F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Racing Point, Williams, Renault e Toro Rosso dopo il Gran Premio di Singapore.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

RACING POINT

11 | SERGIO PEREZ

F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 1

“Sono molto deluso. È stata una gara molto impegnativa. Eravamo lì ed siamo stati molto pazienti, tenendoci fuori dai guai, che è la priorità numero uno qui. Stavamo andando molto bene fino alla fine ed eravamo in rotta per alcuni punti. Sfortunatamente, abbiamo avuto una perdita d’olio e il team mi ha detto di ritirarmi. È un vero peccato perché oggi credo che i punti fossero possibili”.

18 | LANCE STROLL

F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 2

“La gara è stata piena di eventi ma oggi non è andata per il verso giusto. Ho iniziato bene e stavamo andando bene. Ma dopo la ripartenza della Safety Car ho fatto un errore, mi sono avvicinato un po’ troppo al muro e ho forato. A Singapore, si tratta di tenersi lontani dai muretti, quindi dopo è stata dura! Abbiamo perso un sacco di tempo perché dovevamo cercare un nuovo musetto, quindi è stata una spiacevole battuta d’arresto. È sicuramente un weekend da mettere alle spalle”.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

WILLIAMS

63 | GEORGE RUSSELL

F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 3

“È stata una corsa da buttare fin dall’inizio; sono stato rimasto schiacciato nella prima curva tra Robert e Daniel (Ricciardo). Mentre la gara procedeva il nostro ritmo sembrava buono, ma poi Grosjean è andato per il sorpasso all’entrata della Curva 8. All’apice eravamo fianco a fianco, ho avuto lo slancio e poi sono arrivato all’uscita che ero molto più avanti rispetto a lui. A quel punto è chi sta all’esterno che deve fare spazio. Successivamente, la sua parte anteriore destra ha colpito la mia sinistra posteriore e io sono finito a muro. Quello che sembrava un weekend abbastanza accettabile si è rivelato un’occasione mancata”

88 | ROBERT KUBICA

F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 4

“Penso di aver affrontato abbastanza bene tutte le difficoltà che questa gara porta al pilota, alla macchina e alle gomme. Abbiamo avuto un problema di bilanciamento con il set finale di gomme, quindi gli ultimi 20 giri sono stati piuttosto impegnativi. Il risultato non è eccezionale, come ci aspettavamo, ma come obiettivo e risultato personale penso che sia abbastanza, guardando anche a quanto è dura questa gara. So dove ero due o tre anni fa e nessuno avrebbe mai creduto che sarei riuscito a fare una gara così buona”.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 5

“Sono felice che abbiamo ottenuto qualcosa dalla gara, anche se non è quello che volevamo oggi. Dopo il contatto al primo giro poteva essere difficilissima, ma siamo rimasti calmi, pazienti e siamo riusciti a prendere due punti. Siamo stati un po’ fortunati con la prima Safety Car. È sempre ricco di eventi qui e devi rimanere nel gioco. Abbiamo fatto bene a superare – è così difficile farlo qui – quindi possiamo esserne contenti”.

3 | DANIEL RICCIARDO

F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 6

“Oggi è stata lunga ed è un peccato che sia finita così. L’inizio è stato divertente con alcuni buoni sorpassi. Ho acquisito un po’ di fiducia lì e sono entrato nel ritmo. Poi tutto si è vanificato con l’incidente e la foratura, il che implicava che la nostra gara fosse più o meno finita lì. Oggi meritavamo un risultato migliore”.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

TORO ROSSO

10 | PIERRE GASLY

F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 7

“Questa gara mi è piaciuta tantissimo! Le cose non sono andate proprio come speravamo con l’ingresso della prima safety car, ma l’ultima parte della gara è stata davvero entusiasmante. L’inizio per noi è stato abbastanza positivo e – anche se in quel momento non lo sapevo – abbiamo corso per la seconda posizione alcuni giri prima della sosta! Poi, quando è uscita la safety car abbiamo perso tre o quattro posizioni, è stato piuttosto irritante. Ho dato tutto quel che avevo per poter passare Kimi e poi ho ingaggiato delle battaglie con Kevin e Lance, quindi è bello aver conquistato dei punti. È stata una gara difficile, ma questo è un bel risultato per la squadra in ottica campionato, visto che è piuttosto combattuto. Sono davvero felice per come stanno andando le cose con il team, miglioriamo ogni weekend e dobbiamo continuare a spingere nella stessa direzione per le prossime gare”.

26 | DANIIL KYVAT

F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 8

“Semplicemente, non era la mia giornata. Quando ti ritrovi ad affrontare gare come questa, puoi solo alzare la mano, prenderti la colpa e passare alla corsa successiva. Oggi potevo andare a punti ma, sfortunatamente, non ci sono riuscito. Sono rimasto bloccato dietro dei piloti e non ho guidato al massimo delle mie potenzialità. Non cerco scuse, ma mi sono anche ritrovato a dover gestire gli specchietti stranamente appannati che non mi aiutavano a difendermi: ho solo dovuto dare più spazio a causa della mancanza di visibilità. Alla fine, il contatto con Kimi ha danneggiato la mia auto, rendendo tutto ancora più complicato, ma la mia gara era già compromessa”.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

925FollowersFollow
1,690FollowersFollow
F1 | GP Singapore 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso 10
Alessandra Leoni
Classe 1989. Appassionata di F1, MotoGP e Superbike sin dalla più tenera età. Le piace tradurre, blaterare, leggere.

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE