F1 | GP Olanda 2021: Le infografiche post libere Pirelli

Segue l’analisi Pirelli dopo le prove libere del venerdì del GP Olanda 2021

Leggi il resoconto delle FP1

Leggi il resoconto delle FP2

Dato che in FP1 i piloti hanno girato solo 20 minuti per via del tempo necessario per recuperare l’Aston Martin di Sebastian Vettel, la FP2 è stata la sessione cruciale di oggi e si è svolta esattamente nello stesso orario in cui si correranno qualifiche e gara (15:00). Charles Leclerc con Ferrari è stato il più veloce nella sessione precedendo il compagno di squadra Carlos Sainz. Entrambi i piloti hanno utilizzato pneumatici P Zero Red soft C3 per ottenere i loro migliori tempi. Lewis Hamilton (Mercedes) ha realizzato invece il miglior tempo nelle FP1 del mattino.

Dato che il circuito di Zandvoort ritorna a far parte del calendario di Formula 1 dopo l’ultima gara corsa nel 1985, oggi i piloti si sono concentrati sull’apprendimento della pista e sul comprendere il comportamento delle tre mescole più dure della gamma Pirelli selezionate per questo fine settimana.

La sessione pomeridiana delle FP2 è iniziata con una temperatura ambiente di 25 gradi centigradi e asfalto di 30 gradi e tempo soleggiato. Anche questa sessione è stata interrotta da due bandiere rosse, ma questa volta per meno di 15 minuti in totale.

Come previsto, la pista nuova di zecca è rimasta abbastanza “verde” tutto il giorno prima di iniziare ad essere un po’ gommata, inoltre c’era abbastanza sabbia e ghiaia.

Avendo girato relativamente poco causa bandiere rosse, le informazioni sui gap tra le mescole si basano perlopiù su FP2. Tra la soft C3 e la medium C2 finora c’è un gap di 0,7 secondi, che è superiore alla nostra stima iniziale, mentre il gap tra medium C2 e hard C1 è di 0,6 secondi e si basa sulle nostre simulazioni pre-evento dato il numero limitato di dati ricavabili dalle due sessioni.

INFOGRAFICHE

pirelli
pirelli

PARLA MARIO ISOLA

Oggi è sventolata almeno una bandiera rossa in ogni sessione – comprese le prove libere e le qualifiche di Formula 3 – e questo ha ovviamente limitato l’azione in pista e reso più difficile trarre conclusioni definitive. La pista era anche piuttosto sporca, con sabbia e ghiaia in superficie. I team sono comunque riusciti a ottenere alcuni dei dati di cui avevano bisogno per questa nuova e difficile pista e quella di oggi è stata una preparazione utile anche in vista della gara dato che safety car e bandiere rosse potrebbero entrare in azione anche domenica. Domani però sarà importante recuperare ulteriori informazioni per avere un’idea più chiara della strategia ottimale. Oggi siamo riusciti a farci un’idea piuttosto precisa del gap tra medium e soft, mentre non abbiamo ancora dati sufficienti per prevedere con precisione il gap tra medium e hard. Nonostante il banking importante presente a Zandvoort, i pneumatici sono esattamente gli stessi che portiamo nelle altre gare e che sfruttano l’ultima struttura introdotta a Silverstone progettata per far fronte anche ai carichi più pesanti”.

Fonte immagini e testi: Pirelli Motorsport

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM