F1 | GP Monaco 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

F1
GP Monaco 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

Una bella gara per la Toro Rosso di 27 Maggio 2019, 16:30

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso al termine del Gran Premio di Monaco.

RACING POINT

11 | SERGIO PEREZ

"Non è stata una gara facile, ma abbiamo fatto del nostro meglio oggi. Sono contento di essere riuscito a finire la gara, ma alla fine non abbiamo potuto lottare per i punti. Avevamo davvero bisogno che arrivasse la pioggia. Quando è uscita la safety car abbiamo scelto di fare un pit stop, ma ho perso un po' di tempo nel traffico alla Rascasse. Più tardi nella gara ho fatto un sorpasso su Magnussen, che ho ritenuto essere una mossa giusta, ma ha tagliato la chicane e mantenuto la posizione e penso che avrebbe dovuto darmi la posizione di nuovo".

18 | LANCE STROLL

"È stato un fine settimana impegnativo per tutta la squadra e purtroppo la gara è stata altrettanto dura. Ho avuto una buona partenza e poi abbiamo lanciato i dadi, in termini di strategia, soprattutto sotto safety car. Dopodiché, è stata davvero una gara tranquilla. Abbiamo sofferto con il graining sulle gomme nel primo stint e poi durante il secondo eravamo bloccati nel traffico. Non era il fine settimana che volevamo, ma torneremo più forti in Canada, tra due settimane".

WILLIAMS

63 | GEORGE RUSSELL

"E' stata una gara davvero divertente e mi sono spinto al limite: il nostro ritmo era molto forte, quando ho preso il passo giusto, il mio ingegnere alla radio mi ha detto che giravo veloce come i leader. Sono soddisfatto della mia prestazione ".

88 | ROBERT KUBICA

"È stato un lungo Gran Premio per la gestione delle gomme ed è stata una gara sfortunata per me. La gara è iniziata abbastanza bene per noi, quando la Safety Car è scesa in pista ho pensato che potessi recuperare, ma non è stato quello il caso, Giovinazzi mi ha colpito alla Rascasse, quindi ho perso un sacco di tempo, ma è andata così".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

"Nulla è andato nel modo giusto. Abbiamo avuto una buona partenza, siamo stati puliti e abbiamo subito una foratura dopo che Charles [Leclerc] mi ha toccato la gomma. Fortunatamente, non ho colpito il muro, ma la Safety Car ha significato che tutti hanno recuperato su di me ed è stato difficile riprenderci da lì. È difficile da prendere come risultato, in quanto i risultati di oggi non riflettono il livello di competitività della Renault, al momento. La macchina aveva più prestazioni e potenziale di quello che il risultato ha mostrato. Abbiamo bisogno di sfruttare al meglio le opportunità in Canada".

3 | DANIEL RICCIARDO

"E' stata una gara molto frustrante, a essere onesti. Abbiamo avuto una buona partenza, abbiamo passato Kevin [Magnussen] all'esterno per la quinta posizione. Quando è arrivata la Safety Car è stato il punto in cui ci siamo persi. Sicuramente avremmo potuto fare meglio e ottenere un grande risultato, dato che avevamo tutte le carte in mano. Nonostante abbiamo perso alcuni punti, la macchina era molto buona anche se non potevamo sempre avere la velocità che avevamo. Guarderemo cosa è successo e affronteremo tutto in vista delle prossime gare".

TORO ROSSO

23 | ALEXANDER ALBON

“Devo ringraziare la squadra perché la strategia è stata fantastica! Eravamo consapevoli della possibilità di andare a punti oggi e abbiamo fatto un buon lavoro per rendere tutto possibile. È stato difficile, perché a Monaco si passa l’intera gara vicino ad altre vetture e ci si deve assicurare di non frenare mai troppo tardi o arrivare al bloccaggio, altrimenti la gara rischia di finire. La parte più difficile della corsa è stata la gestione delle gomme, perché le Soft non amano essere usate così a lungo e iniziano così a degradare e vibrare. Eppure, è stato divertente ed è fantastico avere due vetture in zona punti”.

26 | DANIIL KYVAT

“Dopo la bella qualifica di ieri, oggi abbiamo completato il lavoro con una splendida gara: è una bella sensazione! In partenza sono stato un facile bersaglio: Gasly ha fatto una frenata pulita all’esterno, mentre io ero nella traiettoria interna e non potevo più cambiarla. Qualcuno è stato troppo cauto alla prima curva e c’è stato una sorta di effetto domino. Comunque, sono molto contento perché è stata una buona gara per noi. Possiamo essere soddisfatti per come abbiamo gestito la gara e per i punti conquistati. È stato un gran lavoro di squadra! La settima posizione a Monaco è un grande risultato. Nelle ultime settimane abbiamo lavorato duramente per capire cosa migliorare e di cosa avevo bisogno per andare più veloce: ci siamo riusciti. Adesso, però, dobbiamo farlo tutti i weekend se vogliamo continuare a segnare dei punti. La macchina sta andando bene, quindi dobbiamo proseguire nello sviluppo in questa direzione”.


Condividi