F1 | GP Monaco 2022: non solo pioggia, anche un blackout elettrico dietro i rinvii della partenza

Un problema al semaforo e ai pannelli sul rettilineo di partenza hanno impedito gli “standing start”

Non ci si è messa solo la pioggia, attesa ed arrivata puntualmente a pochi minuti dall’inizio del GP Monaco 2022, a scombinare le carte della corsa del Principato. Al termine della gara vinta da Sergio Pérez, infatti, è emerso che un altro problema – questo inaspettato – ha ulteriormente peggiorato la situazione inducendo la Direzione Gara ed Eduardo Freitas a rinviare inizialmente il via.

Se, infatti, si pensava che il primo rinvio per il giro di formazione fosse dovuto esclusivamente alla pioggia caduta battente sulla griglia di partenza, il vero problema è stato invece un blackout elettrico che ha coinvolto semafori e pannelli lungo il rettilineo del traguardo, impedendo quindi di procedere con lo “standing start”, la partenza da fermi.

La procedura di partenza è stata sospesa alle 14:55. Il primo rinvio, dalle 15:00 alle 15:09, è arrivato alle 14:58. Successivamente è stato aggiunto, alle 15:00, che il giro di formazione sarebbe partito dietro la Safety Car. Alle 15:03 nuovo messaggio di giro di formazione rinviato, questa volta alle 15:16 e con obbligo di montare le gomme da bagnato estremo.

Come avremo poi visto, dopo due giri di Safety Car sarebbe stata esposta la bandiera rossa con le monoposto ferme fino alle 16:05. Il problema al semaforo ha influito anche successivamente, con la bandiera verde avuta con “rolling start” sia per l’inizio effettivo della gara che dopo l’incidente tremendo di Mick Schumacher e la seconda sospensione.

Una comunicazione tempestiva del problema elettrico avrebbe evitato la consueta scia di polemiche sul rinvio per la pioggia e il poco coraggio dei piloti, con un richiamo molto citato a quanto successo nel Gran Premio del Belgio 2021.

Immagine: ANSA

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS