Matomo

F1 | GP Portogallo 2020, FP3: Bottas per 26 millesimi su Hamilton, Leclerc 6°

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il finlandese comanda per pochissimo sul compagno e Verstappen

L’ultima sessione di prove libere del GP del Portogallo vede ancora una volta Valtteri Bottas comandare la classifica con la Mercedes ed il tempo di 1:16.654.

Lewis Hamilton è però vicinissimo: il campione del mondo in carica è distante soli 26 millesimi dal compagno e precede di poco più di un decimi la Red Bull di Max Verstappen, sempre pronto alle spalle del duo Mercedes.

L’olandese, però, ha ottenuto il suo tempo con gomma media al contrario delle soft delle W11.

Quarta posizione per un ottimo Pierre Gasly. Il pilota francese è tornato in pista dopo l’incendio di ieri con un’AlphaTauri mezza ricostruita fermandosi a poco meno di tre decimi dal tempo di Bottas a parità di mescola morbida. Gasly separa le due Red Bull tenendo dietro di sé l’altra RB16 di Alex Albon, già quasi a mezzo secondo dalla testa con la stessa mescola del compagno di squadra, la media.

Charles Leclerc è sesto con la Ferrari a 575 millesimi da Bottas, con gomma soft. Stessa mescola per il suo futuro compagno di squadra Carlos Sainz con la McLaren, a soli 9 millesimi dal monegasco.

Gomma media per la Racing Point di Sergio Perez, ottavo ad oltre sei decimi dalla testa della classifica. Il messicano precede per la top ten l’altra McLaren di Lando Norris (gomma soft, +0.854) e la Renault di Esteban Ocon, decimo con gomma media appena sopra il secondo di ritardo (+1.012).

La sessione è termina con un minuto di anticipo per un problema sul tracciato. La Ferrari di Sebastian Vettel (11° in classifica) ha infatti sollevato una parte di canale di scolo, rimasta pericolosamente staccata dalla sua sede.

Seguono i tempi di sessione. Le qualifiche inizieranno alle 15:00.

Immagine di copertina: Twitter – Mercedes

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE