F1 | GP Miami 2023, la cronaca delle qualifiche

F1GP MiamiGran Premi
Tempo di lettura: 5 minuti
di Danilo Lunetta @LunettaDanilo
6 Maggio 2023 - 23:50
Home  »  F1GP MiamiGran Premi

Pole position per Perez davanti ad Alonso e Sainz

Segue la cronaca delle qualifiche del GP Miami 2023, quinta prova del mondiale di F1. Sergio Perez è in pole position davanti Fernando Alonso e Carlos Sainz.

Max Verstappen, dopo un weekend opaco in terra azera, vuol riscattarsi e il suo inizio di weekend finora è stato praticamente perfetto: il campione del mondo in carica è l’assoluto favorito per la pole position. Perez, Leclerc e Sainz sembrano gli unici in grado di impensiere l’olandese, mentre le Aston Martin e le Mercedes sono apparentemente più attardate. Nel midfield, come al solito, c’è tanta incertezza con Alfa Romeo e Haas sugli scudi nelle libere.

Q1

Iniziano le qualifiche: le due Williams sono le prime ad andare in pista, seguite dalle Alfa Romeo e via via da tutti gli altri. Magnussen il primo con un crono interessante in 1.29.358 ma poi è Perez a prendersi la testa in 1.28.306 davanti a Verstappen di un decimo. Buon inizio delle due Ferrari che vanno a mettersi a ridosso delle due Red Bull con Leclerc in mezzo tra Sergio e Max e Sainz a qualche decimo dall’olandese. Alonso scavalca Sainz per la P4, anche Magnussen si mette davanti allo spagnolo in P5. Malissimo per adesso le due Mercedes con Russell in P18 e Hamilton addirittura ultimo – Lewis protagonista di un contatto non grave con Magnussen in uno dei suoi giri lanciati, torna ai box per un check sull’ala anteriore.

Russell si riporta su fino alla P9 mentre si migliorano le due Red Bull e le due Ferrari con Max a prendersi la testa in 1.27.363, Checo a 3 decimi, Charles e Carlos oltre il mezzo secondo. Gran tempo di Albon che si porta in P5 ad un decimo da Sainz, ancora meglio fanno Hulkenberg e Bottas che salgono rispettivamente in P4 e P5. A circa un minuto dal termine sono esclusi: Hamilton, Russell, Sargeant, Piastri, Norris.

Magnussen risale in P4 a 4 decimi dalla testa, mentre Leclerc e Sainz si migliorano: Carlos si porta in P2 a 3 decimi da Verstappen e Leclerc in P4 a 3 decimi e mezzo. Si salvano le due Mercedes mentre gli esclusi sono nell’ordine: Norris, Tsunoda, Stroll – abbastanza clamoroso – Piastri e Sargeant.

Q2

Di nuovo in pista per il Q2: subito le due Red Bull in pista, poi le Haas, le Mercedes, Alonso e Zhou. Verstappen mette subito le cose in chiaro chiudendo il primo tentativo in 1.27.110 con Perez staccato di due decimi, Alonso in P3 a tre decimi e mezzo da Max, tutti gli altri oltre il secondo. Scendono in pista anche le due Ferrari. Buoni i tempi delle due Alpine che si portano in P4 e P5 con Ocon davanti a Gasly, Sainz velocissimo in P2 a soli 38 millesimi da Verstappen mentre Leclerc è un po’ più attardato in P5, a pochi centesimi da Perez e Alonso. Ottimo tempo per Bottas che si mette in P5 a pochissimi millesimi da Leclerc.

Le due Ferrari, non rientrate ai box per il cambio gomme, si rilanciano: Leclerc si prende la P1 in 1.26.964 mentre Sainz abortisce il suo giro. Rientrano tutti in pista per l’ultimo tentativo, compreso Verstappen su pneumatici usati: Max si riprende la testa in 1.26.814, Alonso sale in P3 a a quasi 3 decimi dall’olandese. Clamorosamente Hamilton resta escluso in P13, davanti a lui in P11 Albon e in P12 Hulkenberg, dietro Zhou in P14 e De Vries in P15.

Q3

Primo run e l’ordine è: Verstappen, Perez, Ocon, Alonso – su gomme usate – Magnussen, Russell, Gasly, Leclerc e Sainz – Bottas resta al momento ai box. Non buono il primo tentativo di Max che abortisce il suo giro a causa di qualche errorino nel primo settore. Perez si mette in testa in 1.26.841, poi Alonso – a soli tre decimi su pneumatici usati – Sainz – non eccezionale il suo primo tentativo – un grande Magnussen, Gasly, Russell, Leclerc – autore di un errore all’ultima curva quando lottava per la pole – e Ocon.

Secondo run e Leclerc è il primo ad andare ma c’è immediatamente un altro colpa di scena: Charles esagera in curva 6, perde il posteriore sul cordolo e finisce sulle barriere causando bandiera rossa e la chiusura delle qualifiche.

Pole position per Sergio Perez in 1.26.841, seconda in stagione per lui. Il messicano non commette errori e si prende, quindi con merito, la pole mettendosi dunque nella migliore posizione possibile per allungare subito sul compagno di squadra. Secondo è un grande Fernando Alonso, bravissimo a sfruttare le sue soft usate. Carlos Sainz chiude terzo, dopo un primo tentativo deficitario. Un grande Kevin Magnussen è in P4 grazie ad un ottimo primo tentativo. P5 per un buon Pierre Gasly e sesta posizione per George Russell davanti ad un deludente Leclerc in P7. Esteban Ocon chiude in ottava posizione, poi Max Verstappen in P9 – senza tempo dopo gli errori del primo run – e Valtteri Bottas a completare la top ten.

Immagine di copertina: Red Bull Content Pool

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#13 | GP UNGHERIA
DATI E PREVIEWINFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 luglio | Budapest
Hungaroring | 70 Giri

#hungariangp

LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: )
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: )

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live