F1 | GP Giappone 2022, FP2: Mercedes detta legge sul bagnato, Russell davanti a Hamilton

di Matteo Pittaccio
7 Ottobre 2022 - 10:07

Ancora pista bagnata a Suzuka, le FP2 del GP Giappone vedono Mercedes imporsi con Russell, seguito da Hamilton, Verstappen e Pérez. Sessione negativa per Leclerc.

È appena andato in archivio il venerdì del Gran Premio del Giappone di F1, giornata condizionata dalla pioggia e chiusa con George Russell in cima alla classifica assoluta del secondo turno di prove libere. Grazie al decrescere della pioggia i piloti hanno avuto la possibilità di utilizzare le gomme intermedie, pneumatici con i quali Russell ha firmato il miglior tempo in 1:41.935, battendo di poco più di due decimi il compagno di box Lewis Hamilton, cinque volte vincitore in Giappone. La Mercedes W13 si è dimostrata molto competitiva una volta montate le gomme “verdi” e, giro dopo giro, sia Russell sia Hamilton si sono imposti sulla concorrenza.

Ad otto decimi dalla miglior prestazione delle prove libere due troviamo entrambe le Red Bull Racing, prima con il campione del mondo in carica Max Verstappen e poi con Sergio Pérez, quest’ultimo a solamente mezzo decimo dal compagno e leader della classifica piloti. Nell’ultima mezz’ora Verstappen si è lamentato del surriscaldamento degli pneumatici anteriori, fattore che avrebbe portato ad una maggiore usura delle coperture intermedie.

Buona sessione per Kevin Magnussen, capace di portare la propria Haas motorizzata Ferrari al quinto posto, sebbene ad un secondo e due decimi di distanza dalla miglior prestazione della giornata. Il danese ha preceduto la Ferrari di Carlos Sainz Jr., molto competitivo nei giri svolti con un elevato quantitativo di carburante a bordo della propria F1-75. La Spagna raddoppia la presenza tra i primi dieci classificati grazie a Fernando Alonso, vincitore a Suzuka nel 2006, posizionatosi al settimo posto con uno scarto di un secondo e sei decimi dalla vetta. La seconda Alpine, quella guidata da Esteban Ocon, occupa la nona posizione e divide le Alfa Romeo-Sauber di Valtteri Bottas e Zhou Guanyu, rispettivamente in ottava e decima casella

Decisamente opaca la sessione di Charles Leclerc, che non è andato oltre l’undicesimo tempo nei novanta minuti di prove libere. Il monegasco ha anche commesso un errore al tornante (curva nove), bloccando l’anteriore sinistra e uscendo di pista. Evitando contatti con le barriere Leclerc è riuscito a tornare in carreggiata, salvo poi rientrare ai box per lasciare la propria Ferrari nelle mani dei meccanici Ferrari, i quali hanno subito verificato le condizioni dei freni anteriori, particolarmente problematici sulla F1-75 numero sedici. Rientrato in corsa per l’ultima parte di sessione, Leclerc ha continuare a parlare di sensazioni alla guida particolarmente negative e, per questo motivo, si è fermato a due secondi e sette decimi dalla prestazione di George Russell.

A seguire il monegasco troviamo le Williams di Nicholas Latifi e Alexander Albon, posizionati appena davanti l’idolo di casa Yuki Tsunoda, quattordicesimo di fronte al quattro volte vincitore del GP del Giappone Sebastian Vettel. McLaren resta bloccata nella seconda metà dello schieramento occupando la sedicesima posizione con Lando Norris e la diciassettesima con Daniel Ricciardo, seguiti da Lance Stroll e Pierre Gasly. Nessun giro, invece, per Mick Schumacher: il tedesco ha danneggiato pesantemente la propria Haas nell’incidente occorso nelle prime prove libere e la squadra ha deciso di annullare il programma del pomeriggio giapponese per dedicarsi interamente alla sostituzione del telaio ed alla riparazione della monoposto.

F1 | GP GIAPPONE 2022 | RISULTATI PROVE LIBERE 2

F1 | GP GIAPPONE 2022 | RISULTATI PROVE LIBERE 2

Immagine di copertina: Mercedes – Media Center