F1 | GP Sakhir 2020, Gara, Perez: “Non ho ancora realizzato quello che è successo”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Sergio Perez dopo il GP Sakhir 2020 di F1

Leggi il resoconto del GP Sakhir 2020

Leggi la cronaca

Sergio Perez: “Non mi sono ancora reso conto di aver vinto la gara; ho quasi paura di emozionarmi troppo perché temo che tutto questo sia un sogno! Ho sognato questo momento così tante volte, mi ci sono voluti 10 anni per arrivare a questo punto in Formula 1. Dietro a tutto questo c’è stato tanto lavoro nel corso dell’intera carriera e non parlo solo di me, ma anche della mia famiglia e dei miei sponsor. Il Messico non ha vinto molto in Formula 1, quindi non dimenticherò mai il momento in cui ho visto la bandiera messicana sul podio: è stato un momento incredibile per me e per la mia famiglia.

È difficile credere a tutto quello che è successo in gara: la partenza è stata ottima, mi sono subito messo a lottare con Max [Verstappen] e con Charles [Leclerc] e poi ad un certo punto sono stato colpito e ho pensato ‘Non può capitarmi questo di nuovo’. Sono anche stato fortunato a non aver subito troppi danni.

Non ci siamo arresi e siamo rientrati ai box per mettere le gomme medie; poi, dietro alla Safety Car, ho bloccato le ruote e ho spiattellato una gomma. La vibrazione è diventata così forte che hanno iniziato a farmi male le mani per tenere il controllo del volante e ho pensato che avrei dovuto fermarmi di nuovo, ma la squadra mi ha detto di rimanere fuori.”

“Col passare dei giri il mio feeling con la macchina è migliorato molto e alla fine il nostro stint con le gomme medie è stato decisivo per la nostra vittoria. Quando ci siamo fermati la seconda volta per passare alle gomme dure mi sembrava di essere al volante di una limousine: il nostro ritmo era ottimo e la macchina si lasciava guidare senza problemi. Sono riuscito a superare prima Lance e poi Esteban.

Ovviamente la Mercedes ha poi avuto alcuni problemi, ma credo che il nostro passo fosse sufficiente per tenere dietro George; le nostre simulazioni ci hanno fatto vedere che per compiere un sorpasso qui bisogna essere molto più veloci di chi sta davanti.

Fortuna o meno, la nostra gara di oggi è stata formidabile e abbiamo vinto con merito. Stavo piangendo dietro al volante e per un po’ non sono riuscito a dire niente, ma per la squadra è un risultato straordinario. Complimenti anche a Lance per essere salito sul podio. Non vedo l’ora di festeggiare con la squadra! Abbiamo ancora una gara da correre e siamo determinati a mantenere la terza posizione nel Campionato Costruttori alla fine della stagione.

Fonte: Racing Point Media

Immagine di copertina: Twitter – Racing Point

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

ALTRI DALL'AUTORE