F1 | GP Giappone 2022, la cronaca della gara

di Danilo Lunetta @LunettaDanilo
9 Ottobre 2022 - 11:15

Verstappen vince davanti a Perez e Leclerc

A seguire la cronaca della gara del GP Giappone 2022, diciottesima prova del mondiale di F1, vinto da Max Verstappen su Sergio Perez e Charles Leclerc.

Sotto il resoconto con la griglia di partenza, situazione penalità e pneumatici disponibili, ricordando che Pierre Gasly partirà dalla pit lane.

La gara, come previsto da più fonti, sarà su condizioni di pista bagnata, quanto meno alla partenza.

Sotto le combinazioni secondo le quali Max Verstappen si potrà confermare campione del mondo già in questa gara.

Scongiurato lo “spauracchio” della partenza dietro la Safety Car, sarà standing start. Tutti i piloti partono su pneumatici intermedi.

Giro 1 | Scatta molto bene Leclerc ma Verstappen resiste forte e mantiene la testa mentre Perez è riuscito a sopravanzare Sainz. Alonso attacca Hamilton senza riuscire a sorpassarlo ma è subito Safety Car: Sainz finisce a muro nel secondo settore e, poco dopo, Gasly urta il cartellone pubblicitario spostato da Sainz. Ritiro per lo spagnolo della Ferrari così come Albon, fermo a bordo pista con problemi tecnici. Al via anche Vettel è stato sfortunatamente vittima di un contatto con Alonso il quale gli causa un testacoda e diverse posizioni perse.


Giro 2 | Bandiera rossa per mancanza di visibilità.
Giro 3 | Tagliata la linea del traguardo e terzo giro iniziato.

Ripartenza rimandata alle 09:15 dietro Safety Car.

Finalmente si riparte.


Giro 5 | Segnaliamo che questa gara terminerà con il limite di tempo, alle ore 10 italiane, circa 40 minuti dal giro 6 in cui la Safety Car rientrerà ai box.

Giro 6 | Subito ai box Vettel e Latifi per montare pneumatici intermedi mentre davanti le posizioni restano immutate. Bel sorpasso di Magnussen su Stroll per la P11.

Giro 7 | Anche Norris e Bottas entrano ai box per montare le intermedie. Vettel realizza gli intertempi migliori insieme a Verstappen e Leclerc.
Giro 8 | Entrano ai box praticamente tutti tranne Alonso, Ricciardo, Schumacher e Zhou. Tra Verstappen e Leclerc si inserisce Zhou. Leclerc si prende la P5 su Zhou.

Giro 9 | Si fermano ai box Alonso e Ricciardo mentre Verstappen si riprende la testa della corsa su Schumacher. Anche Leclerc riesce a prendersi la P2 su Schumacher e si trova adesso a 4.6 secondi da Max.
Giro 10 | Si ferma anche Zhou. Leclerc vola e recupera quasi un secondo su Verstappen. Prima Perez e poi Ocon sorpassano Schumacher.
Giro 11 | GPV di Leclerc, Hamilton si prende la P5 su Schumacher. In tre giri Schumacher è stato praticamente risucchiato e sorpassato da tutti gli avversari.

Giro 12 | Si ferma ai box anche Schumacher mentre Verstappen tiene un buon ritmo a differenza di Leclerc che ha alzato tremendamente il suo.
Giro 13 | Verstappen guadagna più di un secondo su Leclerc mentre Perez guadagna poco dietro il monegasco.
Giro 14 | Perde un’eternità Leclerc da Verstappen e Perez adesso guadagna tanto, quasi un secondo.
Giro 15 | La top ten è al momento la seguente: Verstappen, Leclerc, Perez, Ocon, Hamilton, Vettel, Alonso, Latifi, Norris e Russell che è riuscito a scavalcare Tsunoda. Russell riesce a prendersi anche la P9 su Norris al Triangolo.

Giro 16 | I tempi si alzano notevolmente per quasi tutti ma molto di più per Leclerc. Hamilton è sugli scarichi di Ocon da qualche giro senza riuscire a trovare lo spunto per sorpassarlo.
Giro 17 | Verstappen è l’unico con un ritmo notevole e costante sul 47, mentre adesso Perez guadagna meno su Leclerc.

Giro 18 | Il gap tra Verstappen e Leclerc è salito a 14 secondi mentre quello tra il monegasco e Perez è di 3.5 secondi. Bel duello alla 130R tra Ocon ed Hamilton con il francese dell’Alpine molto lucido a difendersi all’interno.

Giro 20 | Russell si prende la P8 su Latifi. GPV di Zhou in 1.44.411 grazie ad un secondo pit stop e un nuovo set di intermedie.
Giro 21 | Il gap di Perez da Leclerc scende sotto i 2 secondi. Hamilton ci prova in tutti i modi su Ocon ma quando Lewis esce di scia il drag della Mercedes gli impedisce di attaccare.
Giro 22 | Perez è sotto il secondo da Leclerc mentre Alonso effettua il secondo pit stop e rientra in pista in P10.

Giro 23 | Alonso vola e si prende già la posizione, P8, su Norris e Latifi.
Giro 24 | Lentissimo adesso Leclerc: il monegasco può solo cercare di difendersi dai possibili attacchi di Perez.
Giro 25 | Incredibile Verstappen che tiene ancora il ritmo sul 47. Ocon e Leclerc si difendono ancora bene su Hamilton e Perez.
Giro 28 | Inizia l’ultimo giro per Verstappen. Alonso riesce a riprendersi anche la P7 su Russell. Ci provano in tutti i modi Perez e Hamilton. Lungo di Leclerc al Triangolo e la sua P2 diventa probabilmente a rischio con una possibile penalizzazione.

F1 | GP Giappone 2022, la cronaca della gara

Max Verstappen vince il GP Giappone 2022 e si laurea nuovamente campione del mondo. Gara dominante nella giornata della conquista del titolo e undicesima vittoria stagionale per l’olandese. Ancora una volta secondo, al traguardo, Charles Leclerc ma una penalizzazione di 5 secondi lo relega in P3 dietro a Sergio Perez che ottiene la seconda posizione in gara e nel campionato, gran bella rimonta del messicano su Charles. Il monegasco della Ferrari ha usurato le sue intermedie fino a renderle praticamente delle slick ed è stato quindi costretto a guidare sulle uova in condizioni di umido. Quarto un grandissimo Esteban Ocon che riesce nell’impresa di difendersi fino al traguardo dai continui attacchi di Lewis Hamilton, quinto e incapace di sferrare un attacco vincente con una Mercedes davvero “piantata” nei rettilinei fuori dalla scia. P6 per un super Sebastian Vettel, bravo ad indovinare il timing per il passaggio alle intermedie e a recuperare dopo l’incidente del primo giro. Settimo un arrembante Fernando Alonso, all’attacco grazie ad una strategia aggressiva anche se non del tutto produttiva. Ottava posizione per George Russell, gara in rimonta dopo un pit stop lento che lo relega nel traffico fuori dalla zona punti. Chiudono la top ten un grande Nicholas Latifi in P9, primo insieme a Vettel a passare su pneumatici intermedi e bravo a gestire il ritmo nel resto della gara, e Lando Norris in P10.

Immagine di copertina: Red Bull Content Pool