F1 | GP Italia 2023, gara: Verstappen nella storia, decima vittoria consecutiva. Perez chiude la doppietta, Sainz a podio dopo una lotta dura con Leclerc

F1 | GP Italia 2023, gara: Verstappen nella storia, decima vittoria consecutiva. Perez chiude la doppietta, Sainz a podio dopo una lotta dura con Leclerc

F1GP ItaliaGran Premi
Tempo di lettura: 5 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
3 Settembre 2023 - 17:10
Home  »  F1GP ItaliaGran PremiTop

Max Verstappen fa 10. Lotta con le Ferrari e conquista il GP Italia 2023. Decima vittoria di fila e doppietta con Pérez 2°

La storia è scritta. Max Verstappen vince il GP Italia 2023, conquista la decima vittoria consecutiva e diventa il pilota con più vittorie di fila in F1, superando le 9 di Sebastian Vettel del 2013. Un record che si potrà definire noioso adesso, nel pieno del dominio dell’olandese, ma che verrà ricordato per molto tempo.

Per Verstappen è la vittoria #47, a meno 4 da Alain Prost. Red Bull allunga a 15 la striscia (e il record) di vittorie consecutive e si porta a casa una doppietta a casa della Ferrari, con Sergio Pérez che recupera dalla quinta posizione iniziale liberandosi, nel corso della gara, di Russell e delle due Rosse con una gara positiva.

Carlos Sainz chiude al terzo posto con la Ferrari un weekend fantastico, uno dei migliori da quando corre con la Rossa. Lo spagnolo parte bene e resiste 15 giri alla Red Bull prima che una piccola sbavatura in prima variante permetta a Verstappen di infilarsi. Non cambia però il giudizio sulla sua gara, meravigliosa dall’inizio alla fine. A fine gara, dopo essere stato superato da Pérez, Sainz deve anche difendersi da un agguerrito Charles Leclerc. Le due Ferrari rischiano un paio di volte il contatto ma, alla fine, riescono ad arrivare al traguardo senza danni, con il monegasco che deve accontentarsi del quarto posto.

Le Mercedes, in difficoltà tutto il weekend, chiudono al quinto e sesto posto con George Russell e Lewis Hamilton. Il sette volte campione del mondo, nonostante una penalità di 5 secondi, riesce a risalire la classifica approfittando delle lotte alle sue spalle. Si sprecano i complimenti per Alex Albon, che chiude un’altra gara epica al settimo posto con la Williams e concedendosi il lusso di tenere alle spalle la McLaren di Lando Norris.

Fernando Alonso, con un’Aston Martin ormai opaca, chiude al nono posto davanti a Valtteri Bottas, che chiude la top ten con l’Alfa Romeo. Ottima la gara di Liam Lawson, che conclude il suo secondo GP all’undicesimo posto con l’AlphaTauri davanti ad Oscar Piastri, penalizzato di cinque secondi nel finale.

Una gara, quella del GP Italia, che ha regala comunque molte emozioni e lotte nonostante il risultato finale sia lo stesso: il primo colpo di scena è arrivato prima del via con Tsunoda che resta fermo per colpa della Power Unit. La procedura di partenza viene rinviata alle 15:20 con la distanza di gara ridotta a 51 giri.

Partenza diligente da parte di tutti con le prime posizioni che restano invariate. Sainz mantiene la posizione dalla Pole davanti a Verstappen e Leclerc. Il DRS fa riavvicinare i primi tre con l’olandese che inizia a pressare Sainz e Leclerc dietro. Il primo tentativo di sorpasso arriva all’inizio del sesto giro ma Sainz resiste bene. Dietro i primi tre ci sono Russell e Pérez, a loro volta in lotta.

Basta una piccola sbavatura a Sainz alla prima variante per permettere a Verstappen di infilarsi verso la Roggia e prendersi la prima posizione nel corso del 15° giro. E all’inizio del 16° Pérez passa Russell portandosi in quarta alle spalle delle Ferrari, che entrano in lotta per la seconda posizione.

I pit iniziano dopo 20 giri con Sainz e Russell a fermarsi per primi. Seguono Verstappen e Leclerc con Pérez che resta davanti. Sainz mantiene la posizione su Leclerc ma le due Ferrari sono in lotta, con Pérez che adesso si è unito.

Verstappen, dopo la sua sosta, torna in testa all’inizio del 25° giro con Hamilton ancora in pista su gomme dure. Dietro di loro il terzetto Sainz-Leclerc-Pérez prosegue compatto. Il sette volte iridato rientra dopo 27 giri alle spalle di Fernando Alonso, in decima posizione.

Verstappen allunga a 5 secondi su Sainz con Leclerc e Pérez ancora incollati. Il messicano riesce a trovare lo spunto all’inizio del 31° passaggio per passare il monegasco e va a caccia di Carlos Sainz. Mentre Verstappen allunga ancora ad oltre 8 secondi su Sainz, Pérez si avvicina lentamente mentre Leclerc resta ancorato al DRS alle spalle della Red Bull.

Un’altra lotta interessante è quella per la sesta posizione con Albon che resiste alle McLaren di Norris e Piastri. L’australiano viene poi a contatto con Hamilton che, nel tentativo di passarlo, non gli lascia spazio e gli rompe l’ala anteriore, ricevendo una penalità di 5 secondi.

Il terzetto Sainz-Perez-Leclerc è ancora compatto. Il messicano ci prova ad inizio 43° giro ma deve allargare per non toccare la Ferrari. Il sorpasso arriva al 46° giro e poi resta alle due Rosse trovarsi ai ferri corti. Leclerc passa Sainz sul dritto ad inizio 47° giro ma Sainz si riprende la posizione alla Roggia. I due proseguono una lotta che getta nell’ansia tutto il pubblico Ferrari, con il muretto che consiglia ai due di non esagerare ma Leclerc che ci prova comunque, rischiando il contatto un paio di volte.

Alla fine, il monegasco deve accontentarsi della quarta posizione con Verstappen e Pérez che fanno doppietta e Carlos Sainz che chiude sul gradino più basso del podio.

In classifica generale Verstappen sale a 364 punti portando il vantaggio su Sergio Pérez a 145. Fernando Alonso si porta a 170 con Hamilton che si riavvicina a 164.

Red Bull arriva a 290 punti di vantaggio su Mercedes, 583 contro 273. Ferrari sale in terza posizione a 228 con Aston che rimane a 217.

Segue il risultato di gara. A seguire cronaca e dichiarazioni.

Immagine di copertina: Media Red Bull

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#13 | GP UNGHERIA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 luglio | Budapest
Hungaroring | 70 Giri

#hungariangp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: 18:00)
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: 16:30)

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live