F1 | GP Olanda 2022: Ferrari ok nelle libere, trovata subito la correlazione tra pista e simulazioni

Paolo Filisetti - 3 Settembre 2022 - 14:05

Il weekend olandese è partito bene la Ferrari. La Rossa sempre forte in gara quando ha trovato subito l’assetto adatto

La Ferrari ha confermato anche nelle FP3 del GP Olanda 2022 il buon lavoro svolto nelle sessioni del venerdì. Per la gara di Zandvoort la Rossa è partita decisa con l’assetto ad alto carico al posteriore, con l’ala posteriore dotata di un profilo a cucchiaio accentuato. Un approccio al weekend diverso da quello visto in Belgio, dove sono state provate soluzioni diverse tra FP1 ed FP2 per la necessità di trovare un carico adeguato nel secondo settore della pista di Spa-Francorchamps.

In Olanda, invece, si è partiti subito con un’ala derivata da quella vista a Budapest, contraddistinta da una sezione centrale leggermente sollevata, non precisamente complanare nella sua estensione. Con questa soluzione la F1-75 si è mostrata equilibrata, ha permesso di ottenere il miglior tempo nella FP2 e di mostrare un buon passo gara. Soprattutto, il lato positivo è la correlazione trovata subito tra i dati della pista e quelli simulativi di Maranello con un assetto confermato sin dalla FP1.

Si tratta di un dettaglio molto positivo per la Rossa che, nei weekend in cui ha trovato subito l’equilibrio adatto, ha poi mostrato il suo massimo potenziale anche in gara, come visto ad esempio in Austria.

Immagine: Media Ferrari