F1 | GP Italia 2023: anteprima Brembo

F1 | GP Italia 2023: anteprima Brembo

ComunicatiF1GP ItaliaGran Premi
Tempo di lettura: 3 minuti
di Redazione P300.it @p300it
30 Agosto 2023 - 16:00
Home  »  ComunicatiF1GP ItaliaGran Premi

Segue l’anteprima Brembo del GP Italia 2023 di F1

Ultimo appuntamento stagionale per la Formula 1 in Europa anche se dopo il GP Italia sono in programma ancora 8 round, equamente ripartiti tra l’Asia e le Americhe. Secondo i tecnici Brembo l’Autodromo Nazionale Monza rientra nella categoria dei circuiti altamente impegnativi per i freni. In una scala da 1 a 5 si è meritato il valore massimo.

La necessità di raggiungere le maggiori velocità possibili nei lunghi rettilinei induce i team a ridurre al minimo il carico aerodinamico. Quando però raggiungono le tre Varianti i piloti si trovano ad affrontare staccate molto violente, per le quali è fondamentale un buon bilanciamento tra frenata anteriore e posteriore. ​

A Monza la prima volta di Brembo ​​

​​Monza è tradizionalmente un feudo Ferrari, come dimostrano le 19 vittorie delle Rosse, anche se dal 2007 la scuderia di Maranello si è imposta solo due volte, nel 2010 e nel 2019. Dodici di questi trionfi sono stati ottenuti con i freni Brembo, a partire da quello del 1975 ad opera di Clay Regazzoni.

Lo svizzero guidava la 312T, la prima monoposto di Formula 1 dotata di almeno un componente frenante Brembo: da pochi mesi la Ferrari utilizzava i dischi in ghisa realizzati da Brembo. Al volante della vettura gemella c’era Niki Lauda che con il 3° posto in quel GP divenne aritmeticamente campione del mondo. Fu il primo di oltre 600 titoli iridati vinti da piloti di auto e moto con i freni Brembo.

Sei frenate ma 4 da urlo

L’Autodromo Nazionale Monza è la pista del Mondiale in cui i piloti utilizzano i freni per meno tempo, neanche 9 secondi in un giro intero. Di tutte gli altri circuiti solo Barcellona e Montreal restano sotto quota 10 secondi mentre a Singapore si sfiorano i 23 secondi e mezzo.

Un’altra peculiarità del GP Italia è il superamento in 4 diversi punti dei 310 km/h prima di rendersi necessario un uso intenso degli impianti frenanti, con applicazioni di carichi sul pedale dai 145 kg ad oltre 160 kg.

Dalla partenza alla bandiera a scacchi a Monza ogni pilota esercita un carico complessivo sul pedale del freno di 45 tonnellate e mezza, superiore ai valori dei GP Belgio e GP Gran Bretagna.  

Meno 245 km/h in 2,6 secondi ​ ​​​​

Delle 6 frenate del GP Italia 4 sono considerate impegnative per i freni e 2 sono di media difficoltà.

La frenata più impegnativa è la prima dopo la partenza: le monoposto vi arrivano a 334 km/h e scendono a 89 km/h in soli 122 metri.

Per riuscirci i piloti frenano per 2,57 secondi esercitando un carico di 161 kg sul pedale del freno ed affrontando una decelerazione di 5,2 g.

E nei videogiochi?​ ​

La Curva 1 di Monza è l’unica delle tre Varianti in cui bisogna sterzare inizialmente a destra e poi a sinistra. Non bisogna inoltre scordarsi che la velocità sul traguardo è talmente elevata che dal cartello dei 150 metri a quello dei 50 metri passa circa mezzo secondo.

Dopo aver scalato in terza marcia si inizia a posizionare l’auto all’interno, arrivando a lambire il cordolo ma senza salirci mentre si passa in seconda marcia. Evitate di aprire subito il gas, ma attendete di superare il punto di corda della curva 2 per scaricare la potenza in uscita di curva.​

Fonte immagini e testi: Brembo

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#10 | GP SPAGNA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

21/23 giugno | Barcellona
Circuit de Catalunya | 66 Giri

#spanishgp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
P1: Norris
FP2: Ven 17:00-18:00
P1: Hamilton
FP3: Sab 12:30-13:30
P1: Sainz
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: Sab 18:30)

Pole: Norris

Leggi la Cronaca
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: Dom 18:00)

Winner: Verstappen
P2: Norris
P3: Hamilton
Leggi la Cronaca

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live