F1 | GP Monaco 2021, Anteprima, Schumacher: “Ero andato solo a Baku e Macao prima di provare Monaco”

Seguono le dichiarazioni di Mick Schumacher per l’anteprima del GP Monaco 2021 di F1.


Mick Schumacher: “Monaco è un circuito storico e anche una pista difficile. Ovviamente è un posto nel quale ogni pilota di macchine da corsa è entusiasta di andare o di provare almeno una volta. Io l’ho sperimentata in Formula 2 – quella è stata la mia prima volta, nel 2019, è l’ho amata. Sono terribilmente ansioso di guidarci in Formula 1 quest’anno”.

“Probabilmente non si troveranno due gare di Monaco identiche, se si capisce cosa intendo – non si troverà mai la stessa gara o lo stesso weekend due volte qui. È sempre speciale, succede sempre qualcosa di diverso. Non saprei proprio quale gara scegliere come la mia preferita, a essere onesti. In generale, si tratta sempre di una competizione pazza per ogni pilota che guida a Monaco. È una vera sfida qui, quando si è così vicini ai muri in ogni istante per oltre settanta giri. A livello mentale è dura, super difficile, ma è anche una sfida ed è per questo che è così divertente andare su una pista simile. Non vedo davvero l’ora”.

“La Formula 2 era ovviamente un bel po’ più lenta della Formula 1, per questo sono entusiasta di provare come sarà. La vettura di Formula 2, in generale, è comunque una macchina molto veloce e pesante, ma è reattiva e si muove molto. Ero andato solo a Baku e Macao prima, che sono piuttosto similari in quanto circuiti cittadini”.

“È sicuramente un circuito dove il pilota può fare la differenza. Di certo se hai una vettura di cui ti puoi fidare, una nel quale ti senti a tuo agio, probabilmente questo ti aiuterà a girare a Monaco nella FP1 con una mente un po’ più libera per imparare la pista. Se si deve anche comprendere la vettura, o se non si è a proprio agio in macchina, ciò rende il tutto sicuramente molto più difficile. Per quanto mi riguarda sono davvero a mio agio in macchina e sono entusiasta di imparare come guidare a Monaco sulla VF-21”.

“Sarà bello avere un po’ di atmosfera in pista, anche se non quanta ce ne sarebbe di solito. Speriamo, nelle prossime settimane e mesi, di tornare a una vita più o meno normale – ovviamente ciò vale per tutto. Ma è sicuramente grandioso iniziare a piccoli passi (nel riportare il pubblico, ndr) e farlo in maniera sicura; meglio prevenire che curare. Mi è mancato avere i fan in pista e vederli godersi le nostre corse e tifarci se facciamo bene. Speriamo di riportare tutto questo il prima possibile, se non in maniera completa in questa stagione allora speriamo per la prossima”.

Fonte: Haas Media

Immagine di copertina: Twitter / Haas F1 Team

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS