F1 | GP Singapore 2019, qualifiche: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

F1
GP Singapore 2019, qualifiche: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

Ottima qualifica per la Renault, disastro Racing Point di 22 Settembre 2019, 08:50

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Racing Point, Williams, Renault e Toro Rosso dopo le qualifiche del Gran Premio di Singapore.

RACING POINT

11 | SERGIO PEREZ

“Tutti hanno fatto un lavoro straordinario per rimettere insieme l'auto in tempo per le qualifiche. È un peccato che abbia danneggiato la macchina nelle ultime prove libere. Questo circuito non consente un singolo errore, ma io ne ho fatto uno. Abbiamo molto lavoro da fare prima di domani, ma credo che abbiamo l'opportunità di recuperare e combattere. È una gara lunga e sono stato in questa posizione prima a Singapore. So che qui può succedere di tutto: anche quando pensi di essere fuori, puoi ancora farcela. Abbiamo un buon ritmo di gara e ci aspettano due ore di gara. Dobbiamo assicurarci di terminare la gara, di rimanere fuori dai guai per poter andare a punti”.

18 | LANCE STROLL

“Eravamo in una brutta posizione in pista. Penso che abbiamo avuto un divario di quattro secondi rispetto alla macchina davanti e stavo facendo pressioni per iniziare il giro. Non credo sia colpa di nessuno. Stiamo tutti facendo del nostro meglio per cercare di ottenere la pista libera. Nel Q1 ci sono 20 macchine in pista e tutti sanno quanto sia importante. L'aria pulita è molto, molto importante qui e sentivo come una mancanza di grip nel secondo giro, per cui non ho potuto fare il tempo richiesto. Ci mancava un decimo per entrare in Q2 quindi era davvero poco. Adesso è tempo di concentrarsi sulla corsa”.

WILLIAMS

63 | GEORGE RUSSELL

"Abbiamo deciso di rischiare e di uscire il più tardi possibile per ottenere il meglio dal circuito. Sfortunatamente, molti altri piloti stavano provando a fare lo stesso e il mio giro di riscaldamento è stato di 20 o 30 secondi più lento di ogni altro fatto in questo weekend. Quando ho iniziato il giro, sapevo che fosse già rovinato. È stato un peccato dato che avevamo poche possibilità di un buon risultato, ma non doveva andare così".

88 | ROBERT KUBICA

"Abbiamo migliorato il bilanciamento della vettura per le qualifiche e sono rimasto un po' sorpreso. Sapevo di avere un secondo set di nuove gomme e l'evoluzione della pista era marcata, ma abbiamo avuto un problema con il rifornimento di carburante e abbiamo lasciato il garage troppo tardi. Sfortunatamente, ho preso la bandiera a scacchi prima di iniziare il mio giro finale. È un peccato ma è così. La gara sarà una grande sfida. La pista è impegnativa sia fisicamente che mentalmente. Sarà anche dura per le gomme e la macchina".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

“Oggi le qualifiche sono state molto intense e abbiamo dato tutto. Probabilmente abbiamo raggiunto il massimo, ero contento dei miei giri. È sempre difficile qui, è un circuito molto intenso, ma è per questo che a tutti noi piace correre qui. È anche difficile sorpassare qui. C'è da valutare anche la strategia e il fatto che possano uscire molte Safety Car".

3 | DANIEL RICCIARDO

"La nostra intenzione era quella di entrare in Q3, quindi è un risultato positivo per entrambe le auto. Non sono deluso, è stato un bello sforzo e ci siamo ripresi bene durante il fine settimana. Sono contento dell'ottavo posto e c'è molto da giocarsi. Dobbiamo concentrarci sulla gara ora. Vedremo cosa succederà. La gara è la più dura dell'anno, ma mi piace la sfida".

TORO ROSSO

10 | PIERRE GASLY

“Ci aspettavamo una qualifica serrata per entrare tra i primi dieci. Ero riuscito a farlo in Q1, con il nono tempo, poi nel Q2 siamo stati più lenti di un decimo e siamo rimasti fuori, questo rende l’idea di quanto fossimo tutti vicini. Quand’è così è sempre un po’ frustrante, ma penso che oggi abbiamo fatto il massimo. Domani ci schiereremo in P12, quindi dovremo studiare le strategie e capire se possiamo trarre vantaggio dal poter scegliere le gomme con cui partire in gara. Spingerò il più possibile, saranno 61 lunghi giri in cui può succedere di tutto, quindi sarà importante fare una gara pulita e lottare fino alla fine, sperando di poter segnare punti per la squadra”.

26 | DANIIL KYVAT

“Non posso essere soddisfatto delle mie qualifiche, l’ultimo giro è stato pessimo e sapevo che una volta tagliato il traguardo, non avrei avuto alcuna possibilità di passare alla Q2. Ho trovato molto traffico ed è stato un peccato, perché mi è costato parecchio tempo. E poi quel piccolo errore con lo switch del motore, nel primo settore, non mi ha aiutato. Su una pista del genere, dove ogni giro conta, non aver girato nella terza sessione di libere ci ha danneggiati. Quando sono andato in pista per la Q1 non avevo ritmo né feeling con la macchina. Per domani mi aspetto una gara dura, ma potrebbe essere piuttosto imprevedibile e questo potrebbe anche giocare a nostro favore, quindi potremmo anche avere l’opportunità di andare a punti”.



Condividi