F1 | GP Singapore 2022: Ferrari con un nuovo fondo sulla F1-75 per ritrovare il giusto bilanciamento

di Paolo Filisetti @paolofilisetech
29 Settembre 2022 - 11:00

La nuova specifica del fondo Ferrari rappresenta una via di mezzo tra due precedenti versioni

La Ferrari guarda al GP di Singapore, che riapre le danze a Marina Bay dopo tre settimane dal GP d’Italia, con ottimismo per una tappa in cui la F1-75 potrebbe tornare competitiva al punto da lottare per il successo.

Non si tratta di una certezza: d’altronde la monoposto non è la stessa di inizio stagione per quanto riguarda i livelli di trazione e gestione delle gomme. Eppure c’è fiducia nel nuovo pacchetto aerodinamico previsto per questa gara.

Questo nuovo sviluppo riguarda essenzialmente il fondo ed è incentrato maggiormente nella parte delle imboccature dei canali Venturi. Facendo un passo indietro, Ferrari aveva introdotto una versione aggiornata del suo fondo per il GP di Francia a Le Castellet, utilizzata poi fino a Monza. Questa era costituita da una transizione squadrata tra canali interni ed esterni.

F1 | GP Singapore 2022: Ferrari con un nuovo fondo sulla F1-75 per ritrovare il giusto bilanciamento

Il confronto tra la versione adottata dalla Francia sino a Monza e la previsione di quella introdotta a Singapore. Il disegno mette in evidenza la diversa conformazione delle imboccature dei canali Venturi, per recuperare carico e bilanciamento

Proprio a Monza, dopo le ultime deludenti gare, a Maranello si era deciso di effettuare un test comparativo con Carlos Sainz, usando la versione installata fino all’Austria che prevedeva una transizione più dolce tra i canali. Per il GP d’Italia i tecnici del Cavallino hanno deciso di mantenere l’ultima versione viste le caratteristiche della pista brianzola, seppur da nostre fonti avevamo saputo che non si era trattato di una bocciatura finale per la precedente.

Arriviamo quindi a Singapore. La versione che vedremo a Marina Bay dovrebbe rappresentare una via di mezzo tra le ultime due, con una transizione inclinata a circa 45 gradi tra i due canali interni (più alti) e quello esterno dall’altezza ridotta. Oltre a questo si dovrebbe vedere una modifica al diffusore, con dei ritocchi nella V centrale.

L’obiettivo è quello di ritrovare il bilanciamento che è sembrato mancare dal GP d’Ungheria in poi, con conseguente problema di degrado degli pneumatici ad inficiare il passo gara.

Immagine: Media Ferrari