F1 | GP Germania, qualifiche: Hamilton in pole su Verstappen, disastro completo Ferrari

F1
GP Germania, qualifiche: Hamilton in pole su Verstappen, disastro completo Ferrari

Vettel in Q1 e Leclerc in Q3 vittime di problemi tecnici. Partiranno ultimo e decimo di 27 Luglio 2019, 16:14

Non è tanto l'ennesima - la numero 87 - pole position di Lewis Hamilton a fare scalpore nelle qualifiche del Gran Premio di Germania, quanto il totale disastro che colpisce la Ferrari. Sebastian Vettel all'inizio della Q1 e Charles Leclerc alla fine della Q2 sono vittime di problemi tecnici alle loro monoposto che pregiudicano le loro qualifiche. Il tedesco, fermato da un guaio al turbo, partirà addirittura ultimo; il monegasco, messo KO dal sistema della benzina, scatterà dalla decima posizione. Il tutto dopo tre turni di prove libere - che contano sempre limitatamente - nelle quali le Rosse avevano ottenuto i migliori tempi. 

Per Mercedes si tratta della qualifica ideale per festeggiare il suo 125° anniversario. Hamilton ha girato in 1:11.767 lasciando un ottimo Max Verstappen - non al riparo da problemi a sua volta - a 346 millesimi con la sua Red Bull. Seconda fila per la coppia dei secondi Bottas - Gasly. Da segnalare l'ottima qualifica di Kimi Raikkonen, addirittura quinto con l'Alfa Romeo.

In top ten seguono Grosjean (Haas), Sainz (McLaren), Perez (Racing Point), Hulkenberg (Renault) e, appunto, Leclerc, fermo all'inizio della Q3.

CRONACA

Q1 | Le Williams di Kubica e Russell aprono le danze delle qualifiche, con il tempo che per ora regge sopra Hockenheim. Fuori anche McLaren e Toro Rosso, seguite poi man mano da tutti i piloti. Il primo tempo da tenere in considerazione è l'1:13.393 di Lance Stroll con la Racing Point. Arriva però subito un colpo di scena, con Sebastian Vettel che denuncia un problema di potenza alla sua SF90 ed è costretto a tornare ai box. Nella lista dei tempi si portano in testa Sainz, Raikkonen, Verstappen e Charles Leclerc che, con la Ferrari, ferma il cronometro sull'1:12.229 mentre ai box su toglie il cofano motore della #5. Indecifrabili le Mercedes che fanno fatica a far segnare un giro veloce: il secondo tentativo Hamilton si porta in terza posizione, Bottas in quinta. Nel frattempo Sebastian Vettel scende dalla macchina, con la sua qualifica che è già finita. Il tedesco partirà ultimo. La Q1 non è ancora terminata ed è notevole il fatto che tra il quarto posto di Raikkonen ed il 16° di Giovinazzi passano meno di tre decimi. La lotta è clamorosa e porta all'esclusione di Norris, Albon, Russell, Kubica e Vettel, senza tempo. Sono 470 i millesimi tra il quarto posto di Gasly ed il 17° di Albon.

Q2 | Leclerc, Hamilton e Bottas escono con gomme medie per il loro primo tentativo. E le Mercedes sembrano ora fare sul serio con l'inglese che gira in 1:12.149 ed il finlandese dietro di tre decimi. Leclerc al secondo tentativo, dopo aver abortito il primo giro, si inserisce tra le due Mercedes. Alle loro spalle bene Sainz, quarto, mentre anche Verstappen denuncia problemi alla PU della sua Red Bull. L'olandese rientra ai box quando mancano 7 minuti e mezzo al termine della Q2, mentre Gasly si porta in terza posizione ma con gomme soft. Red Bull rimanda in pista l'olandese dopo un paio di minuti con gomma soft e, dopo un giro lentissimo, si lancia riuscendo a portare la sua monoposto al quarto posto. Ora i meccanici avranno qualche minuto per lavorare in vista della Q3. Gli ultimi giri sono combattutissimi e lasciano fuori Giovinazzi, Magnussen, Ricciardo, Kvyat e Stroll. Anche in Q2 il distacco è limitatissimo, con soli 33 millesimi tra ottava e 13a posizione. 

Q3 | Per la Ferrari la qualifica thriller sembra non essere ancora finita, perché si lavora in modo concitato sulla monoposto di Charles Leclerc a pochissimo dall'inizio dell'ultima sessione. Le Mercedes escono in pista indisturbate mentre al box della Rossa i gesti sono più che eloquenti. In pista intanto Bottas ferma il cronometro sull'1:12.222 mentre Lewis Hamilton scende a 1:11.767. La qualifica di Charles Leclerc finisce qui, il monegasco esce dalla SF90 come successo prima con Sebastian Vettel. Grande intanto il giro di Max Verstappen, che porta una rediviva Red Bull in seconda posizione, con Bottas terzo e Gasly quarto. Seguono Grosjean e Sainz con Perez, Raikkonen, Hulkenberg e Leclerc - ovviamente - senza tempo. Arrivano gli ultimi giri: nessun migliora tranne Kimi Raikkonen che si porta addirittura al quinto posto con l'Alfa Romeo. Hamilton è in pole davanti a Verstappen, Bottas e Gasly. 6° Grosjean davanti a Sainz, Perez, Hulkenberg e Leclerc.

Seguono i tempi delle qualifiche:



Condividi