F1 | GP Monaco 2022, la cronaca della gara

Perez vince davanti a Sainz e Verstappen

A seguire la cronaca della gara del GP Monaco 2022, settima prova del mondiale di F1, vinto da Sergio Perez su Carlos Sainz e Max Verstappen.

F1 | GP Monaco 2022, gara: Pérez vince una gara caotica tra pioggia e Safety Car. Sainz 2°, Verstappen 3°. Leclerc 4° imbestialito per la strategia

Sotto il resoconto con la griglia di partenza, situazione penalità e pneumatici.

F1 | GP Monaco 2022: griglia di partenza, penalità e set a disposizione

A 15 minuti dal via arriva la pioggia sul circuito, l’intensità è molto alta.

L’intensità della pioggia aumenta ancora.

Start procedure suspended, partenza ritardata alle 15:09.

Ulteriore ritardo per la partenza, nuovo start alle 15:16.

Formation lap dietro la Safety Car.

Tutti i piloti partono su pneumatici full wet.

Parte il giro di formazione.

Ulteriore giro di formazione. Bandiera rossa.

Alle 15:55 arriva l’informazione ufficiale in merito alla ripartenza: si torna in pista alle 16:05.

Si torna in pista dietro la Safety Car e tutti i piloti sono su pneumatici full wet.

Giro 1 | Inizia ufficialmente la gara, Stroll urta leggermente il muro al Casinò, mentre Latifi finisce in barriera al Loews danneggiando la sua ala anteriore. Entrambi rientrano ai box.

Giro 2 | Safety Car in this lap: rolling start.
Giro 3 | Molta cautela per tutti al primo giro lanciato, mentre sono già rientrati ai box per montare intermedie Gasly, Schumacher, Stroll e Latifi.

Giro 5 | I tempi sono ancora alti: il GPV è di Leclerc in 1.39.6 ma Gasly, su intermedie, lo batte in 1.39.4.
Giro 7 | Vettel e Tsunoda rientrano ai box per montare le intermedie.

Giro 8 | Adesso è Leclerc a fare il GPV in 1.39.1.
Giro 10 | GPV di Leclerc in 1.36.5. Gasly è arrivato sul gruppo dei piloti con full wet.
Giro 12 | GPV a ripetizione per Leclerc, questa volta in 1.35.3: il gap su Sainz è di 5 secondi. Lo spagnolo, a sua volta, ha due secondi di margine su Perez. Gasly compie il suo primo sorpasso al Mirabeau su Zhou per la P13.

Giro 14 | Gasly passa Ricciardo in trazione prima delle piscine per la P12.
Giro 15 | Adesso i settori di Gasly sono i migliori. GPV di Sainz in 1.32.995 ma Gasly vola in 1.31.251.
Giro 16 | Pit stop per Hamilton – gomme intermedie – che rientra in pista in P9 ed è, quindi, il primo in pista su pneumatici intermedi.
Giro 17 | Pit stop per Perez che passa su intermedie e torna in pista in P5 alle spalle di Norris.

Giro 18 | Pit stop per Norris, passa su intermedie e rientra in pista in P7.
Giro 19 | Pit stop per Leclerc, anche lui su pneumatici intermedi ma il monegasco rientra in pista alle spalle di Perez in P3, con il messicano che vola in questa fase. Verstappen copia la strategia di Leclerc e rientra alle sue spalle.

Giro 20 | Sainz continua a rimanere in pista per provare a passare direttamete su pneumatici slick.
Giro 21 | Pit stop per Sainz e Leclerc che passano alle slick su mescola hard.
Giro 22 | Rientrano ai box le due Red Bull, anche loro passano su hard. Perez resta davanti a Sainz e Verstappen davanti a Leclerc.

Giro 23 | Nel frattempo tutti i piloti sono passati su pneumatici slick tranne Stroll che rimane su gomme intermedie.
Giro 24 | Notata dai commissari l’uscita dal box di Perez: il messicano potrebbe aver oltrepassato la riga gialla di uscita dalla pit lane.

Giro 27 | Botto tremendo per Schumacher in uscita dalle Piscine con vettura spezzata in due all’altezza del cambio, pilota ok. Safety Car in pista.

Giro 29 | La classifica attuale è: Perez, Sainz, Verstappen, Leclerc, Russell, Norris, Alonso, Hamilton, Ocon, Bottas, Vettel, Gasly, Ricciardo, Stroll, Tsunoda, Zhou, Latifi, Albon.
Giro 30 | Bandiera rossa.

Si torna in pista alle 17:15, si riparte con rolling start, i 5 piloti doppiati – Stroll, Tsunoda, Zhou, Latifi e Albon – potranno sdoppiarsi. Mancheranno 45 minuti all’arrivo quando la gara ripartirà.

Giro 31 | Si torna in pista ed in top i due Ferrari, Norris, Ocon e Bottas sono su gli stessi pneumatici hard utilizzati prima della bandiera rossa, gli altri hanno optato per gomme medie nuove.

Giro 32 | Ancora un altro giro dietro Safety Car per permettere agli sdoppiati di riavvicinarsi al gruppo. Safety Car in this lap.
Giro 33 | Ripartenza regolare per tutti.

Giro 35 | 5 secondi di penalità per Ocon per aver causato un incidente con Hamilton – contatto avvenuto durante le fasi concitate dei pit stop alla Sainte Devote, con Esteban, su full wet, a difendersi in modo non regolare su Lewis, su intermedie. Problemi tecnici di Alonso che perde un’eternità rispetto ai piloti davanti ma riesce a mantenere abbastanza agevolmente la posizione su Hamilton.

Giro 37 | GPV per Sainz in 1.18.150.
Giro 38 | Adesso è Perez a migliorare di tanto, GPV in 1.17.081.
Giro 39 | GPV di Leclerc in 1.16.890.
Giro 40 | GPV di Perez in 1.16.473.
Giro 43 | Continuano a scendere i tempi ed ogni giro, a turno, i primi 4 segnano il GPV.
Giro 46 | GPV di Perez in 1.16.028.

Giro 51 | GPV per Alonso in 1.15.882 che ha, evidentemente, risolto i suoi problemi tecnici. Pit stop per Norris: il pilota inglese aveva più di 30 secondi di margine su Alonso dietro e decide di rientrare per montare pneumatici – medium – più freschi e provare il GPV.
Giro 53 | Tanto graining sui pneumatici di Perez allora il gruppo dei primi quattro si ricompatta.

Giro 55 | GPV di Norris in 1.14.693.
Giro 57 | Sainz è vicinissimo a Perez ma non riesce a trovare lo spunto per superare il messicano.

Giro 61 | Due minuti al termine della gara: nonostante la pressione e le difficoltà Perez sembra possa mantenere la testa.
Giro 63 | Inizia l’ultimo giro.

Sergio Perez vince il GP di Monaco, terza vittoria in carriera per lui: risultato meritato per il messicano che si è dimostrato più veloce del compagno di squadra per tutto il weekend e bravo ad approfittare bene dell’occasione concessa dalla strategia del suo muretto. Carlos Sainz chiude secondo ma deluso per l’occasione della prima vittoria sfumata mentre Max Verstappen, terzo, può ritenersi soddisfatto guadagnando, addirittura, tre punti sul rivale più diretto per il mondiale Leclerc. Charles, quarto, è sicuramente il più amareggiato, consapevole del fatto che un’altra vittoria, in qualche modo agevole, è sfumata per colpe non sue. George Russell chiude quinto, l’unico a finire nella top 5 in tutte e sette le gare. Lando Norris è sesto ed anche autore del GPV, Fernando Alonso chiude settimo nonostante i problemi tecnici avuti dopo la seconda bandiera rossa. Lewis Hamilton finisce ottavo e, ancora una volta, molto deluso di chiudere alle spalle del giovane compagno di squadra. Completano la top 10 Valtteri Bottas in P9 e Sebastian Vettel in P10.

GP Monaco 2022 gara

Immagine di copertina: Red Bull Content Pool

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS