F1 | GP Italia 2021, biglietti in vendita ma è polemica per i prezzi

L’Autodromo Nazionale ha dato il via alla vendita dei tagliandi per il weekend F1 del 10/12 settembre, ma i prezzi fanno infuriare

Dalla mattina di ieri, 29 luglio, l’Autodromo Nazionale di Monza ha iniziato la vendita dei biglietti per il Gran Premio d’Italia 2021, che si svolgerà nel weekend del 10-12 settembre e vedrà per la seconda volta in stagione, dopo Silverstone, l’introduzione della Sprint Qualifying al sabato pomeriggio.

Il via alla vendita è stato dato dopo l’ultimo decreto del Consiglio dei Ministri firmato dal Presidente del Consiglio Mario Draghi e dal ministro della salute Roberto Speranza.

Per quanto riguarda la quantità di biglietti disponibili, la capienza è stimata al 50% rispetto alla capacità standard con la possibilità, in caso di nuovi decreti “positivi”, di aumentare il numero di tagliandi agendo sulle distanze di sicurezza in vigore attualmente.

La vendita è iniziata sul portale di Ticketone, sul sito dell’Autodromo, www.monzanet.it e prevede sia biglietti giornalieri abbonamenti per tutto il weekend. La piattaforma ricorda che l’accesso all’Autodromo sarà riservato ai possessori di Green Pass e che questi dovranno aver completato una procedura di registrazione online che sarà attivata a partire dal 23 agosto prossimo sul sito del circuito.

Non sarà possibile acquistare biglietti all’ingresso dell’Autodromo e per l’accesso si dovrà passare tramite un check-in simile a quello degli aeroporti per garantire la sicurezza pubblica.

All’interno del circuito sarà presente la Fan Zone per intrattenere il pubblico nel rispetto delle distanze di sicurezza, mentre le sessioni potranno essere seguite dalle tribune grazie ai consueti maxischermi posizionati di fronte alle strutture.

Polemica prezzi

I prezzi decisi per il GP Italia hanno incontrato le dure critiche di tanti appassionati sui social network, inviperiti per gli aumenti rispetto al passato. Le rimostranze riguardano tutti gli attori principali: la Formula 1, l’Autodromo e la FIA. La stesso scontento si era letto l’anno scorso quando il Mugello ospitò il Gran Premio della Toscana, dando la possibilità a 3.000 spettatori per giorno di assistere alla prima della Formula 1 sul tracciato di proprietà della Ferrari. Per quanto riguarda Monza i biglietti disponibili saranno molti di più, ma la riduzione in generale verrà compensata con un aumento dei prezzi anche a causa dei costi di organizzazione dell’evento, che come sappiamo non sono mai bassi.

Nel comunicato che la Formula 1 ha rilasciato relativamente alla vendita, si legge che “La definizione dei prezzi di vendita del Gran Premio d’Italia 2021 tiene in considerazione la riduzione del numero di tagliandi imposta dalle leggi attuali e la modifica del format con la Sprint Qualifying del sabato pomeriggio, che deciderà la griglia per il Gran Premio della domenica”.

Se, a causa di nuove restrizioni, il numero dei posti disponibili dovesse essere diminuito o l’evento dovesse essere dichiarato a porte chiuse, i possessori di biglietto saranno rimborsati per l’importo completo.

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM