F1 | GP Russia 2021, anteprima Ferrari: Leclerc e Sainz “Determinati a fare bene”

L’anteprima della Scuderia Ferrari per il GP Russia 2021

I piloti della Scuderia Ferrari Mission Winnow, Carlos Sainz e Charles Leclerc, sono arrivati nel paddock di Sochi accompagnati da un’atmosfera uggiosa tipica dell’autunno, ma abbastanza anomala per questa parte della Russia che è abituata a temperature miti e giornate soleggiate fino a ottobre inoltrato. Queste condizioni variabili, che promettono di accompagnare piloti e squadre fino a domenica, non dispiacciono a Carlos e Charles che ne hanno parlato con i media nei tradizionali incontri del giovedì.

Aspettative. Sainz è stato analitico nel giudicare le attese della Scuderia in termini di competitività: “Credo che nei confronti dei nostri principali rivali faremo fatica nel primo settore, che è il più veloce. Mi aspetto però di essere alla pari nel secondo e di poter andare meglio di loro nell’ultimo. Se sarà così, credo che possiamo ambire a fare bene qui a Sochi”. Gli ha fatto eco Charles, che sarà chiamato a una gara in rimonta dopo la sostituzione del motore: “Su questa pista non è impossibile superare, quindi, sono pronto ad andare all’attacco. Inoltre le previsioni dicono che forse domenica pioverà, per cui potrebbe anche saltar fuori una gara imprevedibile e divertente. Ovviamente i nostri principali rivali avranno modo di avvantaggiarsi dal fatto che io sono costretto a prendere penalità – ha continuato Leclerc – ma al di là del terzo posto in campionato credo che in questa stagione i nostri progressi siano stati evidenti. A Monza – gara numero 14 della stagione – abbiamo superato il totale dei punti accumulati lo scorso anno con tre gare in più, e di questo possiamo essere soddisfatti. Inoltre come squadra abbiamo sfiorato la vittoria in almeno due occasioni, anche se non siamo riusciti a centrarla”.

Lavoro in chiave 2022. Charles, come detto, dovrà partire dal fondo della griglia per la sostituzione di diverse componenti della power unit. La nuova unità sarà dotata del sistema ibrido aggiornato: “Credo che ogni miglioria vada nella direzione giusta. Detto questo, non portiamo in gara questa soluzione ora perché crediamo che possa ribaltare i valori in campo. Si tratta di un lavoro soprattutto in chiave 2022. Dobbiamo raccogliere dati e farlo in un weekend di gara è il modo migliore per averli quanto più attendibili”. Carlos dovrà attendere: “Non è un problema – ha affermato lo spagnolo –. Ne abbiamo parlato facendo tutte le valutazioni del caso. Il pilota più in difficoltà dal punto di vista dell’affidabilità della power unit era Charles, dopo quanto accaduto al Gran Premio di Ungheria, e quindi è stato giusto preferire lui nella scelta. Io cercherò di lottare davanti in questa gara, sperando che il mio compagno possa essere capace di una bella rimonta. Per quanto riguarda me, non abbiamo ancora deciso: dobbiamo individuare quale sia la pista meno penalizzante per effettuare la sostituzione e partire dal fondo”.

Nessun rimpianto. A Sainz è stato anche chiesto se, alla luce della vittoria McLaren a Monza, non si sia pentito di aver cambiato squadra in questa stagione: “Sono convinto al cento per cento della mia decisione. Anche noi quest’anno avremmo potuto vincere almeno in un paio di occasioni, mentre loro hanno colto bene l’opportunità che si è presentata la scorsa gara. Detto questo, io ho fatto una scelta non pensando alle singole vittorie, ma all’intero progetto e sono ancora convinto di essere nella squadra migliore pensando alla nuova era in cui la Formula 1 entrerà nella prossima stagione”.

Fonte e immagine: Media Ferrari

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM