F1 | GP Portogallo 2021: Le infografiche post qualifiche Pirelli

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Segue l’analisi Pirelli delle qualifiche del GP Portogallo 2021

Leggi il resoconto delle Qualifiche

Leggi la cronaca

I 66 giri del Gran Premio del Portogallo con tutta probabilità si giocheranno su una sola sosta, per due motivi principali: in primo luogo perché qui si perde molto tempo in pit lane per poter pensare di fare una strategia vincente a due soste, e secondariamente perché usura e degrado sono molto contenuti per tutte le mescole. Dato che la pista è ragionevolmente larga e offre molte opportunità di sorpasso (come dimostrato dalla gara dello scorso anno), la scelta dei pneumatici dovrebbe consentire ai piloti di spingere al massimo e offrire una gara avvincente.

I bassi livelli di usura e degrado dovrebbero anche generare una finestra di pit stop abbastanza ampia, il che significa che i team saranno in grado di adattare le loro strategie per sfruttare il miglior momento possibile per fare la sosta, mantenendo la posizione in pista. Come sempre, la tempistica delle soste dipenderà anche dalle temperature della pista e dell’aria, che probabilmente saranno simili a quelle odierne, o forse leggermente più calde.

Valtteri Bottas (Mercedes) ha conquistato la pole davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton, con le due Red Bull in terza e quarta posizione. I piloti Mercedes sono stati gli unici a scegliere pneumatici P Zero Yellow medium per l’ultimo run in Q3, ma entrambi hanno fatto segnare i loro tempi più veloci nel primo run utilizzando pneumatici Red Soft.

In Q2, sessione che determina quali pneumatici utilizzeranno al via i primi 10 in griglia, la maggior parte dei piloti è partita con la medium mentre solo sei piloti hanno iniziato la sessione con la P Zero Red soft. Alla fine domani saranno cinque i piloti a prendere il via con pneumatici medium tra i primi 10, compresi i primi quattro: entrambi i piloti Mercedes e Red Bull oltre a Charles Leclerc con Ferrari.

Le raffiche di vento di ieri sono persistite anche oggi influenzando le sessioni di qualifica e rendendo la pista più lenta sul finale. Anche le condizioni meteorologiche sono state simili a quelle di ieri, con le qualifiche terminate con temperature di 19 gradi aria e 34 asfalto.

INFOGRAFICHE

PARLA MARIO ISOLA

“Come l’anno scorso, in Q3 i piloti Mercedes hanno utilizzato la medium per il secondo run ma quest’anno non sono riusciti a migliorare il primo run fatto con soft. Questo mette in evidenza che domani probabilmente vedremo diverse tattiche. Una strategia ad una sosta è la più probabile, ma è possibile che i team abbiano opzioni diverse per quanto riguarda le tempistiche con cui effettuare la sosta. Domani i piloti nella top 10 hanno suddiviso equamente le loro preferenze per quanto riguarda i pneumatici con cui prenderanno il via: quelli che partiranno con medium avranno più flessibilità tattica ma quelli su soft non saranno particolarmente svantaggiati. Le qualifiche hanno dimostrato che tutte e tre le mescole sono destinate a fare la loro parte nella gara di domani, e tutte saranno anche un’opzione valida per lo stint finale, a seconda dei run plan individuali “.

Fonte immagini e testi: Pirelli Motorsport

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci