F1 | GP Singapore 2023, la cronaca delle qualifiche

F1 | GP Singapore 2023, la cronaca delle qualifiche

F1GP SingaporeGran Premi
Tempo di lettura: 5 minuti
di Danilo Lunetta @LunettaDanilo
16 Settembre 2023 - 17:15
Home  »  F1GP SingaporeGran Premi

Pole position per Sainz davanti a Russell e Leclerc

Segue la cronaca delle qualifiche del GP Singapore 2023, sedicesima prova del mondiale di F1. Carlos Sainz è in pole position davanti a George Russell e Charles Leclerc.

Così come a Monza le Ferrari di Carlos Sainz e Charles Leclerc sembrano poter sfidare Max Verstappen per la pole position e, in questa occasione, si presentano addirittura favoriti rispetto all’appuntamento italiano dopo aver condotto le tre sessioni di libere tutte al comando. L’olandese è apparso in difficoltà finora su una RB19 molto nervosa sul posteriore, soprattutto in trazione. George Russell e Lando Norris sembrano gli altri due possibili sfidanti per la pole position. Lewis Hamilton, Sergio Perez e Fernando Alonso sembrano, invece, più attardati. Condizioni metereologiche serene dopo il temporale della nottata.

Q1

Iniziano le qualifiche e c’è subito grande traffico in pista: restano inizialmente ai box le due Mercedes, le due Alpine, Tsunoda, Albon e Alonso. Il primo crono interessante è quello di Norris in 1.32.556, spodestato poco dopo da Leclerc in 1.32.523. Dietro di loro Perez, Verstappen, Piastri e Sainz mentre si lanciano le due Mercedes. Proprio Russell scalza Leclerc al comando in 1.32.478 mentre Hamilton si inserisce in P5 tra le due Red Bull di Perez e Verstappen. Si rilanciano tutti i big ad eccezione delle Mercedes rientrate in pit lane mentre Ocon si inserisce in P8 e Tsunoda in P9. Gasly si porta in P6 mentre finalmente segna un tempo anche Alonso che scalza il francese ex Alpha Tauri dalla sesta posizione. Prima Verstappen e poi Sainz si prendono la testa con lo spagnolo che chiude il giro in 1.32.339 e il campione del mondo staccato di appena 59 millesimi. Anche Leclerc è vicinissimo in terza posizione a soli 8 millesimi dall’olandese.

Tra Sainz e Lawson, in decima posizione, il gap è di 385 millesimi, mentre lo spagnolo e Hulkenberg, in P15, è di appena 821 milesimi.

Visti i distacchi ridottissimi rientrano per il secondo run tutti i piloti. Si migliorano praticamente tutti: Tsunoda si porta in P1 in 1.31.991, poi Perez, Hulkenberg, Lawson, Magnussen e Russell ma, mentre arriva sull’ultima curva, Stroll perde la sua vettura e va a picchiare sulle barriere causando bandiera rossa e la conclusione della sessione.

Gli eliminati sono dunque nell’ordine: Bottas, Piastri, Sargeant, Zhou e lo stesso Stroll.

Doppia investigazione per impeding per Max Verstappen.

Q2

Dopo una lunga pausa per un check e ripristino delle barriere inizia il Q2: subito dentro le due Red Bull, le due Haas, Norris, le due Ferrari – su pneumatici soft usati – poi Alonso e tutti gli altri piloti ad eccezione delle due Mercedes. Il primo crono è di Max in 1.32.307, subito battuto da Magnussen in 1.32.170, poi arrivano gli altri big ed è Alonso a mettersi davanti a tutti in 1.31.835, poi Sainz, Norris e Leclerc. Mentre entrano le due Mercedes anche Ocon e Gasly si mettono davanti alle due Red Bull, in evidente difficoltà. Chiudono il giro le due Mercedes con Russell a prendersi il comando in 1.31.743 e Hamilton che chiude quinto a 276 millesimi dal compagno di squadra.

Quando mancano meno di quattro minuti al termine della sessione si parte per il secondo run e Verstappen – altra, la terza, investigazione per impeding per l’olandese – e Perez sono rispettivamente in P10 e P11. Ancora difficoltà per Verstappen che non si migliora nel primo settore, mentre tutti gli altri piloti accendono i loro migliori settori. Perez finisce in testacoda durante il suo tentativo. Verstappen si migliora ma si porta solo in P10 e viene subito spodestato da Lawson mentre Sainz si va a prendere il comando in 1.31.439. Leclerc si migliora pochissimo risalendo in P7 ma a quasi sei decimi dal compagno di squadra – c’è da aggiungere che il monegasco pesca nel suo tentativo la bandiera gialla causata dal testacoda di Perez.

Gli esclusi sono rispettivamente: Verstappen, Gasly, Perez, Albon e Tsunoda.

Q3

Semaforo verde per il Q3 e l’ordine del primo run è: Magnussen, Hulkenberg, Alonso, Sainz, Norris, Leclerc, Lawson, Russell e Hamilton. Norris è veloce ma non quanto Sainz che si prende la pole provvisoria in 1.31.170, poi arriva Leclerc che si porta in seconda posizione a 251 millesimi dallo spagnolo. Russell e Hamilton, su pneumatici usati, si mettono rispettivamente in P4 e P5 davanti ad Alonso, Magnussen, Hulkenberg, Ocon e Lawson.

L’ordine per il secondo run è: Magnussen, Hulkenberg, Alonso, Sainz, Norris, Leclerc, Lawson, Ocon, Russell e Hamilton. Vola Sainz nel primo settore ma Norris e Leclerc non sono da meno. Fortissimo Leclerc nel settore centrale, così come Russell.

Pole position per Carlos Sainz, seconda in stagione – consecutiva – e quinta in carriera per lo spagnolo. Altro giro capolavoro per Carlos che sfrutta al meglio la miglior Ferrari della stagione e il suo stato di forma brillante. Secondo, staccato di appena 72 millesimi, è George Russell che con un ottimo secondo tentativo spezza la possibile prima fila Ferrari e si presenterà domani in gara come uno dei favoriti. Terzo è Charles Leclerc, anche lui distante appena 79 millesimi dalla pole, ma nuovamente deluso per essere stato battuto dal compagno di squadra. Quarta posizione per Lando Norris, vicino ma non abbastanza per attaccare la pole position ma comunque bravo a mettersi dietro un grigio Lewis Hamilton in P5. Ottima sesta posizione per Kevin Magnussen, tornato brillante in qualifica. P7 per un deludente Fernando Alonso, decisamente troppo distante dalla pole position, P8 per un buon Esteban Ocon, in ripresa dopo una pessima striscia in qualifica. Chiudono la classifica Niko Hulkenberg in nona posizione e un eccellente Liam Lawson in decima, alla prima top ten in carriera.

Immagine di copertina: Ferrari Media Centre

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#13 | GP UNGHERIA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 luglio | Budapest
Hungaroring | 70 Giri

#hungariangp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: 18:00)
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: 16:30)

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live