F1 | GP Singapore 2022, la cronaca della gara

di Danilo Lunetta @LunettaDanilo
2 Ottobre 2022 - 18:00

Perez vince davanti a Leclerc e Sainz

A seguire la cronaca della gara del GP Singapore 2022, diciassettesima prova del mondiale di F1, vinto da Sergio Perez su Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Sotto il resoconto con la griglia di partenza, situazione penalità e pneumatici disponibili, ricordando che George Russell partirà dalla pit lane.

Partenza ritardata di – almeno – 30 minuti causa pioggia.

Partenza prevista per le 15:05.

Pit lane aperta, condizioni della pista da pneumatici intermedi.

Tutti i piloti optano per la partenza per gli pneumatici intermedi nuovi ad esclusione dei due Alpha Tauri che utilizzano intermedie rodate.

Giro 1 | Scatta benissimo Perez che riesce a sorpassare Leclerc in curva 1, lo stesso riesce a Sainz su Hamilton. Verstappen perde tante posizioni e si ritrova a metà giro addirittura in P12, mentre Norris è riuscito a sopravanzare Alonso. Anche Vettel è autore di una super partenza che gli consente di guadagnare 5 posizioni fino alla P8.

Giro 2 | Verstappen in due curve sorpassa sia Magnussen che Stroll per prendersi la P10.

Giro 3 | Leclerc è molto vicino a Perez ma non abbastanza da attaccarlo. Verstappen si prende la P9 su Tsunoda.
Giro 4 | Perez e Leclerc hanno già un discreto vantaggio su Sainz ed Hamilton i quali a loro volta hanno distaccato Norris, Verstappen si trova già oltre i 20 secondi dalla testa.
Giro 5 | Russell, nel frattempo, ha guadagnato poche posizioni e si trova solamente in P17. Verstappen è, invece, ancora bloccato negli scarichi di Vettel.
Giro 6 | GPV di Perez in 2.00.094, ci si avvicina a scendere sotto i due minuti. Migliora dietro il ritmo di Sainz ed Hamilton.

Giro 7 | Bandiera gialla nel primo settore, contatto tra Zhou e Latifi con ritiro per il cinese, pit stop forzato per Latifi con ala anteriore danneggiata e posteriore sinistra forata.

Giro 8 | Pit stop per Magnussen. Safety Car deployed. Sospensione danneggiata e ritiro per Latifi.

Giro 10 | Safety Car ending.
Giro 11 | Si riparte e le posizioni restano invariate alla prima curva. Super sorpasso di Verstappen in curva 5 su Vettel per la P8. Max si prende anche la P7 su Gasly nel settore centrale.

Giro 12 | Perez fa il GPV, il primo sotto i 2 minuti. Verstappen è già negli scarichi di Alonso mentre Perez e Leclerc riprendono da dove avevano lasciato, con un altro ritmo rispetto agli avversari
Giro 13 | GPV per Leclerc in 1.59.328.

Giro 14 | Max resta ancora bloccato negli scarichi di Alonso che, come al solito, non molla facilmente il colpo.

Giro 16 | GPV di Perez in 1.59.0, Leclerc è l’unico a tenere il passo e si trova a circa 1.5 secondi dal messicano.
Giro 18 | GPV di Leclerc in 1.58.983. Verstappen in radio segnala che la pista è ancora troppo bagnata per passare alle slick.
Giro 19 | GPV di Perez 1.58.905 e il gap di Leclerc dal messicano è salito sopra i 2 secondi.
Giro 20 | Altro GPV di Perez in 1.58.7.
Giro 21 | Ancora Perez in 1.58.519, sempre più veloce e gap salito sopra i 2.5 secondi. Problemi alla PU per Alonso che è costretto al ritiro.
Giro 22 | VSC deployed. Pit stop per Russell che tenta il colpo passando alle slick medie e ripartendo dalla P17. Uscita dai box e prime curve tutte di traverso per l’inglese della Mercedes.

Giro 23 | Green flag, Hamilton è molto vicino a Sainz mentre Leclerc si trova a cirva 3 secondi da Perez.

Giro 24 | GPV di Verstappen in 1.58.377 mentre Leclerc si riavvicina a Perez scendendo a 2.5 secondi. Al momento il ritmo di Russell è molto più lento rispetto ai rivali.
Giro 25 | Si riprende il GPV Perez in 1.58.332. Verstappen si avvicina adesso a Norris.
Giro 26 | GPV di Perez in 1.58.161. Albon finisce a muro nel settore centrale ma riesce a ripartire perdendo solamente l’ala anteriore. Altra VSC.


Giro 27 | VSC ending e si riparte. Leclerc si trova addirittura a 4 secondi da Perez. Ritiro anche per Albon.
Giro 28 | Altro lungo nel settore 2, questa volta di Ocon. Si tratta di un problema alla PU per cui doppio ritiro per Alpine. VSC deployed.

Giro 30 | VSC ending, rischio di contatto tra Norris e Verstappen. Leclerc perde ancora tanto a causa della VSC.
Giro 32 | GPV di Leclerc in 1.56.259 e Charles si avvicina a circa 3 secondi da Perez.
Giro 33 | Anche Hamilton finisce a muro ma riesce a ripartire, nonostante il botto intenso solamente la sua ala anteriore ne esce leggermente danneggiata per l’inglese. Lewis rientra in pista tra Norris e Verstappen.

Giro 34 | Pit stop per Gasly mentre Russell inizia a segnare intertempi record. Rientrano anche Bottas e Tsunoda.

Giro 35 | Rientra ai box Leclerc che monta pneumatici medi ma il pit stop è lungo – 5.3 secondi. GPV di Russell in 1.56.177. Rientrano ai box anche Hamilton, Vettel e Schumacher. Vettel rientra in pista davanti ad Hamilton che è costretto ad un pit stop lungo per il cambio ala.

Giro 36 | Pit stop per Perez, Sainz e Verstappen. Lungo di Tsunoda che finisce a muro nel settore centrale e provoca l’ingresso della Safety Car.

Giro 37 | Rientrano ai box Norris e Ricciardo, gli unici piloti che non erano ancora passati alle slick.

Giro 39 | 36 minuti più un giro al termine. Safety Car ending.
Giro 40 | Verstappen prova il soprpasso in curva 6 su Norris ma effettua un bloccaggio importante e finisce lungo in via di fuga generando un enorme flatspot sui suoi pneumatici.

Giro 41 | Pit stop per Verstappen che monta pneumatici soft e finisce in ultima posizione. Posteriore destra forata per Russell in seguito ad un contatto in curva 1 con Schumacher. Notata azione di Perez per Safety Car infringement.
Giro 42 | Nel frattempo Leclerc è negli scarichi di Perez dopo aver realizzato il GPV in 1.53.302. Foratura anche per Schumacher che procede lentamente.
Giro 43 | GPV di Leclerc in 1.52.533. DRS enabled mentre Perez segnala problemi di driveability sia in accelerazione che in frenata.
Giro 44 | GPV di Leclerc in 1.51.724. Risponde Verstappen in 1.51.370, mentre Norris è negli scarichi di Sainz.
Giro 45 | GPV di Perez in 1.51.355. Ancora Max in 1.50.616. Leclerc è, comunque, vicinissimo a Perez.

Giro 46 | GPV di Leclerc in 1.50.328. Leclerc si fa vedere in curva 5 su Perez ma non affonda l’attacco. GPV di Verstappen in 1.50.049.
Giro 47 | Verstappen si prende la P11 su Magnussen in curva 5.
Giro 48 | Ancora molto aggressivo Leclerc su Perez tanto da effettuare un lungo e finire sopra il secondo da Perez.
Giro 49 | GPV di Perez che porta il gap a 1.3 secondi.
Giro 50 | GPV di Leclerc in 1.49.177. Verstappen si prende la P10 su Bottas.
Giro 51 | Perez è ufficialmente sotto investigazione, mentre Verstappen si prende la P9 su Gasly in curva 5.

Giro 53 | GPV di Perez in 1.48.841 e il gap su Leclerc sale quasi a 3 secondi.
Giro 54 | Altro GPV di Perez in 1.48.578. Verstappen è negli scarichi di Hamilton che è in difficoltà con la temperatura dei suoi pneumatici.
Giro 55 | Abbassa il GPV di 2 millesimi Perez in 1.48.576: il messicano prova ad aumentare il gap su Leclerc oltre i 5 secondi per proteggersi da eventuali penalità. Quando mancano 5 minuti più un giro il gap di Perez su Leclerc è di 3.5 secondi.
Giro 56 | GPV di Russell in 1.46.458.
Giro 57 | Nel tentativo di attaccare Vettel, Hamilton arriva lungo e ne approfitta Verstappen prendendosi la P8.
Giro 58 | Lentissimo adesso Leclerc il cui gap da Perez è salito a 7 secondi mentre inizia l’ultimo giro. Verstappen riesce a prendersi la P7 su Vettel in curva 5.

Sergio Perez vince il GP Singapore 2022, gara perfetta per il messicano che bissa la vittoria di Monaco e si avvicina in classifica al secondo posto. Quarta vittoria in carriera per Checo votato anche come Driver of the Day. Da segnalare che il messicano si trova, comunque, ancora sotto investigazione. Ancora una volta secondo Charles Leclerc il quale perde la gara praticamente in partenza non riuscendo poi a trovare mai lo spunto per affondare l’attacco su Perez nonostante un ritmo, in certe fasi della gara, decisamente più performante. Terzo e podio ritrovato per un opportunista Carlos Sainz che ottiene il massimo da una gara complicata dal punto di vista del passo praticamente in tutte le sessioni e condizioni. P4 per un grandissimo Lando Norris fortunato con il timing della Safety Car ma veramente veloce e costante per tutta la gara. Quinto è il suo compagno di squadra Daniel Ricciardo, bravo e fortunato anche lui a sfruttare l’occasione concessagli del cambio gomme in regime di Safety Car. P6 per un ottimo Lance Stroll, sempre in palla e con zero errori fino alla bandiera a scacchi. Settima posizione per Max Verstappen, gara pasticciata per il campione del mondo dopo una brutta partenza e un attacco non riuscito nei confronti di Lando Norris in occasione della ripartenza dalla seconda Safety Car. Lewis Hamilton chiude in ottava posizione dopo una gara molto deludente condita da due importanti errori non da lui. Chiudono la top ten un buon Sebastian Vettel in P9 e Pierre Gasly in P10.

Immagine di copertina: Red Bull Content Pool