F1 | GP Monaco 2023, la cronaca delle qualifiche

F1GP MonacoGran Premi
Tempo di lettura: 4 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
27 Maggio 2023 - 18:05
Home  »  F1GP MonacoGran Premi

Pole position per Verstappen in un finale al cardiopalma

Segue la cronaca delle qualifiche del GP Monaco 2023, con Max Verstappen che ha conquistato una fantastica pole position davanti a Fernando Alonso e Charles Leclerc, in attesa della decisione dei commissari sull’impeding nei confronti di Lando Norris.

Q1

In pista subito Alpine, AlphaTauri, Alfa Romeo e Williams per la prima parte delle qualifiche. Poco dopo tutti in pista tranne le Aston Martin, che attendono ai box prima di uscire. Il primo tempo buono è di Ocon in 1:14.083, in attesa dell’arrivo dei big. Le Red Bull si mettono in testa con Verstappen (1:13.784) davanti a Pèrez e alle Aston di Fernando Alonso e Lance Stroll. Seguono Leclerc, Ocon, Norris, Russell, Bottas e Magnussen. Ma arriva il primo colpo di scena quando Sergio Pérez picchia a Sainte Devote dovendosi fermare e chiamando bandiera rossa. La Red Bull è distrutta sul lato sinistro e per il messicano si mette malissimo in vista di domani. Si riparte dopo un quarto d’ora abbondante necessario a riparare le barriere colpite dalla Red Bull #11. La pista migliora sensibilmente così come i tempi. La classifica si evolve ad ogni passaggio sul traguardo con Alonso che si trova in testa davanti alle Alpine di Ocon e Gasly e alla Red Bull di Verstappen. I piloti hanno comunque ancora tempo per portare a casa un paio di giri veloci con un cool down lap in mezzo. Hamilton gira con difficoltà dopo il botto del mattino e non riesce a stare in top ten, con Verstappen che si riprende la prima posizione davanti ad Alonso, Leclerc e Stroll. La pista continua a migliorare tanto che Tsunoda si ritrova in testa con 2 millesimi su Verstappen a 2 minuti dal termine. Sainz e Hamilton si trovano in difficoltà in 17a e 15a posizione. Hanno ancora un giro a disposizione ma c’è tantissimo traffico: entrambi però riescono a salvarsi, con lo spagnolo che sale in quarta posizione e l’inglese che si porta in settima. Restano esclusi Sargeant, Magnussen, Hulkenberg, Zhou e Pérez dopo l’incidente. Tra Verstappen e Zhou, penultimo, il distacco è di 1.137.

Q2

Tutti subito in pista per la fase centrale delle qualifiche, che definirà l’ingresso al Q3. Verstappen si prende subito la prima posizione in 1:12.038, seguito da Gasly, Alonso, Ocon, Sainz, Leclerc, Norris, Piastri, Bottas, Russell e Hamilton dopo i primi passaggi. Alonso si riporta in seconda posizione a 69 millesimi da Verstappen e davanti alle due Alpine, mentre Hamilton riesce a riportarsi in nona posizione con Russell momentaneamente fuori dai dieci. Bottas si riporta davanti a Hamilton mettendo il suo ex compagno sul limite dell’esclusione. Russell si porta in terza piazza portando Lewis fuori dai dieci, ma il sette volte campione del mondo si riporta in decima posizione con un ulteriore passaggio. Leclerc sale in seconda posizione, Tsunoda dal fondo risale in settima e mette fuori Hamilton. Norris va a muro a due minuti dal termine riuscendo comunque a tornare ai box. L’inglese rompe il braccetto dello sterzo uscendo dalla chicane del porto e va quasi dritto al Tabaccaio, evitando però danni pesanti. Gli ultimi giri vedono Hamilton riportarsi in quinta posizione. Restano esclusi Piastri, De Vries, Albon, Stroll e Bottas.

Q3

Vanno in Q3 Verstappen, Alonso, Tsunoda, Norris, Ferrari, Mercedes, Alpine. Sulla McLaren dell’inglese i meccanici stanno cambiando a tempo di record il braccetto rotto nella toccata alla chicane del porto. Escono tutti tranne lui ad inizio Q3 con Verstappen che è il primo a lanciarsi. L’olandese gira in 1:12.102 ma non sembra essere un giro velocissimo. Alonso infatti si porta in pole provvisoria in 1:11.706! Ma non è finita! Carlos Sainz si mette in seconda posizione a 29 millesimi da Alonso e Charles Leclerc è terzo a 53! Verstappen resta a 4 decimi superato anche da George Russell per la quarta posizione. Norris riesce ad uscire ma nel frattempo Verstappen con un secondo giro sullo stesso set riesce a prendersi la pole provvisoria in 1:11.654. Continuano le emozioni con Lewis Hamilton che si porta in terza posizione a 71 millesimi! La pista si è risvegliata e migliora di colpo, con Ocon che si porta incredibilmente in pole in 1:11.553! Si torna subito tutti in pista. Leclerc sale in prima posizione in 1:11.471, Sainz va in terza posizione a 159 millesimi ma arriva Alonso che supera tutti in 1:11.449 con 22 millesimi di vantaggio su Leclerc! Non è finita perché manca Max Verstappen. L’olandese migliora nel primo settore, nel secondo è dietro di 204 millesimi rispetto ad Alonso ma quello che fa nel terzo settore è semplicemente da antologia. Max passa sul traguardo con 84 millesimi di vantaggio sullo spagnolo dopo aver toccato ripetutamente il muro in un giro che sarà storico.

Immagine di copertina: Media Red Bull

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#13 | GP UNGHERIA
DATI E PREVIEWINFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 luglio | Budapest
Hungaroring | 70 Giri

#hungariangp

LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: )
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: )

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live