole, tanto che la FIA ha già provveduto ad effettuare alcuni controlli. La Federazione ha infatti verificato prima del weekend la legalità della soluzione adottata da Aston Martin sulla base dell’articolo 17.3 del regolamento tecnico, riguardante il famoso Reverse Engineering.

Entrambi i team hanno collaborato con la FIA fornendo tutte le informazioni necessarie all’investigazione, tra cui analisi del CAD e del processo di sviluppo adottato da Aston Martin. Il risultato di questi controlli indica che non ci sono stati comportamenti scorretti e, pertanto, le fiancate della AMR22 possono essere considerate in linea con il regolamento.

L’articolo 17.3 proibisce la conversione di materiale fotografico in modelli CAD così come il trasferimento di progetti tra team. Allo stesso tempo la stessa regola permette che i design e le soluzioni possano essere influenzate da quelle di altri team, così com’è sempre successo in Formula 1.

Nulla di fatto quindi per il momento anche se, per completare le informazioni a disposizione, va ricordato che Dan Fallows ha lasciato il suo ruolo di Chief Engineer dell’area aerodinamica Red Bull passando proprio ad Aston Martin a partire dal 2 aprile.

Co-autore: Paolo Filisetti

Immagine: P300.it

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS