Matomo

F1 | GP Gran Bretagna, FP3: Hamilton davanti a Raikkonen. Botto per Hartley

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

È di Lewis Hamilton il miglior tempo nell’ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone. L’inglese della Mercedes ha girato in 1:26.722 con un decimo di vantaggio sulla Ferrari di Kimi Raikkonen, apparso in palla durante tutto l’arco delle prove. 

A parte i primi due, i tempi potrebbero essere poco indicativi perché Valtteri Bottas, terzo con la seconda Mercedes, si trova a sei decimi abbondanti da Hamilton mentre Sebastian Vettel, quarto con la Ferrari, è ad un secondo e un decimo. 

Quinto e sesto posto per le Red Bull di Max Verstappen e Daniel Ricciardo, separati di sei millesimi tra loro ma quasi ad un secondo e tre da Hamilton. La top ten è completata dalle coppie Sauber e Haas. Charles Leclerc è settimo con la monoposto elvetica davanti Kevin Magnussen, Romain Grosjean ed al compagno Marcus Ericsson.

Da segnalare un brutto incidente per Brendon Hartley (immagine di copertina). Il pilota della Toro Rosso ha subito la rottura della sospensione anteriore sinistra durante la frenata in fondo al Wellington Straight. Incontrollabile, la monoposto è schizzata contro le barriere andando a sbattere sollevata sul lato destro. Nessuna conseguenza, per fortuna, per il pilota neozelandese ma sessione completamente buttata. Da notare l’aiuto dell’Halo nel tenere il casco del pilota a distanza dalle protezioni nello schianto.

Seguono i tempi di sessione. Qualifiche alle ore 15.00.

F1 | GP Gran Bretagna, FP3: Hamilton davanti a Raikkonen. Botto per Hartley

Immagine da Twitter/F1

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE