F1 | GP Sakhir 2020, Libere, Vettel: “Una giornata a due facce”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Sebastian Vettel dopo le prove libere 1 e 2 del GP Sakhir 2020 di F1

Leggi il resoconto delle FP1

Leggi il resoconto delle FP2

Sebastian Vettel: “Oggi abbiamo vissuto una giornata a due facce: la prima sessione è stata ok, mentre la seconda la definirei da dimenticare. Abbiamo provato alcune regolazioni sulla macchina ma l’abbiamo resa troppo aggressiva e non era quello di cui avevamo bisogno. Spero che domani potremo colmare il gap con i nostri rivali e tornare sulla strada giusta.

La configurazione in uso questo weekend forse è un po’ troppo corta: quando ti sembra che il giro stia per iniziare è praticamente già finito… Comunque direi che non ci sono problemi: la curva 4 è simile a quella della scorsa settimana anche se è un po’ più veloce perché la traiettoria è più aperta, mentre il tratto con le curve 7 e 8 è abbastanza sconnesso e si sale sui cordoli in maniera aggressiva. Questa parte è piuttosto insidiosa ma non è male da guidare.

Pensando alla qualifica, con venti macchine in pista, credo che il Q1 sarà assai serrato, in particolar modo per il traffico, perché abbiamo bisogno di giri di raffreddamento da percorrere molto lentamente per riportare le gomme alla temperatura corretta. Spero che saremo tutti in condizione di effettuare un giro pulito senza ostacolarci l’un l’altro. Sono convinto che pochi centesimi potranno fare una grande differenza”.

Fonte: Ferrari Media

Immagine di copertina: Twitter – Ferrari

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE