F1 | GP Olanda 2023, la cronaca delle qualifiche

F1 | GP Olanda 2023, la cronaca delle qualifiche

F1GP OlandaGran Premi
Tempo di lettura: 5 minuti
di Danilo Lunetta @LunettaDanilo
26 Agosto 2023 - 17:45
Home  »  F1GP OlandaGran Premi

Pole position per Verstappen nelle qualifiche del GP Olanda 2023. La cronaca completa

Segue la cronaca delle qualifiche del GP Olanda 2023, quattordicesima prova del mondiale di F1. Max Verstappen è in pole position davanti a Lando Norris e George Russell.

Sul circuito bagnato di Zandvort il favorito assoluto per la pole position è il padrone di casa Max Verstappen: il campione del mondo in carica non vorrà deludere di fronte al pubblico di casa ma dovrà fare enorme attenzione soprattutto a Lando Norris, velocissimo durante le FP2 – ma asciutte – di ieri. Da tenere naturalmente d’occhio anche le performance di Lewis Hamilton, Charles Leclerc e Sergio Perez, gli unici in grado di battere Max in qualifica quest’anno. Curiosità per la prima qualifica in carriera per Liam Lawson.

Q1

Iniziano le qualifiche, tutti in pista su pneumatici intermedi. La classifica si aggiorna man mano che le macchine passano sul traguardo. Norris scende a 1.23.260 seguito da Piastri con Verstappen che, dopo un’escursione in curva , deve effettuare un giro in più per ottenere un buon tempo. L’olandese se la prende ancora con calma mentre Sainz e poi Leclerc si mettono in testa alla classifica.

Non si fa in tempo a seguire i piloti sul traguardo che la classifica si aggiorna continuamente: a nove minuti dal termine in testa ci sono le McLaren di Piastri e Norris, seguite dalla Williams di Albon e dalla Red Bull di Verstappen. Le McLaren si dimostrano in palla e restano al comando anche quando Russell si inserisce tra loro, con l’australiano a prendersi poi la testa in 1.22.254. Arriva Verstappen a prendersi la prima posizione per 24 millesimi. Altro scossone ed è Albon a scalare la classifica portandosi in testa con la Williams.

Diversi piloti tornano ai box per cambiare gomme in vista dei giri finali. A due minuti dal termine qualche goccia di pioggia torna a farsi vedere in pitlane, mentre la classifica vede Albon davanti a Verstappen, Piastri, Norrism Sainz e Russell. In difficoltà è invece Leclerc che si trova tra gli esclusi con un solo giro a disposizione. Il monegasco si salva per un pelo passando con il 14° tempo.

Restabi esclusi: Zhou, Ocon, Magnussen, Bottas e Lawson.

Q2

Inizia il Q2 e i primi a scendere in pista sono Sargeant e Verstappen, poi tutti gli altri. Il primo giro di Max è molto interessante in 1.21.921 mentre tutti gli altri sono nettamente più lenti al loro primo tentativo. Esce il sole e Sargeant si porta in testa in 1.21.780 ma viene nuovamente spodestato da Verstappen che gira in 1.20.690. Piastri si porta in P2, Stroll e Alonso in terza e quarta e Perez in quinta. Lento Sainz, al momento escluso.

Migliorano le condizioni della pista che va asciugandosi e Norris si prende la P1 in 1.20.629 mentre Albon si prende la terza posizione a tre decimi dall’inglese della McLaren. Max si mette nuovamente al comando in 1.20.282 mentre Hamilton risale in P3 tra le McLaren di Norris e Piastri, risalito in P4. Leclerc si porta in settima posizione alle spalle di Russell mentre Sainz gira molto lento ed è ultimo, in quindicesima posizione.

Perez. che si trovava in P11, risale in P2 mentre Verstappen migliora ancora il riferimento assoluto in 1.19.652. Con gli pneumatici nuovi si migliorano tutti: Albon si porta in testa in 1.19.399 e Russell in P2 a due decimi. Piastri vola e si prende il comando in 1.19.392, Leclerc sale in P3 e si mette al sicuro. Verstappen non ci sta e si riprende la P1 in 1.18.856 ma ecco che arriva il colpo di scena clamoroso: Hamilton resta escluso dopo un errore nell’ultimo tentativo disponibile mentre la pista migliorava notevolmente.

Esclusi nell’ordine: Stroll, Gasly, Hamilton, Tsunoda, Hulkenberg.

Q3

Inizia il primo run e ci sono scelte diverse per i vari piloti: slick soft per Russell, Albon, Sainz, Sargeant, Alonso, intermedia per gli altri. Chi ha scelto l’intermedia rientra immediatamente per montare pneumatici slick. Albon vola e si prende la testa in 1.15.743 davanti a Sargeant, Sainz e Russell ma poco dopo lo statunitense della Williams finisce a muro nel primo settore causando bandiera rossa a 8 minuti e 13 secondi dalla bandiera a scacchi.

Si riparte con tutti i piloti su soft. Sainz e Albon abortiscono il loro primo tentativo a causa della bassa temperatura degli pneumatici. Norris si prende la testa in 1.12.049 davanti a Piastri, Verstappen, Russell, Leclerc e Perez. Errore di Leclerc che, mentre spingeva per un altro tentativo, finisce a muro nel secondo settore causando la seconda bandiera rossa a 4 minuti dal termine.

Nell’ultimo run Max Verstappen è implacabile. L’olandese stampa un 1:10.567 che lascia ad oltre mezzo secondo Lando Norris, a sette decimi George Russell e a otto decimi uno straordinario Alex Albon, che continua il weekend fantastico con la sua Williams. Il thailandese si concede il lusso di mettersi dietro Fernando Alonso, Carlos Sainz e Sergio Pérez. Piastri, Leclerc col tempo ottenuto prima di andare a muro e il comunque ottimo Sargeant chiudono la top ten.

Immagine di copertina: Media Red Bull

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#10 | GP SPAGNA
DATI E PREVIEWINFO SESSIONI E RISULTATI

21/23 giugno | Barcellona
Circuit de Catalunya | 66 Giri

#spanishgp

LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: )
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: )

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live