Matomo

F1 | GP Portogallo 2020, gara: Hamilton forza 92, è il più vincente di sempre. 2° Bottas, 3° Verstappen

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Ottimo 4° Leclerc davanti a Gasly. Vettel 10°.

La storia è definitivamente scritta. Lewis Hamilton vince il Gran Premio del Portogallo 2020 e diventa ufficialmente il pilota più vincente della storia della Formula 1, portando a casa la vittoria numero 92 in carriera e lasciando Michael Schumacher a quota 91.

La gara con la quale l’inglese si prende il record è una dimostrazione di forza allucinante, soprattutto nei confronti di Valtteri Bottas che viene sconfitto sul piano sportivo e morale. Ora c’è solo l’attesa di capire quando Hamilton raggiungerà Schumacher a quota 7 titoli mondiali.

Sul gradino più basso del podio va ancora una volta Max Verstappen. L’olandese fa il 110% con la Red Bull e non può altro che guardare da dietro le Frecce d’Argento. Per lui un brivido ad inizio gara, quando Sergio Perez lo tocca all’esterno nel tentativo di passarlo. Per il resto, solita gara concreta per Max.

La gara parte con un bel colpo di scena, perché la pioggia colpisce la pista con un leggero scroscio proprio nel corso del primo giro, mandando in difficoltà tutti i piloti. Hamilton lascia andare via Bottas ed attende l’asciugarsi del tracciato per poi riprenderlo, superarlo e lasciarlo piantato. Il finlandese non può nulla e non può neanche far affidamento sul box, che non lo segue quando chiede una strategia diversa per l’ultima sosta ai box. Il finlandese chiude secondo a 25 secondi da Hamilton, che infila giri veloci in sequenza a consolidare il vantaggio e dimostrare di essere, ancora una volta, il migliore.

Max Verstappen arriva a nove secondi da Bottas: l’ultimo pilota nel giro del leader è Charles Leclerc, ottimo quarto con la Ferrari ma a 65 secondi da Hamilton. Segno che, se la Ferrari è migliorata, gli altri team si sono involuti.

Non lo è Pierre Gasly, autore di un’altra gara fantastica con l’AlphaTauri. Il francese passa dall’incendio del venerdì al quinto posto alla domenica, davanti a Carlos Sainz che, con la McLaren, non riesce a sopravanzarlo.

Ottima anche la settima posizione di Sergio Perez con la Racing Point. Il messicano, dopo la toccata con Max Verstappen del primo giro, finisce in fondo al gruppo e recupera bene fino a tornare in zona punti. A pochi giri dal termine è addirittura quinto, ma deve poi cedere a Gasly e Sainz.

In ottava e nona posizione ci sono le due Renault di Esteban Ocon e Daniel Ricciardo. Il francese va lunghissimo con il primo treno di gomme in attesa della pioggia, ma alla fine deve cedere concludendo, alla fine, davanti al compagno.

Decima posizione ed ultimo punto a disposizione per Sebastian Vettel. Il tedesco corre una gara difficile, senza mai uno spunto e raccimola un decimo posto amaro davanti a Kimi Raikkonen, autore di una prima parte di gara fantastica con un primo giro da cineteca.

Ritirato Lance Stroll. Segue la classifica di gara, a seguire la cronaca completa.

Hamilton sale a 256 punti in classifica, davanti a Bottas con 179 e Verstappen con 162.

Immagine di copertina: Twitter – Mercedes

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE