F1 | GP Olanda 2023, la cronaca della gara

F1 | GP Olanda 2023, la cronaca della gara

F1GP OlandaGran Premi
Tempo di lettura: 10 minuti
di Danilo Lunetta @LunettaDanilo
27 Agosto 2023 - 18:30
Home  »  F1GP OlandaGran Premi

Verstappen vince davanti a Alonso e Gasly

A seguire la cronaca della gara del GP Olanda 2023, quattordicesima prova del mondiale di F1, vinto da Max Verstappen su Fernando Alonso e Pierre Gasly.

Sotto il resoconto con la griglia di partenza, situazione penalità e pneumatici disponibili.

Max Verstappen va a caccia della nona vittoria consecutiva e pareggiare così la striscia vincente di Sebastian Vettel del 2013. Attenzione però a Lando Norris e George Russell, in grande spolvero per tutto il weekend. Grande occasione per la Williams con Albon in P4 e Sargeant in P10 – l’americano è alla ricerca dei primi punti in carriera. Sergio Perez cercherà di risalire fino al podio dalla P7, mentre Lewis Hamilton è chiamato ad una difficile rimonta. Curiosità sulla performance di un’Aston Martin rinnovata e su un Fernando Alonso ricaricato. Gara in difesa per le Ferrari di Carlos Sainz e Charles Leclerc. Il meteo potrebbe riservare sorprese e la pioggia può scombinare le carte.

Pneumatici medium per Lewis Hamilton, soft per tutti gli altri piloti, Kevin Magnussen dalla pit lane. Inizia il formation lap.

Giro 1 | Ottima partenza di Alonso che si va a prendere la P3 mentre Verstappen e Norris mantengono le loro posizioni. Arriva pioggia intensa.
Giro 2 | Pit stop per Perez, Leclerc, Gasly, Zhou, Tsunoda, Lawson e Magnussen. Pit stop lentissimo per Leclerc. Alonso si prende la P2 su Norris. I piloti su intermedie girano 20 secondi più veloci. Rientrano quasi tutti al pit ad esclusione di Russell, Norris, Albon, Piastri, Stroll, Bottas, Hulkenberg.
Giro 3 | Russell passa Norris per la P1 ma poi arriva Perez che si prende la testa e prova a scappare via.
Giro 4 | Tutti i piloti che erano rimasti in pista rientrano per le intermedie ad esclusione di George Russell, Alexander Albon e Oscar Piastri.
Giro 5 | Perez ha già un vantaggio enorme sul secondo che è Zhou.
Giro 6 | Classifica: Perez, Zhou, Verstappen, Gasly – gran sorpasso del campione del mondo sul francese in curva 3 – Alonso, Leclerc, Sainz, Tsunoda, Magnussen, Ocon, Lawson, Norris, Hamilton, Russell, Albon, Piastri, Albon, Bottas, Stroll, Hulkenberg, Sargeant.
Giro 7 | Verstappen si prende la P2 in curva 3 su Zhou. Max gira nettamente più veloce di Perez. Penalità di 5 secondi per impeding in pit lane per Lawson.
Giro 8 | GPV di Verstappen in 1.22.116, 4 secondi più veloce di Perez.
Giro 9 | Sainz si prende la P6 su Leclerc, monegasco con ala anteriore danneggiata. Le condizioni della pista iniziano ad essere da slick con Albon che diventa il più veloce in pista.
Giro 10 | Verstappen si porta sotto i 5 secondi da Perez. Pit stop per Magnussen e Hamilton che tornano su pneumatici slick soft.
Giro 11 | Vola Piastri in 1.18.5. Rientrano al pit Zhou, Alonso, Sainz, Ocon, Norris, Lawson e Russell.
Giro 12 | Pit stop per Verstappen, Gasly e Leclerc che passano su soft. Ala anteriore nuova sulla SF23 del monegasco.
Giro 13 | Pit stop per Perez che passa su soft e rientra alle spalle di Verstappen che ritorna leader della gara. GPV di Norris in 1.16.6.
Giro 14 | Classifica: Verstappen, Perez, Alonso, Gasly, Sainz, Zhou, Magnussen, Piastri, Tsunoda, Ocon, Albon, Norris, Leclerc, Bottas, Hulkenberg, Hamilton, Lawson, Russell, Stroll, Sargeant. GPV di Norris in 1.16.200.
Giro 15 | Ritorna la pioggia in alcuni punti del circuito. Sainz ci prova su Gasly in curva 1 ma il francese resiste. Ancora una volta sono le due McLaren le più veloci in pista.
Giro 16 | Pit stop per Piastri mentre Sargeant finisce a muro in curva 8 causando la Safety Car.
Giro 18 | Pioggia prevista in 30 minuti. Pit stop per Lawson che sconta la penalità. Albon è l’unico a non aver effettuato ancora pit stop.
Giro 20 | Su Gasly pende una penalità di 5 secondi per impeding in pit lane. Recap classifica: Verstappen, Perez, Alonso, Gasly, Sainz, Zhou – unico su medium – Magnussen, Albon, Ocon, Tsunoda, Norris, Leclerc, Hamilton, Piastri, Bottas, Hulkenberg, Russell – unico su hard – Lawson, Stroll.
Giro 21 | Safety Car in this lap.
Giro 22 | Sainz attacca immediatamente Gasly in curva 1 ma il francese resiste bene. Tutti ordinati alla ripartenza.
Giro 23 | Albon si prende la P7 su Magnussen in curva 1.
Giro 24 | Anche Ocon si prende la posizione su Magnussen per la P8 in curva 1 all’esterno.
Giro 25 | GPV di Verstappen in 1.15.7.
Giro 26 | Altro GPV di Verstappen in 1.15.664. Leclerc perde la posizione sia su Hamilton che su Piastri, si scopre che anche il fondo della sua SF23 è danneggiato.
Giro 27 | Ancora Max in 1.15.659 mentre Alonso è attaccato agli scarichi di Perez. Albon e Ocon si prendono rispettivamente la P6 e P7 su Zhou, mentre Tsunoda sorpassa Magnussen per la P9.
Giro 28 | Norris rientra in zona puni passando Magnussen in curva 1.
Giro 29 | Altro GPV di Verstappen in 1.15.499. Anche Hamilton sorpassa Magnussen per la P11.
Giro 30 | Continua a martellare Max in 1.15.3. Passo del gambero per Magnussen, sorpassato da Piastri, e per Leclerc superato anche da Hulkenberg.
Giro 31 | Tsunoda si prende la P8 su Zhou in curva 1.
Giro 32 | Norris sale in P9 sorpassando Zhou.
Giro 33 | Pioggia prevista in 10 minuti. Il gap tra Verstappen e Perez sale sopra i 4 secondi, quello del messicano su Alonso è di 3.2 secondi, poco staccati dallo spagnolo ci sono Gasly e Sainz, leggermente più attardato Albon a quasi 4 secondi da Carlos.
Giro 34 | GPV di Verstappen in 1.15.342, implacabile il ritmo di Max.
Giro 36 | Russell si prende la posizione sia su Bottas che su Leclerc. Pit stop per Stroll e Magnussen.
Giro 37 | Norris prova ad attaccare Tsunoda da un po’ di giri ma non riesce ad avere lo spunto necessario per la staccata in curva 1. GPV di Verstappen in 1.15.221.
Giro 38 | Ancora Max in 1.15.167 che, giro veloce dopo giro veloce, porta il gap su Perez sui 6 secondi. Pit stop per Zhou. Anche Bottas soprassa Leclerc e Lawson si fa sotto sul monegasco.
Giro 40 | Fase di calma in attesa del prossimo valzer di pit stop.
Giro 41 | Si alza di molto il ritmo di Sainz che vede il suo gap da Gasly salire sopra i 4 secondi.
Giro 42 | Pit stop per Sainz che monta nuovamente pneumatici soft e rientra in pista in P11 alle spalle di Piastri.
Giro 43 | Ritiro per Charles Leclerc in seguito ai problemi al fondo. Pit stop per Norris che torna in pista in P14 su soft.
Giro 44 | GPV per Sainz in 1.14.9 mentre si ferma ai box Ocon.
Giro 45 | Primo pit stop per Albon che deve necessariamente passare su medium. Altro GPV per Sainz in 1.14.972, battuto poco dopo da Norris in 1.14.905.
Giro 46 | Pit stop per Perez e Hamilton, mentre Sainz si prende la P6 su Piastri.
Giro 47 | Pit stop per Gasly che sconta la penalità di 5 secondi, ai box anche Piastri.
Giro 48 | GPV di Perez in 1.14.318 mentre Sainz si prende la P4 su Tsunoda in curva 1.
Giro 49 | Pit stop per Alonso che monta nuovamente pneumatici soft ma a causa di un ritardo sull’anteriore destra perde la posizione su Perez, Sainz e Tsunoda.
Giro 50 | Pit stop per Verstappen in tutta tranquillità, mentre Alonso si prende la P4 su Tsunoda e va all’attacco di Sainz, distante 2.5 secondi.
Giro 51 | Vola Fernando con GPV in 1.14.152 e si porta a 1.2 secondi da Sainz. Gasly passa Tsunoda per la P5.
Giro 52 | GPV di Verstappen in 1.13.941. Gran sorpasso di forza di Alonso su Sainz per la P3 in curva 1. Anche Russell passa Tsunoda per la P6 in curva 1.
Giro 53 | Albon si prende la P7 su Tsunoda , ormai lentissimo su pneumatici molto usurati.
Giro 54 | Lentissimo il ritmo di Sainz che vede Gasly farsi sotto. Anche Ocon sorpassa Tsunoda per la P8.
Giro 55 | Pioggia pesante in arrivo secondo le previsioni. Norris e Hamilton si prendono rispettivamente la P9 e la P10 su Tsunoda.
Giro 56 | Gasly entra in zona DRS su Sainz. GPV di Alonso in 1.13.862. Gran soprasso di Albon su Russell in curva 1 per la P6 mentre Hamilton si prende la P9 su Norris, sempre nella stessa curva.
Giro 57 | Altro GPV di Alonso in 1.13.837 mentre si avvicina la pioggia. Sainz resiste per adesso su Gasly.
Giro 58 | Ancora dura resistenza di Sainz su Gasly. Hamilton si prende la P8 su Ocon. Russell lascia passare Hamilton per la P7.
Giro 60 | Gran sorpasso di Gasly su Sainz all’esterno in curva 1 per la quarta posizione.
Giro 61 | Pit stop per Perez, Gasly e Sainz che montano pneumatici intermedi mentre la pioggia arriva intensa. Pit stop anche per tutti gli altri piloti dietro.
Giro 62 | Pit stop per Verstappen che mantiene la leadership, poi rientrano anche Alonso, Albon e Ocon. Classifica rivoluzionata e pioggia pesante, Ocon unico su full wet.
Giro 63 | Lungo di Perez in curva 1 e Alonso si prende la P2.
Giro 64 | VSC per incidente di Zhou in curva 1 mentre Verstappen e Perez rientrano ai box per montare full wet. Nel frattempo aumenta ancora l’intensità della pioggia e arriva la bandiera rossa.
Giro 65 | L’ordine per l’eventuale ripartenza: Verstappen, Alonso, Perez, Gasly, Sainz, Hamilton, Norris, Russell, Albon, Piastri, Ocon, Tsunoda, Stroll, Hulkenberg, Bottas, Lawson, Magnussen.

Si riparte obbligatoriamente con pneumatici intermedi alle 17:14 ora locale.

Rolling restart. Almeno un altro giro dietro Safety Car.

Giro 66 | Safety Car in this lap.
Giro 67 | Ripartenza ordinata, Russell riesce a passare Norris per la P7 in uscita dalla curva 3. 5 secondi di penalità per Perez per speeding in pit lane. Contatto tra Norris e Russell con l’inglese della Mercedes che torna ai box con problemi tecnici.
Giro 68 | Alonso prova a restare attaccato agli scarichi di Verstappen.
Giro 69 | Hamilton è molto vicino a Sainz ma lo spagnolo tiene bene.
Giro 70 | Verstappen allunga su Alonso sopra i due secondi mentre Perez si avvicina tantissimo a Fernando. Gasly resta a circa 2 secondi da Perez.
Giro 72 | Inizia l’ultimo giro per Verstappen.

Image

Max Verstappen vince il GP Olanda 2023 conquistando l’undicesima vittoria stagionale, la nona consecutiva – eguagliando il record di Vettel – e la tredicesima su tredici GP corsi per Red Bull. Altra vittoria apparentemente facile per il campione del mondo, sempre in controllo nonostante condizioni veramente difficili. Secondo è un grande Fernando Alonso, velocissimo, super aggressivo e determinato a tornare nelle zone che contano prendendosi un grande podio. Super terza posizione per Pierre Gasly, eccezionale nel ritmo, fortissimo nel duello con Sainz e bravo a non lasciar scappare Perez nel finale. Sergio Perez chiude quarto in una gara agevolata da un’ottima strategia iniziale e poi condita con due errori grossolani. P5 per un solido Carlos Sainz, costretto a correre in difesa su una SF23 deficitaria. Sesta posizione per Lewis Hamilton, autore di una buona rimonta. P7 per Lando Norris su una McLaren ancora una volta troppo lenta in rettilineo e poco reattiva con le strategie. P8 per un buon Alexandar Albon, un po’ sfavorito dalla strategia. Chiudono la top ten in P9 Oscar Piastri e in P10 Esteban Ocon.

Immagine di copertina: Red Bull Content Pool

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#13 | GP UNGHERIA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 luglio | Budapest
Hungaroring | 70 Giri

#hungariangp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: 18:00)
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: 16:30)

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live