F1 | GP Russia: Leclerc su Verstappen nella FP1, Mercedes non scopre le carte

F1
GP Russia: Leclerc su Verstappen nella FP1, Mercedes non scopre le carte

Solo gomme medie per il team anglo-tedesco. Terza posizione per Vettel di 27 Settembre 2019, 11:50

La prima sessione di prove libere del Gran Premio di Russia ha ribadito l'ottimo stato di forma delle Ferrari, con Charles Leclerc autore del miglior crono in 1:34.462 nel primo attacco al tempo. Il monegasco si è messo alle spalle la Red Bull di Max Verstappen, staccato di soli 82 millesimi.

Sebastian Vettel, rigenerato dalla vittoria di Singapore, ha segnato il terzo tempo pagando oltre mezzo secondo al compagno di squadra. Il tedesco ha preceduto il duo Mercedes, che tuttavia si è decisamente nascosto stabilendo i suoi riferimenti con gomme medie. Quarto Valtteri Bottas a sette decimi, quinto Lewis Hamilton a nove decimi e mezzo. Top 6 chiusa come sempre dalla seconda Red Bull, quella di Alexander Albon, ad un secondo di ritardo.

Il cosiddetto "midfield" è stato aperto stavolta dalle Renault. Ottimo il crono di Nico Hülkenberg, piazzatosi ad un secondo e due decimi da Leclerc e in vantaggio di quasi sei decimi su Daniel Ricciardo. L'australiano ha anche picchiato le barriere nel finale di sessione, danneggiando l'ala posteriore. Nono Sergio Pérez sulla Racing Point, davanti alla Haas di Romain Grosjean che si trova già a due secondi dal riferimento della sessione.

11° Carlos Sainz jr con la migliore delle McLaren, mentre Lando Norris si è fermato in 16esima piazza. Sessione piuttosto amara per Toro Rosso, che ha posizionato Pierre Gasly 12° ma ha perso subito Daniil Kvyat per un problema al motore. Il russo, sulla cui vettura verrà montata un'unità totalmente nuova, partirà dal fondo dello schieramento mentre gli altri tre motorizzati Honda subiranno una penalità di cinque posizioni sulla griglia di domenica.

15° crono per Kimi Räikkönen, mezzo secondo più veloce di Antonio Giovinazzi in casa Sauber-Alfa Romeo. George Russell ha concluso 18°, davanti a Kvyat che ha percorso solo cinque giri e a Robert Kubica, a sua volta dotato di una power unit nuova che tuttavia lo costringerà a partire dal fondo in gara.

Alle 14:00 italiane scatterà la seconda sessione di libere.

Classifica:

Immagine copertina: Ferrari



Condividi