F1 | GP Italia 2022, la livrea Ferrari per i 75 anni della Scuderia. Come viene realizzata? [Gallery]

Alessandro Secchi - 10 Settembre 2022 - 08:44

Il giallo Modena campeggia sulle Ferrari che vediamo a Monza. Ecco i dettagli e come vengono realizzate queste livree speciali

In occasione del 75° anniversario della Scuderia, la Ferrari ha portato a Monza una livrea speciale per la sua F1-75. Il richiamo è al giallo Modena, che oltre ad essere il colore utilizzato sulle tute di Carlos Sainz e Charles Leclerc, adorna la monoposto con alcuni dettagli.

Partiamo dai numeri di gara, che sono appunto gialli invece che del solito colore nero bordato di bianco (ad inizio stagione il bordo non c’era, ma è stato introdotto per renderli più visibili). Sull’ala anteriore è presente un piccolo richiamo sul flap più avanzato, mentre sull’halo sono stati inseriti alcuni inserti sul pilone centrale e lateralmente.

Il giallo compare poi fortemente sulla parte alta del cofano motore, con i numeri di gara passati al nero.

Anche l’ala posteriore è stata rivista per questa occasione: la grafica giallo/nera è presente sulle paratie laterali dell’ala, mentre sul flap superiore campeggia in grande la scritta “Ferrari” in giallo, un dettaglio piaciuto tantissimo ai tifosi e agli addetti ai lavori. E non è detto che, vista l’assenza di sponsor al momento su questo punto, non si pensi di mantenerla.

Come viene realizzata la livrea?

Alcuni render realizzati da appassionati nei giorni scorsi ritraevano la F1-75 completamente vestita di giallo. Un’eventualità neanche presa in considerazione dal Team di Maranello per diversi motivi, soprattutto tecnici e logistici. I dettagli gialli non sono altro che pellicole realizzate ad hoc per la porzione di carrozzeria che devono ricoprire, sulla quale vengono poi applicate. Sarebbe stato troppo oneroso realizzare una pellicola per coprire tutta la monoposto, che avrebbe assunto le sembianze di una Renault di un paio d’anni fa, tra l’altro. Non parliamo, ovviamente, di riverniciare la vettura. Sarebbe stato impossibile.

Prima di tutto non ci sarebbe stato il tempo per preparare le monoposto con tre gare consecutive e pochissimi giorni di stacco tra una e l’altra, nonostante la vicinanza (in questo caso) tra Olanda e Italia. Non va poi dimenticato un dettaglio importantissimo in F1, il peso. Una pellicola completa avrebbe appesantito la monoposto di parecchi grammi e sappiamo bene che, quando ci si gioca i tempi per millesimi, anche pochi grammi possono fare la differenza.

Non a caso si va sempre più verso colorazioni opache, che non richiedono l’uso di una “pellicola” di vernice lucida.

Nella gallery che segue ecco i dettagli della livrea della F1-75 per questo appuntamento di Monza, così come l’abbiamo vista durante la procedura del Car Display nella giornata di venerdì.

Immagini: P300.it