F1 | GP Giappone 2022, Gasly a SKY durissimo con la FIA: “Qui abbiamo già perso Jules, com’è possibile rivedere una gru in pista? Sarei potuto morire”

di Gaia Caimi
9 Ottobre 2022 - 11:40

Gasly senza mezze misure a fine gara del GP Giappone 2022

È un Pierre Gasly durissimo quello che parla ai microfoni di SKY alla fine del GP Giappone 2022. Il francese dell’AlphaTauri condanna la FIA per la gestione delle gru nei giri di Safety Car, richiamando alla memoria la tragedia di Jules Bianchi, avvenuta sempre qui a Suzuka, e sottolineando il rischio corso da lui stesso nel corso del secondo giro. Ecco le sue parole:

“Abbiamo già perso Jules. Abbiamo perso una persona straordinaria e un pilota eccezionale per i motivi che conosciamo. Otto anni fa, sulla stessa pista, nelle stesse condizioni, con una gru. Come è possibile oggi rivedere una gru, neanche sulla ghiaia ma sulla pista mentre noi eravamo ancora in pista? Non lo capisco.

Ovviamente mi sono spaventato. Ovviamente se avessi perso la macchina nello stesso modo in cui l’aveva persa Carlos nel giro prima sarei morto. Non importa la velocità. Sarei semplicemente morto. Non capisco. È irrispettoso per Jules, è irrispettoso per la sua famiglia e verso tutti noi. Noi rischiamo la vita. Facciamo il miglior lavoro del mondo ma c’è bisogno di qualcuno che ci mantenga in sicurezza perché è già abbastanza pericoloso.

Oggi è stato un rischio non necessario, si poteva aspettare anche un minuto, che noi tornassimo in pit lane prima di mandare la gru in pista. Sono estremamente grato di essere qui. Stasera andrò dalla mia famiglia, da tutte le persone care che ho. È andata come è andata perchè sono riuscito a passare a due metri dalla gru. Fossi stato due metri più a sinistra sarei morto a quest’ora”.

Immagine: Media AlphaTauri