F1 | GP Singapore 2019: Haas, McLaren, Alfa Romeo

F1
GP Singapore 2019: Haas, McLaren, Alfa Romeo

Un brutto weekend per le Haas. Un punto per Giovinazzi di 24 Settembre 2019, 08:15

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Haas, Mclaren e Alfa Romeo dopo il Gran Premio di Singapore.

HAAS

8 | ROMAIN GROSJEAN

"Non eravamo lontani dai punti. Kevin (Magnussen) stava facendo una grande gara all'inizio, era nella top 10. Abbiamo provato una strategia diversa: rimanere molto a lungo sulle gomme medie. Stavamo aspettando la safety car, che poi è arrivata quando ho avuto il contatto con George (Russell). Devo vedere il filmato, ma ero il più a sinistra possibile all'uscita della curva. Quindi ho toccato il muro e ci siamo toccati - non c'era più spazio per me. Siamo tornati in gara verso la fine con altre safety car. Abbiamo lottato più forte che potevamo, ma a un certo punto abbiamo avuto troppo degrado alle gomme, quindi gli ultimi giri sono stati un po' instabili”.

20 | KEVIN MAGNUSSEN

"Sfortunatamente fare il giro più veloce non vale niente per me. Stavamo combattendo nella top 10 ma siamo stati sfortunati con le Safety Car. Abbiamo lavorato così duramente, stavamo facendo un ottimo lavoro per entrare nella top 10. Abbiamo avuto un buon primo giro e un buon ritmo in macchina. Quindi poi sono arrivate le Safety Car che ci hanno remato contro. Inoltre, avevamo un sacchetto di plastica sopra l'ala anteriore. È stato un disastro da lì. Mi sento davvero male perché è stata una buona gara e l'intero team ha fatto un ottimo lavoro, quindi è stato un finale crudele".

MCLAREN

4 | LANDO NORRIS

"Una buona gara alla fine con dei punti accettabili, e non credo che avrei potuto fare molto di più. Abbiamo fatto il meglio che potevamo alla partenza. C'erano Safety Car, che a volte aiutavano, ma altre volte ostacolavano, poiché permettevano a Hülkenberg e Gasly di arrivare dietro di me con la gomma più morbida - e anche una gomma molto più fresca - ed ero abbastanza sotto pressione negli ultimi giri.Dovevo spingere, il che è stato divertente, perché per il resto della gara siamo andati molto lentamente. È stato un peccato che Carlos sia stato colpito da Hülkenberg all'inizio, perché potevamo andare entrambi a punti".

55 | CARLOS SAINZ

“Un finale molto deludente. Per la seconda volta consecutiva, finiamo per non andare a punti. Abbiamo avuto la partenza che volevamo; stavamo attaccando la Red Bull di fronte a noi. Tuttavia, alla Curva 5, sono stato colpito da dietro dalla Renault ed è finita. Abbiamo avuto una foratura, un grosso danno alla macchina, un lungo pit-stop ed ero a un giro di distanza. È un peccato perché sarebbe stato una buona P7 e un doppio andare a punti per la squadra".

ALFA ROMEO

7 | KIMI RAIKKONEN

“Non esattamente l'esito che speravo, ma è quello che è. Le mie gomme si stavano degradando e mentre sono riuscito a rimanere in posizione dopo la prima ripartenza, alla seconda le gomme erano troppo fredde e quindi ho perso tre posizioni e da allora in poi ho avuto difficoltà. L'incidente con Daniil Kvyat ha concluso la mia gara, ma comunque non stavo andando da nessuna parte. Era troppo tardi per reagire. Ho visto gli steward ma non credo che ci saranno conseguenze".

99 | ANTONIO GIOVINAZZI

"È stata una grande battaglia. Sono contento di portare a casa un punto per me e la squadra, ma ho ancora la sensazione che saremmo potuti finire più in alto. Abbiamo allungato il nostro primo stint più a lungo dell'ideale, anche se è facile con il senno di poi. Se ci fossimo fermati prima, avremmo forse potuto essere in vantaggio su Norris in P7. Lo scontro con Daniel [Ricciardo] non ha aiutato, poiché mi è rimasto un danno alla sospensione anteriore per il resto della gara. È stata una vera lotta, ma volevo davvero quel punto e ho combattuto fino alla fine per questa posizione. Guidare la gara e combattere contro la Ferrari e la Mercedes è stata una bella sensazione, e spero che qualcuno a casa abbia fatto uno screenshot della classifica in quel momento!"



Condividi