F1 | GP Giappone, qualifiche: Vettel in Pole, prima fila tutta Ferrari!

F1
GP Giappone, qualifiche: Vettel in Pole, prima fila tutta Ferrari!

Il tedesco si prende inaspettatamente la partenza al palo. Mercedes in seconda fila, Red Bull in terza di 13 Ottobre 2019, 04:28

La quinta pole di fila della Ferrari, stavolta, è di Sebastian Vettel. Il tedesco si prende il record della pista di Suzuka facendo segnare per la quinta volta la pole in Giappone davanti al compagno di squadra Charles Leclerc ed alle Mercedes di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton. Era dal 2006 che la Ferrari non partiva al palo, allora fu Felipe Massa.

Una qualifica segnata dal vento soprattutto nelle fasi iniziali, con due bandiere rosse che hanno interrotto la Q1 per incidenti occorsi a Robert Kubica e Kevin Magnussen. Dopo aver dato l'impressione di essere in palla per questo weekend, le Mercedes come dalla fine dell'estate hanno dovuto cedere il passo alle Ferrari che, progressivamente, hanno alzato il ritmo fino a monopolizzare la prima fila. I primi quattro sono racchiusi in 238 millesimi.

La terza fila è tutta Red Bull con Max Verstappen ed Alex Albon che hanno fatto segnare lo stesso tempo al millesimi. L'olandese, però, resta davanti per aver ottenuto il tempo per primo. Un'altra coppia, quella McLaren, è in quarta fila con Carlos Sainz davanti a Lando Norris. Chiudono la top ten Pierre Gasly con la Toro Rosso e Romain Grosjean con la Haas.

CRONACA

Dopo il grande spavento del sabato, con il tifone Hagibis che ha solo sfiorato Suzuka, il cielo su Suzuka è terso per la giornata di domenica. Con la FP3 annullata si va direttamente alla qualifica.

Q1 | Le prime monoposto a scendere in pista sono le Ferrari di Leclerc e Vettel, seguite dalle McLaren di Sainz e Norris, tutti e quattro su gomma dura mentre si vede che il tifone ha lasciato in eredità un vento fastidioso.

La sessione viene interrotta subito con una bandiera rossa dall'incidente di Robert Kubica. Il polacco va leggermente largo con la Williams in approccio del rettilineo iniziale e finisce sulle protezioni esterne distruggendo la monoposto. Problema grave visto che mancano pezzi di ricambio e che la gara è imminente.

Si torna in pista con tutti dentro tranne le Mercedes e Verstappen, arrivano i primi tempi per Alfa, Toro Rosso, Racing Point e Russell ma ancora una volta l'ingresso del rettilineo iniziale è protagonista di un incidente con Kevin Magnussen che perde il posteriore e va a sbattere con la sua Haas. Viene fermata ancora la sessione, mentre il danese riesce ad inserire la retro e riportarsi in pista con la monoposto danneggiata anche all'anteriore, con l'ala dietro che pende pericolosamente. Anche per Magnussen ci sarà da lavorare per la gara.

Si torna ancora tutti in pista a poco più di 11 minuti dal termine della Q1. Leclerc si porta in testa davanti a Verstappen, Vettel, Sainz, Albon, Bottas, Hamilton e Norris. In questo frangente sembra però che il vento stia condizionando pesantemente i tempi sul giro. Con un altro tentativo le Mercedes di Bottas e Hamilton salgono in seconda e quarta posizione.

La lotta ora resta per le ultime posizioni: a spuntarla sono Raikkonen e Kvyat sul filo, mentre restano esclusi Ricciardo con la Renault, Perez con la Racing Point e Russell con la Williams oltre a Kubica e Magnussen che hanno picchiato ad inizio sessione.

Q2 | Il vento sembra addirittura intensificare la sua forza mentre si parte per la seconda sessione delle qualifiche. Le Ferrari sono le prime a scendere in pista per il loro giro: Leclerc segna 1:28.179 e Vettel migliora il tempo del compagno di 5 millesimi.

Lewis Hamilton è però più veloce di entrambi di quasi tre decimi e mezzo, prendendosi così la prima posizione. Bottas è quarto davanti alle Red Bull di Verstappen e Albon. 

Si torna in pista a quattro minuti dal termine per i giri che decideranno l'ingresso alla Q3. Hulkenberg segnala problemi alla sua Renault ed è costretto a tornare ai box perdendo la possibilità di provare il tempo. Le Ferrari restano ai box, ed intorno a loro la classifica cambia. Bottas si porta in testa con 1:27.688 davanti a Hamilton e Albon, che sale al terzo posto. Dietro le rosse, quarta e quinta, ci sono Verstappen, le due McLaren di Norris e Sainz, l'ottimo Gasly con la Toro Rosso e Romain Grosjean con la Haas.

Restano esclusi Giovinazzi, Stroll, Raikkonen, Kvyat e Hulkenberg. 

Q3 | Tutti subito in pista tranne le Red Bull per il primo tentativo che porterà alla pole position. Norris, Gasly, Bottas e Hamilton sono i primi a partire. Bottas va in pole con 1:27.696, Hamilton è secondo in 1:27.535 ma arrivano le Ferrari: Leclerc va davanti con 1:27.535 ma Sebastian Vettel si prende il record della pista in 1:27.212. Bottas è a mezzo secondo dal tedesco, Hamilton ad oltre sei decimi.

Si parte con gli ultimi giri. Leclerc è il primo a partire davanti a Verstappen e Vettel, con Albon e le Mercedes che seguono. Leclerc resta a 41 millesimi da Vettel ma il tedesco migliora ancora e scende a 1:27.064 confermando la pole position. Bottas migliora ma resta terzo così come Hamilton che è dietro al compagno. Seguono Verstappen, Albon, Sainz, Norris, Gasly e Grosjean.

Segue la classifica delle qualifiche. La gara partirà alle 7.10.



Condividi