F1 | GP Monaco, qualifiche: Hamilton di un soffio su Bottas, Leclerc escluso dalla Q1

F1
GP Monaco, qualifiche: Hamilton di un soffio su Bottas, Leclerc escluso dalla Q1

Gravi errori in Ferrari che portano all'esclusione del monegasco. Verstappen 3°, Vettel 4° di 25 Maggio 2019, 16:15

Incredibili le qualifiche del Gran Premio di Monaco, nonostante il nome del poleman. Lewis Hamilton porta a casa la partenza al palo numero 85 della sua carriera con il tempo di 1:10.166, nuovo record della pista del Principato. Mercedes conquista 62 prime file grazie al secondo posto di Valtteri Bottas. Il finlandese, in testa fino agli ultimi secondi, può recriminare per il suo terzo settore, proprio quello in cui Hamilton ha fatto la magia per strappargli la pole nell'ultimo tentativo disponibile in Q3, per soli 86 millesimi.

Terzo posto per la Red Bull di Max Verstappen, a quasi mezzo secondo da Hamilton con la RB15. Quarto Sebastian Vettel: il tedesco ha toccato ripetutamente le barriere durante le qualifiche nel tentativo di riparare all'errore del mattino, nel quale era andato a sbattere a Sainte Devote rischiando di dover saltare le qualifiche. Ancora peggio è andata all'idolo di casa, Charles Leclerc. Il monegasco è rimasto incredibilmente escluso dalla Q1 dopo una serie di errori. Leclerc ha prima mancato la procedura della pesa, perdendo tempo per essere riportato alle verifiche. Successivamente, con ancora del tempo a disposizione per effettuare un altro tentativo, è stato tenuto ai box per salvare un set di gomme. Scelta errata dato che poi, alla fine della sessione, tutti i piloti hanno migliorato. Per assurdo ad escluderlo dalla Q1 è stato proprio Sebastian Vettel, in difficoltà nella prima sessione di qualifica.

Leclerc partirà addirittura 16°, davanti alle Racing Point di Perez e Stroll ed alle Williams di Russell e Kubica.

CRONACA

Q1 | Praticamente tutti in pista a parte le Red Bull all'inizio della sessione. I primi tempi sono di Kvyat e Sainz, con Vettel che ringrazia via radio il team per avergli permesso di prendere parte alle qualifiche dopo il botto delle FP3. Anche le Red Bull scendono in pista ed ora il traffico è davvero esagerato. Trovare il tempo per fare un giro pulito è anche questione di fortuna. La classifica si evolve ad ogni passaggio sul traguardo con le Red Bull che si portano ai primi due posti a 9 minuti dal termine per poi essere separate dall'ottimo Kevin Magnussen. Le Mercedes sono quarta e quinta con Leclerc sesto seguito da Sainz, Kvyat, Albon e Vettel. Bottas si porta in testa con 1:11.562 con soli 35 millesimi su Verstappen, mentre Hamilton diventa terzo davanti a Gasly e Magnussen. A 5 minuti dal termine gli esclusi sono Hulkenberg, Perez, Stroll, Russell e Kubica. A 3 minuti dal termine Vettel tocca il muro prima della seconda della piscina e rientra ai box, ma deve comunque rilanciarsi perché è già fuori dai 15 mentre Leclerc è fermo, con un piccolo misunderstanding per la procedura della pesa. Hamilton intanto si mette in testa con 20 millesimi su Bottas. Vettel fa il suo giro e il destino vuole che il pilota escluso dal tedesco sia il suo compagno di squadra. Leclerc restando ai box viene passato da tutti gli altri piloti che hanno girato dopo di lui, mentre il tedesco si porta in testa. 

Q2 | Si parte con lo shock ancora vivo dell'esclusione di Charles Leclerc dalla Q1. Le Mercedes piazzano subito i due migliori tempi con Bottas in 1:10.701 davanti a Verstappen, Hamilton, Ricciardo, Gasly e Vettel. La classifica anche in questo caso si rivoluziona minuto dopo minuto. A 5 dal termine Bottas comanda su Hamilton, Verstappen, Kvyat, Ricciardo, Sainz, Gasly, Hulkenberg, Vettel, Albon. Arriva il momento per il giro da Q3 con Grosjean il primo a lanciarsi senza però rientrare nei 10. Si rilanciano anche tutti gli altri con Verstappen che si porta in testa davanti alle Mercedes in 1:10.618. Vettel risale in quarta posizione davanti a Kvyat e Gasly. Bene le Renault al momento settima e nona. La classifica cambia ancora perché Magnussen porta la Haas a quinto posto davanti a Kvyat e davanti ad Albon che alla fine porta anche la seconda Toro Rosso in Q3. Restano esclusi quindi Hulkenberg, Norris, Grosjean, Raikkonen e Giovinazzi. 

Q3 | Mercedes, Red Bull, Toro Rosso, Vettel, Magnussen, Ricciardo e Sainz per l'ultima sessione della qualifica. Tutti subito in pista per i 12 minuti che decidono la qualifica. Valtteri Bottas fa già paura in 1:10.252 con Vettel che rimedia 7 decimi dal finlandese. Verstappen si mette in seconda posizione mentre Hamilton sbaglia il suo primo giro e deve abortire. L'inglese ci riprova e si porta in seconda posizione a due decimi, recuperando nel terzo settore sul compagno. Dopo la prima tornata Bottas è davanti a Hamilton, Verstappen, Vettel, Gasly, Magnussen, Kvyat, Sainz, Albon, Ricciardo. A tre minuti dal termine si va in pista per l'ultimo giro. L'unico che migliora è Lewis Hamilton che nel terzo settore recupera lo svantaggio da Bottas e si porta in pole per 86 millesimi sul compagno di squadra. Vettel sta per migliorare il suo giro ma tocca ancora il guard-rail al Tabaccaio. Il tedesco resta quarto alle spalle di Verstappen, che si conferma terzo con la Red Bull. Gasly è quinto con l'altra RB15 davanti alla Haas di Magnussen. Ricciardo con la Renault è settimo davanti alla Toro Rosso di Kvyat in quarta fila, mentre in quinta andranno la McLaren di Sainz e la Toro Rosso di Albon.

Seguono i tempi di sessione.


Condividi