F1 | GP di Singapore 2018: griglia di partenza, penalità, set a disposizione

F1 | GP di Singapore 2018: griglia di partenza, penalità, set a disposizione

Segue la griglia di partenza del Gran Premio di Singapore 2018, che scatterà alle ore 14.10 sul circuito di Marina Bay.

Pole position e record della pista per Lewis Hamilton. L’inglese campione in carica ha girato con la Mercedes in 1:36.015 lasciando a tre decimi di distacco la Red Bull di Max Verstappen, autore a sua volta di un giro notevole. In seconda fila partiranno la Ferrari di Sebastian Vettel e l’altra Mercedes di Valtteri Bottas. Il tedesco ha rimediato un distacco di sei decimi dal tempo della pole, mentre il finlandese è stato circa un decimo più lento.

Terza fila con Kimi Raikkonen quinto con l’altra Ferrari davanti alla seconda Red Bull di Daniel Ricciardo. Quarta fila per la Racing Point Force India di Sergio Perez davanti alla Haas di Romain Grosjean. Quinta fila per l’altra Force India di Esteban Ocon e la Renault di Nico Hulkenberg.
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

PENALITÁ

Alla pubblicazione di questo articolo nessun pilota ha ricevuto delle penalità in griglia.
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

LA GRIGLIA

Segue la griglia completa.

F1 | GP di Singapore 2018: griglia di partenza, penalità, set a disposizione 1
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

LE GOMME A DISPOSIZIONE

Ecco i set a disposizione dei piloti per la gara dopo le prove libere e le qualifiche.
F1 | GP di Singapore 2018: griglia di partenza, penalità, set a disposizione 2

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CIV | Resoconto del primo round al Mugello

Nel weekend appena passato è finalmente tornato in scena il Campionato Italiano Velocità. Complice la pandemia di Coronavirus, molte sono state...

CONDIVIDI

925FollowersFollow
1,688FollowersFollow
F1 | GP di Singapore 2018: griglia di partenza, penalità, set a disposizione 4
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE