F1 | GP Sakhir 2020: la gara di George Russell (Mercedes), nono

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Segue l’analisi del GP Sakhir 2020 di F1 di George Russell. Il pilota inglese del team Mercedes ha chiuso nono sotto la bandiera a scacchi

GP Sakhir 2020, leggi il risultato di gara e la cronaca

Gara davvero sfortunata per l’inglese che da parte sua non commette errori e tiene sempre un ottimo ritmo, ma viene penalizzato dalla stessa Mercedes e da una foratura negli ultimi giri. Il suo spunto dalla griglia non è nettamente migliore rispetto a quello di Bottas, ma il finlandese non chiude la porta all’inglese che riesce ad infilarlo all’interno di curva 1.

Presa la testa della gara, mantiene un passo gara di poco superiore a quello del compagno di scuderia permettendogli di gestire un margine tra i 2 e i 3 secondi per tutta la prima parte di corsa. A differenza delle altre squadre, la Mercedes, constatata la buona condizione delle coperture, decide di cambiare strategia per fermare i propri piloti una volta sola. Russell è il primo a rientrare ai box e torna in pista in 2a posizione, risalendo in 1a dopo il pit-stop di Bottas.

I quattro giri in più percorsi dal finlandese favoriscono il britannico che si ritrova con un vantaggio di oltre 8 secondi. Entrato in gestione gomme per arrivare senza problemi al traguardo, viene riavvicinato dal compagno di box, ma prima che possa avvenire l’aggancio entra in pista la Safety Car che cambia la corsa. Le due Mercedes vengono richiamate entrambe ai box, ma un problema di comunicazione nel garage tedesco porta ad un errore nel montaggio delle gomme. Russell rientra per primo i pit-lane ma le coperture Medie che gli vengono montate sono quelle di Bottas, così l’inglese è costretto a rientrare nuovamente nella tornata successiva per passare al giusto set di pneumatici.

La doppia sosta lo fa scendere al 5° posto alle spalle dello stesso Bottas che dopo una sosta davvero lenta era stato rimesso in pista con le stesse gomme montate al primo pit-stop. Alla ripartenza della gara Russell ingaggia una lotta con il compagno di scuderia che lo vede uscire vincitore dopo un leggero errore in frenata di Bottas. Nei giri successivi riprende facilmente Stroll e Ocon issandosi in 2a piazza alle spalle di Perez.

Il messicano però, dimostra di essere davvero veloce e riesce a contenere la rimonta del pilota della Mercedes prima che quest’ultimo rimanga vittima di una foratura lenta che lo obbliga a rientrare per la quarta volta ai box. Sceso in 15a posizione, riesce se non altro a sfruttare le coperture Soft per effettuare il giro più veloce della gara e rimontare almeno per entrare in zona punti: grazie alla velocità della sua vettura sopravanza senza difficoltà i piloti intorno a lui e taglia il traguardo al 9° posto.

Dopo 36 Gran Premi, Russell riesce finalmente a guadagnare i suoi primi punti in Formula 1 e dopo la miglior qualifica della sua carriera ottiene, ovviamente, anche il suo miglior risultato in gara. Per la prima volta in Formula 1, il britannico ha guidato una gara di Formula 1 ed ha fatto segnare il giro più veloce ottenendo anche il punto addizionale avendo terminato la corsa tra le prime dieci posizioni.

Immagine di copertina: Twitter – Mercedes

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

ALTRI DALL'AUTORE