F1 | GP Emilia Romagna 2021, la cronaca della gara

CONDIVIDI

Verstappen vince davanti a Hamilton e Norris un GP Emilia Romagna ricco di colpi di scena

Segue la cronaca del GP Emilia Romagna 2021, seconda prova del mondiale di Formula 1 vinta da Max Verstappen (Red Bull) su Lewis Hamilton (Mercedes) e Lando Norris (McLaren).

F1 | GP Emilia Romagna 2021, la cronaca della gara

La sorpresa ad Imola è la pioggia che dal mattino bagna l’asfalto dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Fernando Alonso, nei giri pre gara, è andato fuori pista toccando le barriere alla Tosa tanta è l’acqua calata sul tracciato.

Tutti i piloti partono su intermedia tranne Gasly, Ocon, Schumacher e Mazepin che montano full wet. Si partirà senza Safety Car. Nel giro di ricognizione Charles Leclerc si gira alle Acque Minerali insabbiandosi ma riuscendo a ripartire. Sebastian Vettel va ai box alla fine del giro per un problema ai freni al posteriore: “BBW Fail” è il messaggio sul dashboard. Partirà dalla pitlane.

Giro 1 | Spallata di Verstappen. L’olandese si porta all’interno e si prende di forza la prima posizione su Hamilton, che salta sui dissuasori del Tamburello danneggiando parte della monoposto.

Il primo giro è una sequenza di eventi che termina con la Safety Car per l’incidente tra Mazepin (ancora una volta) e Latifi che viene toccato finendo sul muro pesantemente prima della Variante Alta. Nel frattempo Leclerc ha approfittato di una sbandata di Perez per portarsi in terza posizione.

Giro 3 | Il replay dell’incidente tra Latifi e Mazepin scagiona parzialmente il russo, con il canadese che dopo essere rientrato da un testacoda stringe sulla destra mentre arriva la Haas.
Giro 4 | Nel sorpasso di inizio gara Hamilton ci ha rimesso la bandella inferiore sinistra dell’ala anteriore. Intanto Vettel torna ancora ai box e Mick Schumacher perde l’ala anteriore andando a sbattere dopo l’uscita dei box mentre sta scaldando le gomme.


Giro 5 | Hamilton viene informato che sulla sua monoposto c’è una perdita di Downforce. Nel frattempo Schumacher non può rientrare ai box perché la pitlane è chiusa e Perez va largo alla Piratella nonostante la velocità bassa dietro la Safety Car.


Giro 6 | La Safety Car rientrerà alla fine del giro con Schumacher che torna ai box per cambiare muso.
Giro 7 | Si riparte con Verstappen davanti a Hamilton, Leclerc, Perez, Ricciardo, Gasly e Stroll.

L’olandese difende bene l’interno sull’inglese con Leclerc subito in pressione della Mercedes. Il monegasco resta attaccato alla Mercedes.
Giro 8 | Verstappen mette tre secondi tra sé e Hamilton mentre dietro Norris sale in settima posizione passando Stroll e Sainz.
Giro 9 | Verstappen comanda su Hamilton, Leclerc, Perez, Ricciardo, Gasly, Norris. L’olandese vola e ha già quasi 5 secondi su Hamilton. Norris passa Gasly per la sesta posizione. Anche Sainz passa il francese, su full wet.


Giro 10 | Perez segnala problemi con il volante che si muove da solo. Bel botta e risposta tra Gasly e Stroll al Tamburello. Sainz va largo in ghiaia alla Rivazza.
Giro 11 | Hamilton inizia a rispondere ai tempi di Verstappen e si tiene attorno ai 5 secondi di ritardo.
Giro 12 | Perez investigato per aver superato in regime di Safety Car. Hamilton GPV in 1:28.724. Bottas passa Gasly e va in nona posizione.

Dieci secondi di penalità per Perez, che ha perso due posizioni alla Piratella quando è andato largo e poi le ha riprese sotto SC.
Giro 13 | Russell passa Gasly per la decima posizione. Il francese sta cercando di resistere con gomma full wet. Vettel passa Ocon alle Acque Minerali. Sainz ha perso ancora tempo con un lungo.
Giro 14 | Vettel passa anche Gasly e sale in 14a posizione, con Ocon che si difende da Alonso.
Giro 15 | Gasly rientra ai box per montare gomma intermedia.


Giro 16 | Verstappen comanda con 4.7 su Hamilton, 18 su Leclerc, 28 su Perez. 39 su Ricciardo e Norris.
Giro 17 | Ricciardo lascia la posizione al compagno su richiesta del team.


Giro 18 | Vertsappen doppia Alonso
Giro 19 | Norris se ne va via da Ricciardo.
Giro 22 | Vettel rischia e torna ai box per montare gomma gialla e arriva la comunicazione di uno stop and go di 10 secondi per non aver avuto gomme montate entro 5 minuti dall’inizio del GP.


Giro 24 | Vettel rientra a scontare i 10 secondi.
Giro 25 | Intanto Hamilton recupera tantissimo tempo su Verstappen grazie ai doppiati.
Giro 26 | Ora l’olandese ha 2.5 sull’inglese e 15 su Leclerc. Sainz sale in 6a posizione passando Ricciardo.
Giro 27 | Tsunoda è il secondo pilota a montare gomme slick.
Giro 28 | Dentro Verstappen per il pit. Gomme medie per lui. Dentro anche Raikkonen, Russell e Sainz. Le Haas invece sono su soft.


Giro 29 | Dentro Hamilton e Leclerc. La sosta dell’inglese è leggermente lunga e permette all’olandese di tornare davanti.

Pit anche per Perez che sconta i 10 secondi di penalità (non era uno Stop and Go). Dentro anche Bottas.


Giro 30 | Verstappen fa segnare il GPV ma davanti a sé ha una lunga fila di doppiati
Giro 31 | Colpo di scena con Hamilton che va largo alla Tosa e rientra in pista in retromarcia.


Giro 32 | Safety Car. Grande botto prima del Tamburello tra Bottas e Russell mentre Hamilton ne approfitta per cambiare muso ai box.


Giro 33 | L’incidente è stato davvero pesante. Russell nel tentativo di passare Bottas all’esterno ha perso il controllo della monoposto colpendo la Mercedes. I due sono volati sulle barriere fortunatamente senza capottamenti.

Giro 34 | Bandiera rossa. La pista è troppo sporca dei detriti dell’impatto tra Russell e Bottas per poter continuare. Il replay dell’incidente mostra il finlandese allargare leggermente la Williams. Russell finisce sull’erba, chiude ma con il DRS aperto perde controllo della monoposto e finisce addosso alla Mercedes, spingendola sulle barriere. Dopo il primo botto entrambe le macchine finiscono dalla parte opposta e picchiano sulle protezioni esterne del Tamburello. Brutto poi il gesto di Russell che va a lamentarsi con il finlandese tirando uno scappellotto al casco, con Bottas che risponde con il dito medio.

In pitlane Verstappen precede Leclerc, Norris, Perez, Sainz, Ricciardo, Stroll, Raikkonen, Hamilton, Tsunoda, Giovinazzi, Alonso, Ocon, Gasly, Vettel, Schumacher, Mazepin.

Il via viene dato per le 16.25.

Le monoposto doppiate sono state spostate avanti per lo sdoppiaggio. I piloti si riallineano dietro la Safety Car, che entrerà ai box alla fine del giro con Verstappen davanti a Leclerc, Norris, Perez, Sainz, Ricciardo, Stroll, Hamilton.

Incredibile Max che quasi perde la macchina alla prima della Rivazza.

Giro 35 | Norris si prende subito la seconda posizione su Leclerc sfruttando la gomma soft mentre Tsunoda si gira al Tamburello.


Giro 36 | Verstappen allunga leggermente sulla McLaren, con Leclerc, Perez, Sainz ad inseguire. Hamilton è bloccato dietro Stroll.
Giro 38 | Lungo di Perez alla Villeneuve. Il messicano rientra in pista in 14a posizione.


Giro 39 | Verstappen vola con il GPV e si porta sopra i tre secondi di vantaggio su Norris. Hamilton passa finalmente Stroll.


Giro 40 | Giovinazzi ai box per un detrito che ostruiva una presa dei freni.
Giro 41 | 1:18.9 per Max che sale a 4 secondi sulla McLaren. Seguono Leclerc, Sainz, Ricciardo e Hamilton in recupero.
Giro 42 | Il campione in carica passa la McLaren di Ricciardo per la quinta posizione.


Giro 43 | 1:18.3 per Hamilton che si prende il GPV.
Giro 46 | Ancora GPV per Verstappen mentre Perez insidia la 12a posizione di Vettel. Leclerc è alla caccia di Norris.
Giro 47 | Verstappen ha ormai 10 secondi di vantaggio su Norris, con Leclerc Sainz e Hamilton a ruota. Bella lotta tra Perez e Vettel ancora.


Giro 48 | Bandiera bianconera per Tsunoda per Track Limits.
Giro 49 | Hamilton ci prova con Sainz ma il primo tentativo al Tamburello va a vuoto. Perez alla fine ha passato Vettel.
Giro 50 | Stavolta l’inglese passa e va alla caccia di Leclerc.


Giro 51 | GPV di Hamilton in 1:17.858. Verstappen è tranquillo con 13 secondi sulla McLaren.
Giro 52 | Norris, Leclerc e Hamilton sono racchiusi in un secondo e mezzo.


Giro 55 | Arriva il sorpasso di Hamilton su Leclerc, che ora punta alla seconda posizione di Norris. 5 secondi di penalità per Tsunoda per Track Limits, mentre Raikkonen sarà valutato dopo la gara per una violazione durante le fasi di ripartenza.


Giro 56 | Verstappen è ormai a 18 secondi di vantaggio su Norris.
Giro 57 | Il primo tentativo di Hamilton su Norris va a vuoto al Tamburello.

Giro 60 | E Hamilton alla fine ce la fa. Grazie al DRS si prende la seconda posizione dietro Verstappen.


Giro 61 | GPV di Hamilton in 1:16.702. L’olandese ha 20 secondi di vantaggio su di lui.
Giro 62 | Testacoda di Mazepin alle Acque Minerali. Vettel viene invitato dal muretto a ritirare la macchina ad un giro dal termine.
Giro 63 | Il GP Emilia Romagna finisce con Max Verstappen che vince davanti a Lewis Hamilton e Lando Norris. Quarta e quinta posizione per le due Ferrari di Leclerc e Sainz. Ricciardo porta altri punti importanti a McLaren. Stroll (Aston Martin), Gasly (AlphaTauri), Raikkonen (Alfa Romeo) e Ocon (Alpine) chiudono la top ten. Ritirati Vettel, Bottas, Russell e Latifi.

Immagine di copertina: Twitter – Red Bull Racing


Iscriviti alla Newsletter di P300.it per essere sempre aggiornato sulle novità del Network

P300 MAGAZINE

F1 | GP Emilia Romagna 2021, la cronaca della gara

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

F1 | GP Emilia Romagna 2021, la cronaca della gara