F1 | GP Olanda 2021, qualifiche: Verstappen batte Hamilton per 38 millesimi

Pole position per il pilota olandese davanti alle Mercedes, Ferrari in terza fila

Davanti ad un pubblico a dir poco festoso, Max Verstappen ha conquistato la pole position del Gran Premio d’Olanda a Zandvoort. 1:08.885 per il pilota della Red Bull che ha preceduto di 38 millesimi Lewis Hamilton e la Mercedes.

Verstappen ha dato sempre la sensazione di essere in controllo della qualifica, primeggiando con un giro grandioso nella Q2 e ripetendosi in entrambi i run della Q3, ma ha rischiato di perdere la pole position per un probabile problema al DRS, che non si è aperto sul rettilineo nel corso dell’ultimo giro.

Terza piazza per Valtteri Bottas, che ha perso la posizione d’onore proprio nell’ultimo giro delle qualifiche con il miglioramento di Hamilton a cui il pilota finlandese non ha di fatto risposto.

Quarto posto e seconda fila per Pierre Gasly, grande sorpresa delle qualifiche al volante della AlphaTauri. Il francese ha lottato con le due Ferrari e alla fine è riuscito a mettersele alle spalle, con Charles Leclerc quinto e Carlos Sainz jr sesto dopo l’incidente della FP3.

Altro grande protagonista delle qualifiche è Antonio Giovinazzi, settimo. Una qualifica dalle emozioni contrastanti per il pilota italiano dell’Alfa Romeo, che ha rischiato di non qualificarsi per la Q3 a causa di un problema alla ruota posteriore destra, che non si è svitata al termine del primo run della Q2. A salvarlo è stato l’incidente di Nicholas Latifi, che ha messo fine alla seconda tranche con un minuto e mezzo d’anticipo uscendo alla Masterbocht e impedendo così a tutti di migliorare il proprio tempo, mentre Giovinazzi ha conservato l’ultimo posto utile per la Q3.

Il pilota pugliese dividerà la quarta fila con l’Alpine di Esteban Ocon, che all’ultimo respiro è riuscito a precedere il compagno di squadra Fernando Alonso. Daniel Ricciardo ha chiuso la classifica della Q3 al volante della McLaren, mentre Lando Norris è rimasto “bloccato” dall’incidente di Latifi non riuscendo a migliorare il proprio 13° posto.

La sesta fila sarà appannaggio di George Russell e Lance Stroll. Anche la Williams #63 sembrava competitiva per un posto in Q3 ma il britannico è uscito alla curva Kumho nella Q2. Nessun danno grave sulla sua vettura ma Russell non è riuscito a tornare in pista, anche se col senno di poi non sarebbe servito a nulla.

Latifi ha concluso 14° precedendo Yuki Tsunoda, quindi le due sorprese in negativo di questa qualifica. Sergio Pérez e Sebastian Vettel si divideranno l’ottava fila di domani, esclusi in Q1 per ragioni differenti: errore strategico del muretto Red Bull per il messicano, che ha preso la bandiera a scacchi dopo l’ultimo giro di lancio della Q1, sfortuna per il tedesco della Aston Martin che ha trovato traffico alla fine del suo ultimo tentativo lanciato.

In quest’ultimo episodio si è distinta la manovra discutibile di Nikita Mazepin, che per superare l’altra Haas di Mick Schumacher si è spostato all’improvviso all’interno della curva Kumho proprio nel momento in cui sopraggiungeva Vettel. Il russo potrebbe andare incontro ad una sanzione che comunque non modificherebbe il suo risultato della qualifica, cioè il 20° e ultimo posto. Davanti a Mazepin si sono piazzati Robert Kubica, salito sulla Alfa Romeo solo in FP3 e autore di una buona qualifica, e appunto Schumacher, per l’ennesima volta davanti al compagno di squadra.

Alle 15:00 di domani il semaforo verde del Gran Premio d’Olanda, con i due pretendenti al mondiale davanti a tutti.

Classifica:

F1 | GP Olanda 2021, qualifiche: Verstappen batte Hamilton per 38 millesimi

Immagine di copertina: Twitter – Red Bull Racing

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM