F1 | GP Italia 2020, qualifiche: Hamilton stratosferico, Pole e Record. Ferrari mai così male a Monza, 13a e 17a

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il ban del Party Mode sembra un boomerang. Sainz, 3°, rimedia 8 decimi. Verstappen 5°

Sempre Lewis Hamilton, ancora Lewis Hamilton. Valtteri Bottas ci prova, si prende anche il record della pista temporaneamente ma la Pole del Gran Premio d’Italia 2020 è del campione in carica inglese, che sale a quota 94. Per Hamilton è record dell’Autodromo di Monza con la media di alta più sempre in 264,632 km/h; il giro di Raikkonen del 2018 è battuto con entrambe le Mercedes sotto il minuto e 19 secondi.

Con i due piloti delle Frecce d’Argento separati di soli 69 millesimi, il resto del gruppo deve fare i conti con il risultato del ban del Party Mode; non proprio quello che ci si aspettava. Carlos Sainz, fantastico terzo con la McLaren, rimedia 8 decimi di distacco da Hamilton. Max Verstappen è quarto a 9 decimi, seguito da Lando Norris con la seconda McLaren e Daniel Ricciardo con la Renault.

Lance Stroll, ottavo con la Racing Point, è già a 1.1 da Hamilton davanti ad Alex Albon con la Red Bull e Pierre Gasly con l’AlphaTauri.

Ancora disastro Ferrari. Per il team di Maranello quella di oggi è la peggior qualifica di sempre a Monza dal 1984. Sebastian Vettel rimane vittima del traffico nella fase finale della Q1 – situazione che andrebbe ormai rivista – e non può migliorare la sua diciassettesima posizione rimanendo tagliato fuori dopo la prima parte di qualifica. Charles Leclerc resta escluso in Q2 in tredicesima piazza, rimediando un secondo e tre decimi da Hamilton. La gara di domani potrebbe rappresentare il punto più basso della stagione.

Il ban del Party Mode, quindi, al momento non ha dato i frutti sperati, con la Mercedes ancora imbattibile. Il rischio, ora, è che Hamilton e Bottas possano sfruttare una mappa migliore in gara. Sarebbe uno smacco.

Seguono i tempi di sessione. A seguire la cronaca completa delle qualifiche.

Immagine di copertina: Twitter – Mercedes

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE